Seguici su:

Flash news

Allenamenti possibili, ma manca il campo. L’incredibile storia del Volley Gela

Pubblicato

il

Come accade per le categorie sportive d’interesse nazionale, le società iscritte al campionato di Serie C di pallavolo potrebbero allenarsi in attesa della partenza del torneo. Anche in zona rossa. Ma per il Volley Gela il problema non si pone: la squadra allenata da Giacomo Tandurella, infatti, non ha una palestra nella quale svolgere le proprie sessioni d’allenamento. Con il PalaCossiga chiuso da tempo immemore e il PalaLivatino oggetto del restyling curato dalla Meic Services, aggiudicataria del bando promosso dall’ex provincia, soltanto una palestra scolastica potrebbe accogliere la società gelese, sulla scia di quanto accaduto negli ultimi anni. Ma le scuole sono chiuse, le lezioni proseguono in Dad e per questioni di sicurezza non sarà per nulla facile – né adesso, né alla ripresa delle lezioni in presenza – ottenere l’utilizzo di una palestra.

Una situazione che rasenta il paradosso. La Fipav ha comunicato ufficialmente due giorni fa il rinvio dei campionati al prossimo 7 marzo, una data comunque incerta e da valutare di volta in volta alla luce della situazione epidemiologica. Per le giovani giocatrici del Volley Gela, che hanno disputato il primo mese di preparazione atletica (tra settembre e ottobre) al PalaItis di Piano Notaro, la prospettiva di un anno tutto in salita non soltanto a causa dell’emergenza pandemica, ma anche per l’indisponibilità di strutture sportive efficienti e sicure. Uno dei tanti problemi di questa città, mai risolto nonostante gli sforzi e i sacrifici di tante squadre locali e dei loro dirigenti e atleti.

Lo spiraglio però c’è. È in corso nelle ultime ore un’interlocuzione tra il Volley Gela e il dott. Maurizio Melfa, ad della Meic Services, sempre sensibile alle tematiche sportive: nel caso in cui la struttura di Marchitello dovesse essere pronta per l’eventuale inizio del campionato, il Volley Gela potrebbe usufruirne.

(Nella foto, la squadra del Volley Gela in un’immagine di qualche stagione fa)

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Scontro tir-auto, si aggrava il bilancio dell’incidente stradale

Pubblicato

il

Si aggrava il bilancio dell’incidente stradale (nella foto di Franco Assenza) che si è verificato oggi pomeriggio sulla statale 626 Gela-Caltanissetta: oltre all’autista del tir, è deceduta anche la donna di 66 anni che era stata trasportata in elisoccorso all’ospedale Sant’Elia.

Troppo gravi le ferite riportate nel sinistro. Lo scontro è avvenuto tra due auto e un tir che è precipitato dal viadotto all’altezza di Capodarso.

L’autista del mezzo pesante, (Cristoforo Volpe, 57 anni, originario di Riesi) è deceduto sul colpo mentre l’anziana è stata trasportata in ospedale in condizioni critiche. Illeso il marito e il conducente dell’altra vettura.

Continua a leggere

Attualità

La Regione da forfait sull’asse attrezzato

Pubblicato

il

Oggi si è svolto il tavolo tecnico per parlare dell’asse attrezzato dell’ex Asi, tratto fondamentale per collegare la zona industriale  alla nuova tangenziale. C’erano il Comune, l’Irsap, il commissario per la tangenziale Raffaele Celia e il sen. Pietro Lorefice che segue da tempo questa procedura.

Mancava la Regione che non ha partecipato neanche in videocollegamento rendendo necessario l’aggiornamento dei lavori. Si è fatto il punto sulla tangenziale.

L’opera ha un valore complessivo di 450 milioni di euro e il governo  deve trovare 79 milioni di euro, a copertura dell’aumento dei costi. Non c’è più il vincolo della gara entro dicembre perché ci sarà una proroga almeno fino a giugno del prossimo anno. Se  tutto filerà liscio  il bando potrebbe essere pubblicato entro fine anno. 

Continua a leggere

Cronaca

Scontro tir-auto, un morto e tre feriti sulla Gela-Caltanissetta

Pubblicato

il

E’ di un morto e tre feriti, il tragico bilancio di uno spaventoso incidente stradale che si è verificato oggi pomeriggio sulla statale 626 Gela-Caltanissetta.

All’altezza di Capodarso, un tir è volato giù da un viadotto per diversi metri dopo essersi scontrato con due auto. Il camionista (originario di Riesi) è deceduto e altre tre persone sono rimaste ferite. Sono gravi le condizioni di una donna, trasportata in codice rosso all’ospedale Sant’Elia.

Gli altri due feriti, sono stati ricoverati all’ospedale Umberto I di Enna. Sul posto è giunto anche l’elisoccorso.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852