Seguici su:

Flash news

Ugl salute, ricostituita la Federazione provinciale

Pubblicato

il

E’ stata ricostituita nei giorni scorsi, nell’ambito della Ugl di Caltanissetta, la nuova segreteria provinciale della federazione Ugl salute. A battezzare l’organismo, ricostituito dopo breve un periodo di assenza, nella sede sindacale nissena erano presenti il segretario regionale Carmelo Urzì, insieme al coordinatore provinciale del comparto Salute pubblica Francesco Iacona, nonchè il segretario territoriale Andrea Alario a fare gli onori di casa.

“Finalmente ripartiamo con tanto entusiasmo anche a Caltanissetta, dove stiamo costruendo un gruppo solido che guarda al futuro – ha detto il segretario Urzì. Lo abbiamo fatto in un momento particolare, come quello di emergenza sanitaria che stiamo vivendo, perchè anche in questo territorio siamo stati sollecitati da tanti lavoratori del settore che ci vedono sempre di più come un punto di riferimento per le battaglie che abbiamo portato avanti fino ad ora”.

Soddisfatto il coordinatore Iacona: “Siamo orgogliosi di poter rappresentare il personale della sanità della nostra area provinciale e faremo di tutto per cercare di rappresentare al meglio in tutte le sedi istituzionali e sindacali la categoria. Operatori sanitari che da quasi due anni ormai sono in prima linea e meritano un riconoscimento, a partire dalla riconferma per coloro che hanno un contratto in scadenza a fine dicembre prossimo. Non si può cadere nell’errore di privarsi di queste risorse, soprattutto dopo l’incremento del fondo nazionale sanitario, poichè bisogna potenziare gli organici con percorsi di stabilizzazione in base ai fabbisogni degli organici. Come Ugl Salute Caltanissetta – conclude Iacona – scriveremo anche all’assessore regionale della Salute Ruggero Razza, affinché gli sforzi di questi lavoratori non siano vani.”

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Esami di Stato 2022, dopo gli scritti spazio alle prove orali

Pubblicato

il

È prevista tra lunedì e martedì prossimi la “partenza” degli esami orali della Maturità 2022. Ultimate le due prove scritte, i maturandi sono alle prese con il ripasso finale in vista del colloquio che concluderà il loro percorso di studi. Se la maggior parte delle scuole ha già archiviato gli scritti giovedì, soltanto oggi invece l’esperienza si è chiusa al Liceo artistico “Majorana” diretto da Carmelinda Bentivegna.

Il Miur infatti già da diversi anni ha articolato un esame più ampio per la materia d’indirizzo dei vari corsi dell’Artistico, così gli alunni sono impegnati per 18 ore totali divise in tre giorni, nei quali hanno dovuto ideare, impostare e progettare un’opera d’arte, relazionando poi sul significato dell’opera stessa e la sua eventuale futura ambientazione.

Continua a leggere

Attualità

“Acque chiare/Acque scure”, a Noto in mostra anche un’opera del maestro Iudice

Pubblicato

il

Anche il pittore gelese Giovanni Iudice partecipa alla mostra dal titolo “Acque chiare/Acque scure”, collettiva d’arte che vede la presenza delle opere di cinque scultori, dieci fotografi, diciotto pittori. L’evento culturale si tiene al museo civico di Noto, presso la Galleria d’arte contemporanea “Pirrone”, e sarà fruibile fino al prossimo 30 settembre. Il maestro Iudice prende parte all’importante iniziativa dedicata al mar Mediterraneo con l’opera del 2022 intitolata “L’estate fredda”.

Un anno dopo la mostra “Il mare sopra/Il mare sotto”, l’artista dunque ritorna a Noto esponendo un dipinto che racconta del suo particolarissimo e profondo rapporto con il mare. La mostra, di cui è curatore il docente e giornalista Aldo Premoli, è ideata dalla onlus Mediterraneo Sicilia Europa. 

Continua a leggere

Attualità

Adozione di spazi publici: nuovo bando ma si va a rilento

Pubblicato

il

L’amministrazione comunale ci prova ancora a chiedere a cittadini, associazioni, parrocchie, attività economiche di adottare rotatorie, fontane, giardini e parchi giochi. In realtà, dopo che nel 2000 il consiglio comunale ha approvato il regolamento e i cittadini hanno risposto al bando, nessuno ha avuto finora l’affidamento richiesto. Ora un nuovo bando per 13 rotatorie ed otto giardini. Adottare ha un costo per chi sceglie di farlo che non è indifferente perché ogni tipo di spesa va a carico del richiedente che nulla può richiedere alla pubblica amministrazione da quando ottiene l’affido. Il Comune, insomma, si libera di pesi notevoli, dietro il principio di promuovere la cittadinanza attiva. Eppure chi ha chiesto   l’affido  non lo ha ancora avuto. Anche in questo caso lungaggini a non finire.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852