Seguici su:

Politica

Di Stefano su Argo Cassiopea: ” a che gioco sta giocando il Governo?”

Pubblicato

il

Due giorni fa sulle pagine del quotidiano La Sicilia , partendo dall’analisi di Assomineraria sul ” caso Sicilia” è stata evidenziata la contraddizione profonda del ministro Cingolani che con una mano dice che il gas dello stretto di Sicilia compenserà i vuoti creati dal conflitto russo – ucraino dall’altra pubblica il Pitesai cioè il Piano per la transizione ecologica con le zone in cui di può fare estrazione e quelle in cui no, specie se ricadono su aree protette e con vincoli ambientali. A giudicare da quel piano gran parte delle autorizzazioni decadrebbero. C’è di mezzo pure Argo e Cassiopea. Immediata la reazione dell’assessore allo sviluppo economico Terenziano Di Stefano.

“Il Governo centrale a che gioco sta giocando? – si chiede l’ assessore Di Stefano.
“Non mi preoccupa un’eventuale revoca poiché dal mio punto di vista sarebbe illegittima – dice Di Stefano.mi preoccupa però la confusione sul tema.Se è vero che a pensar male, si fa peccato, non è escluso però che è sempre bene , specie in politica, prefigurarsi lo scenario possibile futuro e non vorrei , né ovviamente si consentirà, che un appesantimento improvviso della procedura possa significare danno per Argo Cassiopea, tenuto conto che, il provvedimento rilasciato dal SUAP del Comune di Gela tiene conto proprio di Natura 2000  e di tutte le norme ambientali ad oggi in vigore”
 ” Stando alla ricostruzione dei fatti e delle documentazioni necessarie – aggiunge- Argo Cassiopea, non potrà subire rallentamenti né tanto meno la revoca dal nostro punto di vista .  Se lo subisse, qualcuno dovrebbe spiegare alla Città di Gela , su cosa è fondato perché allo stato, non esiste un solo motivo legittimo visto che le nostre autorizzazioni, non lo ribadisco a caso, contemplano un parere che fonda le radici su “Natura 2000” e sul “Piano di Gestione”. Di Stefano non vuole procurare allarme ma ritene che il tema non possa esser lasciato in balìa degli eventi né delle novità ch si stanno avvicendando da parte del Ministero competente. Chiede che ci si segga urgentemente intorno ad un tavolo e si faccia il punto.
 “Lo si faccia per fare chiarezza – conclude- per annientare l’ombra di un pericoloso cambio di rotta e lo si faccia  al solo fine di prender parte ad una operazione verità  che, mi sia consentito, non presuppone alcun gioco al quale , è bene ribadirlo, Gela non intende prender parte” .

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash news

I centristi dell’Udc pronti alle elezioni di Butera, Niscemi e Sommatino

Pubblicato

il

I centristi dell’Udc concentrati nell’organizzazione delle elezioni Amministrative della parte sud della Provincia. Un’attività che,- secondo quanto riferisce il segretario provinciale Silvio Scichilone- ha messo in evidenza  la  forte capacità attrattiva che ancora ha il partito». L’Udc ha scelto le sue alleanze guardando ai candidati a sindaco e al programma di governo. A Niscemi a fianco di Massimiliano Conti, l’Udc partecipa con una sua lista che sarà capeggiata dal consigliere ed assessore Aldo Allia. A presentarla c’era, ed ha un significato forte, il capogruppo all’Ars dell’Udc Eleonora Lo Curto. A Butera lo scudo crociato sostiene il progetto civico del candidato Pd Giovanni Zuccalà perchè “unisce soggetti esperienti con giovani leve”. Nella lista al consiglio comunale la dott. Elisabetta Pasqualetto moglie di Scichilone e Filippo Chiolo.
«Sia a Butera che a Niscemi – dice il segretario provinciale – in caso di vittoria dei candidati a sindaco che appoggiamo, l’Udc avrà un assessore in Giunta».
A Sommatino la scelta dell’Udc è stata indirizzata sulla proposta civica del candidato Totò Letizia ed in lista ci sarà Liborio Cravotta.  

Continua a leggere

Politica

Finanziaria ’22: il Pd ottiene il finanziamento per le cure oncologiche

Pubblicato

il

Conferenza stampa nel pomeriggio di oggi in casa PD. Il deputato all’Ars Giuseppe Arancio ha annunciato l’ emendamento approvato nell’ ambito della legge finanziaria 2022 che permetterà di ottenere un finanziamento in favore dell’Asp di Caltanissetta. Il segretario provinciale Di Cristina non ha perduto occasione per rimarcare che si tratta del primo passo per mantenere la richiesta nelle prossime manovre di bilancio se, come sicuramente avverrà, il partito otterrà la rappresentanza.

Il deputato Arancio ha spiegato che l’emendamento servirà a permettere ai pazienti di continuare in loco le cure necessarie ad arginare i danni dei carcinomi mammarie ma non solo, e sottolineando le assenze in aula del presidente della Regione.

ecco il testo all’ art 69

Continua a leggere

Politica

Precari ESA, Mancuso (FI): “La garanzia di 180 giornate lavorative sono un risultato storico. Non si torni indietro”

Pubblicato

il

Palermo: “Durante la discussione della Legge di stabilità regionale ho presentato un emendamento per consentire all’Ente di Sviluppo Agricolo (ESA) di offrire garanzie occupazionali ai propri dipendenti assunti a tempo determinato, corrispondendo per l’intero anno solare, un numero di giornate lavorative pari a 180. Una norma che ritengo di buon senso, le cui coperture possono essere garantire grazie anche alle economie dovute ai pensionamenti. Una norma che assolve a una duplice criticità: garantire i livelli occupazionali per i lavoratori impegnati in tale progetto (anche se il fine ultimo è la definitiva stabilizzazione); promuovere l’agricoltura in Sicilia, vero zoccolo duro di una Regione il cui cuore pulsante dell’economia batte proprio dove la terra è più fertile. Ringrazio l’assessore al ramo, Toni Scilla per l’impegno e il confronto costruttivo che hanno permesso di raggiungere il risultato”. Lo afferma in una nota il deputato regionale di Forza Italia, on. Michele Mancuso.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852
Informazioni Pubblicitarie