Seguici su:

Attualità

Al senologo Ristagno il riconoscimento del Comune di Gela

Pubblicato

il

Il premio nazionale Laudato Medico porta decisamente bene a Gela. Nel 2020 era stata la dr.ssa Valentina Territo a portare in alto il nome della città, quest’anno un’altra eccellenza gelese nel campo della medicina è riuscita a distinguersi e ad entrare nella rosa dei 12 medici, di cui due siciliani, della quinta edizione del “Riconoscimento Umberto Veronesi al Laudato Medico”. Si tratta del chirurgo gelese Maurizio Ristagno, che opera nella Breast Unit dell’ospedale “Vittorio Emanue-le” e che è stato segnalato per la propria disponibilità e la capacità di ascolto, per la chiarezza nelle comunicazioni, l’empatia e il sostegno alle donne in cura. Il dr. Ristagno è stato ricevuto questa mattina a Palazzo di Città dal Sindaco Lucio Greco, grazie all’impegno del consigliere Rosario Faraci, presente all’incontro.

Il Premio Laudato Medico, lo ricordiamo, è promosso da “Europa Donna Italia” e richiama a Milano gli specialisti che operano nelle Breast Unit italiane e che mi-gliaia di pazienti hanno segnalato nel mese di ottobre, tra i più disponibili al dia-logo e all’accompagnamento nel proprio percorso di cura. Le segnalazioni quest’anno hanno raggiunto il numero record di 4.929 in 4 categorie, tutte essen-ziali per un approccio multidisciplinare e vincente del modello Breast Unit per la cura del carcinoma mammario: chirurghi, oncologi, radiologi e radioterapisti.

“E’ un premio che, ancora una volta, – afferma Greco – incorona la Senologia del Vittorio Emanuele come un’eccellenza, una punta di diamante nel panorama della sanità siciliana e nazionale, affidata ad un professionista che tutti stimiamo quale il prof. Giuseppe Di Martino. Al dr. Ristagno le mie congratulazioni e quelle di tutta la giunta. Ritengo fosse giusto dare risalto a questo premio, che è sinonimo di buona sanità e dimostrazione del fatto che a Gela ci sono grandi medici che fanno grande medicina e che seguono un brillante percorso professionale. Come amministrazione, vogliamo dimostrare la nostra stima e la nostra gratitudine ed essere vicini a queste eccellenze, nell’interesse della comunità locale, e continuare a lavorare in sinergia affinché la Breast Unit continui a crescere e a dare risposte valide e immediate a tutto il comprensorio”.
Nel ringraziare per l’accoglienza ricevuta, Ristagno ha avuto bellissime parole nei confronti della città e dell’ospedale Vittorio Emanuele. “Sono fiero di essere cittadino gelese – ha detto – e di poter lavorare per e nel mio territorio. Qui sono nato e cresciuto, qui ho scelto con mia moglie di far crescere qui i miei figli, perché ci credo e lavorare nell’ospedale della mia città al fianco del dr. Di Martino mi inorgoglisce. Un ringraziamento speciale, naturalmente, a tutta la squadra della Breast Unit, senza la quale non avrei potuto raggiungere questo importante traguardo”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Comitato di San Giacomo pulisce la scalinata – letamaio

Pubblicato

il

In una città sporca, invasa da erbacce in centro come in periferia, quando le segnalazioni e richieste d’intervento all’ente pubblico restano lettera morta, ecco che arriva l’azione volontaria dei comitati di quartiere o di semplici cittadini a mettere una pezza.Iniziative “fai da te” che si stanno diffondendo a macchia d’olio. Ieri mattina è sceso in campo il comitato di quartiere di San Giacomo: alcuni componenti con scope, palette e sacchetti hanno liberato da erbacce e rifiuti la scalinata di via Giufrida agli angoli con le vie Gioberti e Rattazzi. L’immagine di letamaio , evidente nella foto scattata prima dell’intervento ” fsj da te” è stata cancellata dalla buona volontà dei cittadini.

Continua a leggere

Attualità

Luigi Costa nuovo presidente del Lions del Golfo di Gela

Pubblicato

il

Un direttivo giovane attento alle tradizioni del Protocollo. Con lo sfondo imponente del Castello di Falconara, si è tenuta la XVII CHARTER del Lions Club del Golfo di Gela. Dopo la presentazione del cerimoniere, in apertura della serata sono entrati a far parte della famiglia lionistica Gaetano D’ Arma, Paolo Grimaldi e Carmelo Giudice. Il presidente uscente Francesco Trainito ha tracciato un bilancio dell’ anno sociale appena concluso: bilancio positivo nonostante i periodi di restrizioni da pandemia. Il treno di indumenti raccolti in poche ore, la raccolta di occhiali, i momenti culturali con le presentazioni dei libri e tante tante iniziative benefiche che hanno costellato l’ anno di vittorie finalizzate alla solidarietà verso i meno fortunati. Poi il presidente Trainito ha passato il testimone a Luigi Costa che ha presentato il suo giovane direttivo: sarà coadiuvato da Federica Casisi cerimoniere, segretario Francesco Incardona, tesoriere Rosario Spina. Primo vice presidente il Alessandro Guarnera, secondo vice presidente il Maurizio Salerno.

Ecco il momento del passaggio della campana

“Il programma delle attività sarà presentato dopo l’ estate – ha detto il presidente Costa – posso anticipare che, pur mantenendo in linea con le direttive del club internazionale che si apre al mondo, noi cercheremo di occuparci delle criticità del territorio”. Il presidente di zona Benfatti ha fornito i numeri delle attività svolte ed il Governatore Gaetano Cuda ha chiuso la serata esprimendo il suo compiacimento per la nuova organizzazione del club servire. Il direttivo è composto da giovani provenienti dal Leo club di età compresa fra i 30 ed i 35 anni.

Continua a leggere

Attualità

Esami di Stato 2022, dopo gli scritti spazio alle prove orali

Pubblicato

il

È prevista tra lunedì e martedì prossimi la “partenza” degli esami orali della Maturità 2022. Ultimate le due prove scritte, i maturandi sono alle prese con il ripasso finale in vista del colloquio che concluderà il loro percorso di studi. Se la maggior parte delle scuole ha già archiviato gli scritti giovedì, soltanto oggi invece l’esperienza si è chiusa al Liceo artistico “Majorana” diretto da Carmelinda Bentivegna.

Il Miur infatti già da diversi anni ha articolato un esame più ampio per la materia d’indirizzo dei vari corsi dell’Artistico, così gli alunni sono impegnati per 18 ore totali divise in tre giorni, nei quali hanno dovuto ideare, impostare e progettare un’opera d’arte, relazionando poi sul significato dell’opera stessa e la sua eventuale futura ambientazione.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852