Seguici su:

Flash news

Verso il Congresso nazionale di Italia viva

Pubblicato

il

È stato un periodo intenso e meraviglioso.
Prima la scuola di Meritare l’Europa, 500 giovani da tutta Italia che discutono e si confrontano nella meravigliosa cornice di Terrasini, poi la Festa nazionale d’Italia Viva al Castello di Santa Severa.

Siamo un partito vivo, sano, libero e partecipato. Adesso tutti concentrati sul Congresso nazionale di Italia Viva. Per poter partecipare al congresso è necessario risultare regolarmente iscritti a Italia Viva alla data del 30 settembre 2023.

L’iscrizione potrà farsi sia nella modalità cartacea che nella modalità on-line sul sito d’Italia Viva.

In Sicilia stiamo ri-distribuendo a tutti i coordinatori provinciali le Tessere cartacee.

Entro l’11 ottobre 2023, saranno individuati e pubblicati nel sito d’Italia Viva dalla  commissione nazionale i seggi in cui porter
votare al congresso.

Ci sarà un periodo di confronto, incontro e dibattito sulla presentazione delle candidature alla presidenza nazionale e territoriale organizzato dai coordinamenti territoriali tra il 10 e il 15 aperto a tutti gli interessati.

Le Votazioni per il Congresso si svolgeranno il 15 ottobre sino alle ore 20:00  nei seggi autorizzati, ma sarà possibile anche procedere al voto tramite piattaforma informatica.

“La democrazia interna è un valore per chi fa politica nei partiti”, lo ha detto Matteo Renzi nella eNews. Chiaro, netto, vero.

Del resto eleggeremo direttamente il presidente nazionale  e tutti gli organismi territoriali. Facciamo vedere quanto siamo Vivi, perché del resto come cantava Gaber “libertà é partecipazione”.
Così Valentina Falletta, responsabile organizzazione IV Sicilia

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash news

Totò Incardona si prepara per le Provinciali

Pubblicato

il

È stato il terzo più suffragato in assoluto con oltre 800 voto ma non siederà in consiglio perchè Grazia Cosentino non ha vinto.

Totò Incardona si congratula con il neo sindaco e annuncia un nuovo progetto politico.

“Il risultato elettorale, con il mio 30% nella lista dei Moderati di centro destra, sicuramente sarà decisivo per le prossime competizioni.Si inizia un lavoro di costruzione in modo partecipato, dal basso, in una casa comune per tutti i moderati di centrodestra”.

Incardona insomma si prepara alle prossime competizioni elettorali.La più vicina dovrebbe essere quella delle provinciali.

Continua a leggere

Flash news

Esulta il Pd da Palermo a Gela

Pubblicato

il

Esultanza in casa Pd da Palermo a Gela. “Giuseppe Terenziano Di Stefano, candidato sindaco del centrosinistra, è il nuovo sindaco di Gela. E’ la dimostrazione che quando il centrosinistra sceglie candidati di qualità, c’è un progetto chiaro per la città e e i partiti compiono scelte di spessore nella composizione delle liste,viene premiato dagli elettori”. Lo dichiara il segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo a proposito delle amministrative a Gela.

Il componente della segreteria nazionale dei Dem Peppe Di Cristina è soddisfatto per la grande vittoria del Centro Sinistra.

” Si apre una nuova Stadgione per Gela.
Il dato Del Pd dimostra che è un Partito vivo e che nel campo largo possiamo battere le destre” – dice mentre si fa fotografare con il leader del M5S Nuccio Di Paola con cui condivide l’idea del campo largo.

Continua a leggere

Flash news

Chiuse le elezioni del 2024:Terenziano Di Stefano sindaco con un eccezionale 61%

Pubblicato

il

Alle 18.15, poco più di tre ore dopo l’avvio dello scrutinio, è arrivato il risultato definitivo.

Terenziano Di Stefano è sindaco con 13.717 voti pari al 61% contro il 39% di Grazia Cosentino che ha ottenuto 8.739 voti. Le schede bianche sono state 66, quelle nulle 260.

Una vittoria schiacciante e fuori da ogni previsione in questi termini. Per il centrodestra una sconfitta pesante che evidenzia che la coalizione non c’è a Gela ed è da rifondare. Colpa dei traditori della coalizione? L’errore è stato scegliere un candidato tecnico? Il non avere fatto una scelta condivisa dal territorio ma maturata nei salotti palermitani? Queste ed altre cose dovranno chiedersi gli sconfitti.

Nella coalizione di Di Stefano gli riconoscono di aver saputo tenere unito il gruppo ma anche di aver saputo parlare al cuore della città.Una vittoria degli alleati ma prima di tutto del candidato.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852