Seguici su:

Attualità

Corrao: “Caso biogas di Modica. La Commissione UE verifichi la correttezza delle procedure”

Pubblicato

il

Palermo – A Gela l’ inceneritore ed a Modica l’ impianto di biogas per una Sicilia al vetriolo.

“La battaglia legale che sta coinvolgendo Il caso dell’impianto di biogas di Modica è sacrosanta e fortemente simbolica. E’ vergognoso che per un impianto di tali dimensioni, che andrebbe calibrato su un territorio delicato come quello delle zone rurali della provincia di Ragusa, non ci sia stato uno straccio di valutazione degli impatti. La transizione energetica va fatta con criterio, senza calpestare il patrimonio paesaggistico, archeologico ma soprattutto rispettando la comunità locale. Ho chiesto alla Commissione UE di vederci chiaro e di valutare la sussistenza di violazioni di norme europee”. Così commenta l’eurodeputato Ignazio Corrao del gruppo Greens/EFA al Parlamento Europeo il caso dell’impianto di biogas di Modica in Contrada Bellamagna, al centro di un contenzioso in attesa di pronuncia da parte del CGA Sicilia.  

“Qua stiamo parlando di un impianto di grosse dimensioni – spiega Corrao – che verrebbe realizzato a due passi da un centro abitato, in una zona rurale di pregio, con un patrimonio ambientale, paesaggistico e archeologico enorme. Il tutto senza lo straccio di una valutazione di impatto né di compatibilità ambientale e paesaggistica.  

“Il Comune di Modica  – prosegue l’eurodeputato – ha ritenuto di dover rilasciare l’autorizzazione al progetto sollevando la società dall’obbligo di una valutazione d’impatto ambientale. E questo perché la capacità produttiva dichiarata dall’impresa è di 499 smc/h, appena 1 metro cubo di gas in meno rispetto alla soglia che imporrebbe la VIA. Una scelta quantomeno singolare, poiché il piano paesaggistico la prevede”.

“Questo comporta l’assenza di valutazione su emissioni odorigene, impatto con i nuclei abitati vicini, e anche l’impatto cumulativo, visto che a pochi kilometri è stato autorizzato un altro impianto biogas. Il rischio che intravedo è che dichiarazioni artificiosamente “sotto soglia” possano diventare un espediente per sottrarre un qualsiasi progetto alla VIA”.

“Per questo, ho voluto sostenere l’iniziativa dei cittadini, di Rifiuti zero Sicilia e del Comune di Pozzallo che ormai da anni si battono contro un impianto che potrebbe danneggiare il territorio. E ho chiesto alla Commissione UE di valutare il caso e fare luce su eventuali violazioni, coinvolgendo la Commissione Tecnica Specialistica della Regione Siciliana. La produzione di biogas è fondamentale per la transizione energetica, ma non può essere fatta ovunque, senza criterio, calpestando il patrimonio paesaggistico, archeologico ma soprattutto senza rispettare la comunità locale” – conclude Corrao

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Un sorriso e un raggio di sole per i disabili dell’Aias di Borgo Manfria

Pubblicato

il

Un cantante neomelodico gelese Cristian Giuliani con Saveri, un trapper napoletano di Catania, regaleranno con le loro esibizioni musicali un momento di spensieratezza e di gioia agli assistiti dell’Aias di Borgo Manfria.

L’iniziativa a scopo benefico, e quindi assolutamente gratuita, è stata resa possibile grazie al manager Francesco Catania.

Appuntamento, dunque, Venerdi 21 Giugno 2024 ore 10.00, a l’A.I.A.S. di Borgo Manfria-Gela con questa bellissima iniziativa per donare un sorriso e un raggio di sole ai disabili di Gela.

Continua a leggere

Attualità

Finanziato asilo nido per 2,5 milioni

Pubblicato

il

Il sindaco uscente Lucio Greco ha reso noto che Gela si è piazzata in posizione utile nella graduatoria che riguarda il finanziamento di nuovi asili nido.

Il progetto finanziato riguarda la riconversione in asilo nido di un edificio esistente in contrada costa Zampogna.

Il finanziamento ha un importo di 2.520,00 € e l’appalto è previsto entro il prossimo ottobre.

Continua a leggere

Attualità

Ztl, da domani in centro, da giovedì al Lungomare: gli orari

Pubblicato

il


Parte da domani la Ztl in centro storico e da giovedì anche al Lungomare

Domani, mercoledì 19 giugno in Corso Vittorio Emanuele, dalle 18,00 a mezzanotte nel tratto che va dall’incrocio con via Marconi e piazza Martiri della Libertà

Da giovedì 20 giugno a lunedì 30 settembre dalle ore 20,00 alle 02,00 (corso Vittorio Emanuele);

Da giovedì 20 giugno a domenica 15 settembre dalle ore 20,00 alle 02,00 (Lungomare da incrocio tra via Vasile e Bretella Borsellino).

Area pedonale H24 al Lungomare

Riguardo il Lungomare Federico II di Svevia da giovedì 20 giugno e fino al 15 settembre nel tratto tra via Vasile e Bretella Borsellino non si potrà sostare con le auto 24 ore su 24.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852