Seguici su:

Sindacale

A rischio 13 finanziamenti comunitari con 200 mln

Pubblicato

il

Caltanissetta – Sos dei sindacati Cgil, Cisl e Uil: sono a rischio 13 finanziamenti comunitari con 200 milioni disponibili per i comuni Fua della Sicilia centrale.

Anche la proroga sta scadendo. In ballo ci sono importanti risorse economiche che possono dare ossigeno a un territorio in difficoltà

I comuni dell’area nissena hanno a disposizione una potenza economica che stenta però a diventare opportunità.

Alla collezione delle occasioni mancate rischia di aggiungersi l’Area Urbana Funzionale della Sicilia centrale della quale fanno parte Caltanissetta, Delia, Enna, San Cataldo, Santa Caterina Villarmosa, Serradifalco e Sommatino. Il tempo a disposizione per i dovuti adempimenti sta scadendo. La Regione Sicilia ha prorogato i termini fino al 31 luglio e non tutti i comuni aderenti li hanno rispettati, accusando un pericoloso ritardo.

“Siamo seriamente preoccupati – affermano i dirigenti sindacali di Cgil, Cisl, Uil, Rosanna Moncada, Emanuele Gallo, Salvatore Guttilla – in ballo ci sono investimenti che possono accrescere la competitività, l’attrattività, la transizione ecologica e digitale delle aree individuate nonché dare un forte impulso economico. L’Unione Comuni Fua di Caltanissetta deve accelerare i processi per salvare quelle risorse economiche che sono ossigeno”.

“Non è accettabile – continuano i sindacalisti – che si proceda senza tenere conto delle scadenze. Non si lancia un bel segnale ai cittadini che rischiano di pagare cara l’inefficienza della macchina pubblica. In forte pregiudizio ci sono investimenti e occupazione. Non esistono altri modi per invertire un trend negativo che si specchia nel declino demografico e nella desertificazione di intere aree regionali causata dell’abbandono della propria terra”. “Bisogna esser consapevoli, sul tavolo dell’economia la Sicilia centrale può giocarsi le carte dell’agroalimentare, del turismo, della bellezze naturali e architettoniche. Come sindacati siamo disponibili al confronto produttivo ma auspichiamo un serio impegno che scongiuri il mancato avvio del Fua Sicilia centrale che, fino ad oggi, ha incorporato entusiasmo, ritardi, schermaglie politiche. Gli ultimi due elementi alla causa non servono proprio”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sindacale

Antonio Stagno nuovo segretario della Fit Cisl di Ag, Cl, En

Pubblicato

il

Caltanissetta -Un giovane sindacalista alla guida della Fit Cisl Agrigento Caltanissetta Enna,  la federazione che rappresenta le lavoratrici e i lavoratori dei trasporti, dell’ambiente e dei servizi. Antonio Stagno, 31 anni dipendente di Mercitalia S&T e’ stato eletto dal gruppo dirigente, a Caltanissetta, alla presenza del Segretario Generale della Fit Sicilia, Dionisio Giordano e della sua segreteria e della Segretaria Generale della Ust Cisl AgClEn, Carmela Petralia e i suoi componenti di segreteria.

Nel ringraziare il gruppo dirigente e il supporto della segreteria regionale della Fit Sicilia e della ust Agrigento Caltanissetta Enna, Stagno ha ribadito l’impegno di essere sempre più a fianco delle persone che la federazione rappresenta, offrendo supporto continuo e lottando per miglioramenti concreti alle loro condizioni di lavoro. Questo include il rispetto del CCNL, garantire le normative sulla sicurezza e risolvere le dispute in modo rapido ed efficace. Il giovane sindacalista aggiunge: “il mio impegno sarà massimo per migliorare il benessere dei lavoratori e delle lavoratrici, non solo nel settore ferroviario ma anche in tutti gli altri che mi onoro di rappresentare”. 

“Oggi è una giornata importante”, ha dichiarato Carmela Petralia , Segretaria Generale della Cisl Agrigento Caltanissetta Enna, “la federazione della Fit del territorio si dota di un giovane e competente sindacalista, che sono certa saprà costruire un percorso nuovo. Con idee innovative e massimo impegno Antonio saprà  affrontare le tante sfide che lo attendono nei nostri territori. E’ importante dare ai giovani fiducia affidando loro dei ruoli di responsabilità, così come sta facendo la FIT Cisl. La Cisl crede molto nel valore delle nuove generazioni e nella loro inclusione e promozione nei luoghi di lavoro”.

