Seguici su:

Flash news

Spata (Lega) denuncia: “le ambulanze sono solo dei taxi”

Pubblicato

il

Ambulanze del 118 come taxi. E’ da diverso tempo ormai che sulle uniche due ambulanze del 118 presenti in città nessuna sia provvista di medico a bordo. A sollevare il caso è il capogruppo della Lega Giuseppe Spata. “Un fatto molto grave questo- dice –  perché nel caso di situazioni urgenti il personale di turno non è autorizzato a praticare tutti gli interventi del caso. Una situazione che espone a rischi seri tutti coloro i quali hanno bisogno di procedure urgenti. I primi minuti in genere sono quelli decisivi, pensiamo ad un infartuato o a chi è vittima di incidente stradale”. Spata evidenzia che una delle due ambulanze  è una vera e propria sala operatoria su ruote, costa alla collettività circa 400 mila euro l’anno” . ” E’ impensabile – sottolinea- che non possa essere utilizzata così come si dovrebbe ma semplicemente come taxi per fare da spola dal luogo dell’incidente all’ospedale Vittorio Emanuele” . “E’ inutile ricordare di chi sono le responsabilità- dichiara  Giuseppe Spata- siamo stanchi di raccontarle così come di ascoltare le giustificazioni del Sindaco o Dirigente di turno. Nei prossimi giorni scriveremo all’Assessore Regionale Razza e confidiamo in un suo intervento immediato. Chiederemo, visto che nessuno lo fa, di aumentare il numero di ambulanze, due sono oggettivamente troppo poche per una popolazione così numerosa come la nostra, così come del personale medico e paramedico. Il numero degli autisti soccorritori per esempio è sotto dimensionato e gli operatori sono costretti a doppi turni”

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Auto rubata e pistola illegale: la Gdf arresta un ventitreenne

Pubblicato

il

Nei giorni scorsi, i Finanzieri del Gruppo della Guardia di Finanza di Gela hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un ventitreenne per il reato di detenzione illegale di un’arma da sparo.


Nel corso di un servizio di controllo economico del territorio, le Fiamme Gialle hanno individuato un’autovettura ferma in sosta lungo una strada isolata dell’agro di Niscemi.

Alla vista della pattuglia, l’occupante del mezzo si è dato alla fuga a piedi, cercando di occultarsi in un campo coltivato nelle vicinanze.
I militari operanti hanno proceduto immediatamente ad intimare l’alt e al contestuale inseguimento del giovane che, all’altezza di una vasca per la raccolta delle acque, vi ha lanciato una pistola detenuta nei pantaloni.
Una volta raggiunto, il fuggitivo è stato prontamente bloccato. Poco dopo, è stata recuperata anche l’arma, un revolver marca Smith&Wesson mod. 686, carico con 6 cartucce calibro 357 Magnum.

La successiva perquisizione dell’autovettura, risultata oggetto di furto, ha permesso di rinvenire due maschere in plastica e tessuto, due passamontagna e una tuta da lavoro.
Al termine delle attività di rito, su disposizione del P.M. di turno, l’indagato, è stato tradotto presso la locale casa circondariale, a disposizione dell’A.G.. A seguire, il Giudice presso il Tribunale di Gela ha convalidato l’arresto.

Continua a leggere

Attualità

Il ministro Salvini: ecco i fondi per la tangenziale di Gela

Pubblicato

il

395milioni di euro per il completamento della tangenziale di Gela.

“I fondi ci sono: la Corte dei conti ha registrato la delibera Cipess del 27 dicembre scorso, con la quale è stato approvato l’aggiornamento 2022 del Contratto di programma Anas del valore di 4,5 mld, rendendo così disponibili le risorse per emanare i bandi. Lo schema di progetto anche. I lavori interesseranno le statali n. 626 e n. 115, relativi ai lotti 7 e 8 di completamento della tangenziale gelese. Un’arteria strategica, che collegherà strade fondamentali per la viabilità locale, aprendo due varchi essenziali verso Catania e Caltanissetta ed il resto della Sicilia. Vogliamo far ripartire i cantieri e sbloccare opere. Non ci fermeremo”. Lo dice il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini.

Continua a leggere

Attualità

Mancanza d’acqua, lezioni interrotte a scuola

Pubblicato

il

Da qualche giorno, le attività didattiche alla scuola Santa Maria di Gesù, sono interrotte alle 11 perché non è possibile consentire agli alunni il normale accesso ai servizi igienici per mancanza d’acqua.

E’ un problema abbastanza serio che coinvolge centinaia di studenti e di conseguenza anche i loro genitori, costretti a ritornare appena dopo tre ore a riprendere i loro figli e a portarli a casa. Il dirigente scolastico Maria Lina La China, ha interessato del grave disagio gli organi competenti al fine di risolvere il disagio nel più breve tempo possibile.

Si tratta del malfunzionamento dell’impianto idraulico nella sede di via Ventura, ala ovest che ospita al primo piano la primaria del comprensivo San Francesco e al piano terra le sezioni della direzione didattica statale II circolo.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852