“Quella di Antonio Stagno”, dichiara Dionisio Giordano, Segretario Generale dela Fit Sicilia, “giovane sindacalista della federazione cislina dei trasporti, e’ un’elezione in netta controtendenza con il pensiero generalizzato di chi afferma che la rappresentanza sindacale del mondo del lavoro non appassiona i nostri giovani. Il neo segretario della fit cisl ha da poco concluso la sua formazione sindacale, il centro studi di Fiesole l’ultimo modulo formativo. Appartenza, competenza e passione, questo e’ lo spirito con cui la Fit Cisl e’ a servizio delle lavoratrici e dei lavoratori dei trasporti e dei servizi ambientali in Sicilia

Continua a leggere

Flash news

I sindacati:”Fuori la politica dalla sanità”

Pubblicato

il

Fuori la politica dalla sanità”. A chiederlo con una nota unitaria sono i sindacati Cisl Fp, Fp Cgil, Uil Fpl, Nursing Up, Fials, Nursind a firma, rispettivamente, di Antonino Guagenti, Monica Genovese, Lino Salanitro, Pietro Di Prima, Gioacchino Zuppardo e Giuseppe Provinzano.

Un intervento che arriva nel giorno delle elezioni Amministrative ed Europee a condannare fermamente “la nefasta ingerenza politica, completamente avulsa da logiche meritocratiche, che manipola il sistema sanitario per incasellare ciascuno in una preordinata casella”.

“Le ‘clientele’ e le ‘soggezioni agli interessi delle varie corporazioni’ dominano nel grande affare della sanità, compromettendo la qualità del servizio e la dignità dei lavoratori – dicono ancora nella lettera i sindacati -. La politica, che si lascia dominare e troppo spesso decide di non decidere per evitare costi elettorali, deve fare un passo indietro. È ora di lasciar lavorare i direttori che si susseguono senza condizionamenti politici, per garantire una gestione basata sulla professionalità e sulla competenza. Uniti – concludono – chiediamo rispetto per il nostro lavoro e per la salute pubblica”.

Continua a leggere

Flash news

I sindacati convocati per l’11 Giugno alla Regione su riforma forestale

Pubblicato

il

Fai-Flai-Uila Sicilia sono state convocate per martedì 11 alle 10 nella sede della Presidenza della Regione, all’ordine del giorno la riforma forestale.  Lo rendono noto i segretari generali delle tre organizzazioni sindacali Adolfo Scotti, Tonino Russo e Nino Marino che commentano: “Dopo le proteste di questi mesi, in cui avevamo chiesto più volte l’incontro con il presidente della Regione e assessore ad interim all’Agricoltura Renato Schifani, adesso speriamo di ottenere le risposte necessarie alla nostra richiesta di tempi, risorse e contenuti certi su una proposta di legge ormai irrinviabile.

 I siciliani hanno già dovuto aspettare abbastanza per un provvedimento indispensabile alla tutela ambientale, a partire dalla prevenzione degli incendi boschivi e del dissesto idrogeologico”. 

“In modo responsabile e propositivo – aggiungono Scotti, Russo e Marino – abbiamo sempre, con questo come con i passati governi regionali, offerto la nostra disponibilità al confronto sulla riforma forestale. Esiste ormai da mesi una proposta di legge cui abbiamo offerto il nostro contributo di esperienze e idee, ma resta in attesa di esame in Giunta prima dell’esame definitivo in Aula. Rivendichiamo una norma che faccia uscire l’Isola da un’eterna gestione dell’emergenza che, ribadiamo, non sappiamo a chi faccia comodo ma certamente è disastrosa per i siciliani”.

Ricordiamo, infine, alcuni punti-chiave della bozza di riforma su cui Fai-Flai-Uila hanno espresso apprezzamento: più giornate lavorative per i forestali e più competenze al servizio del territorio e dei siciliani; la creazione di un’Agenzia pubblica regionale con capacità di intervento anche al di fuori del bosco per la tutela e il miglioramento ambientale, la prevenzione del dissesto idrogeologico e degli incendi, la cura di parchi e siti archeologici oltre che di fiumi, torrenti e laghi.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852