Seguici su:

Politica

Pisa: perché a Niscemi si deve ‘cambiare pagina’

Pubblicato

il

Stamane le famiglie di Niscemi si sono svegliate ritrovando
nelle proprie cassette postali una lettera aperta ai cittadini inviata dal candidato
Sindaco Dott. Carlo Pisa in cui si raccontano le motivazioni profonde che lo hanno
spinto a scendere in campo per dare alla città un’alternativa migliore rispetto a chi
ha amministrato durante gli ultimi cinque anni.
Cambiamo Pagina è il messaggio e l’invito della lettera del Dott. Pisa, che tocca
vari punti e sensibilità della comunità niscemese, dall’emergenza giovanile a
quella economica (riguardante le difficoltà del comparto agricolo) e sociale,
passando per la riqualificazione urbana e la valorizzazione culturale e territoriale.
Dichiara il Dott. Pisa: “la nostra città vive un declino culturale, economico e sociale
senza precedenti. Carenza di servizi e infrastrutture; mancanza di idee e
innovazione; perdita di valori e tradizione; degrado urbano e sociale. Di fronte a
questo torpore due scelte sono possibili: rassegnarsi al declino oppure Cambiare
Pagina”.
Pochi punti che raccolgono proposte concrete e realizzabili – “un piano dettagliato
di azione, una visione di città che non lasci indietro nessuno, un programma
originale e una squadra di persone al servizio dei cittadini” – per dare ai niscemesi
risposte certe e una speranza di cambiamento.
La candidatura del Dott. Pisa è “espressione della società civile, di una personalità
lontana dai partiti che ha raccolto il sostegno di forze produttive, associazioni,
giovani volontari e cittadini che sono tornati ad appassionarsi alla politica e che
per la prima volta si candideranno per un posto tra le fila del Consiglio Comunale”.
Rinnovare la classe dirigente, riportare contenuti, competenza, dibattito, voglia di
fare ed entusiasmo, è questo l’obiettivo di “Cambiamo Pagina”.
Nei giorni scorsi Carlo Pisa ha incassato il sostegno dei Dem e di alcune
personalità politiche di Centro e Centro.

Ecco la lettera:

“Cari Concittadini,
Sono tempi difficili quelli che stiamo attraversando.
In queste settimane ho ascoltato le storie di tanti di voi. Cittadini umili che lavorano
e fanno di Niscemi una grande comunità. Persone che hanno voglia di mettersi in
gioco, di non piegarsi alla rassegnazione e all’ingiustizia. Una grande famiglia, quella
niscemese, che mi ha spinto a scendere in campo e candidarmi alle prossime Elezioni
Comunali.
Lo sappiamo, la nostra città vive un declino culturale, economico e sociale senza
precedenti. Carenza di servizi e infrastrutture; mancanza di idee e innovazione; perdita
di valori e tradizioni; degrado urbano e sociale. Di fronte a questo torpore due scelte
sono possibili: rassegnarsi al declino oppure Cambiare Pagina.
Se vogliamo Cambiare davvero, non possiamo affidare le nostre speranze al singolo,
le donne e gli uomini che corrono da soli falliscono. Per questo vi chiedo un impegno
per Niscemi, insieme interpreteremo la voglia, la passione e il CORAGGIO delle IDEE.
La speranza di una comunità che crede ancora nel cambiamento e nei progetti concreti
per la nostra città.
Nessuna promessa irrealizzabile ma un piano dettagliato di AZIONE, una visione di
città che non lasci INDIETRO NESSUNO, un programma originale e una squadra di
persone AL SERVIZIO DEI CITTADINI.

Partiamo dai luoghi del cuore e dalle periferie, per affidare ai giovani le chiavi della
città.
A Voi ragazzƏ, di cui nutro ammirazione, mi sento di dire che siete fucina del nostro e
soprattutto del vostro presente. Vedervi partire, non riuscire a istaurare un rapporto
di dialogo e di sincera collaborazione, non poter esperire con passione i vostri
sogni e lasciarvi una città anonima, precarizzata sotto tanti profili da una cattiva
amministrazione della cosa pubblica, è un errore che non possiamo e non dobbiamo
correre.
A Voi cittadini che tornate dal lavoro, a voi che pensate di non farcela, che vivete
nell’incertezza economica, che coltivate la terra con l’amore dei Nostri Padri; a voi che
accudite gli anziani e le persone più fragili; a voi che nonostante le difficoltà andate
avanti, imperterriti dritti per la vostra strada. A voi che avete saputo dire “No”, perché
la Coerenza e l’Onestà sono valori rari e non merce di scambio.
A voi impegnati nello sport e nel sociale, esperienze che arricchiscono la vita e ci
rendono solidali.
A Voi tutti, cari compaesani, chiedo il vostro impegno e la vostra forza d’animo per
scrivere insieme una Nuova Storia”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash news

La maggioranza obbedisce al sindaco ed approva il regolamento su case abusive

Pubblicato

il

La maggioranza del sindaco Greco , sia pure risicata, passa il banco di prova della seduta consiliare sul regolamento sugli immobili abusivi che viene approvato con 11 voti favorevoli , 4 contrari ed un astenuto.Greco aveva detto chiaro e tondo ai suoi la sera prima che non avrebbe tollerato sgambetti e così è stato. Non senza sofferenza. I numeri per fare a meno dell’opposizione ancora non ci sono.Forza Italia era dimezzata e il capogruppo Trainito non è rimasto fino alla fine.Nelle fila dell’opposizione assenti i due consiglieri Scerra e Bennici coinvolti nell’inchiesta ” Avaritia”. La seduta ha vissuto un momento delicato quando il capogruppo di Un’altra Gela Giuseppe Morselli ha presentato un nuovo articolo   il 6 bis che  consente il diritto di abitabilità a chi ha costruito le case abusive facendo leva su una circolare regionale del 2020.C’era il parere contrario della dirigente del patrimonio Simonetta Guzzardi  ( leggi e sentenze puntano sulla demolizione delle case abusive , altri usi sono eccezionali e .molto limitati) mentre il segretario generale ha dato un’interpretazione più possibilista. La maggioranza  è andata avanti sulla sua linea : con dieci favorevoli 4 contrari e 3 astenuti l’articolo più delicato è stato approvato. La maggioranza è uscita dall’aula stavolta senza la solita sconfitta ma i problemi interni restano ancora in primo piano.

Continua a leggere

Flash news

Sammito dopo l’inchiesta “Avaritia” interviene sulla rabbia diffusa contro la politica

Pubblicato

il

“Il mio silenzio, fino ad oggi, su quanto accaduto e che vede coinvolti due consiglieri Comunali dell’assise civica della quale sono Presidente e Don Tandurella ,è silenzio ossequioso nei confronti di chi è naturalmente deputato a svolgere le ordinarie indagini in uno stato di diritto, ed è silenzio ossequioso nei riguardi della Giustizia in quanto tale e in generale che certamente farà il suo corso e farà luce sui fatti”: lo scrive il Presidente del consiglio Totò Sammito riferendosi all’inchiesta ” Avaritia” che ha coinvolto i consiglieri comunali Bennici e Scerra. Sammito aggiunge: “quel che nell’esercizio delle mie funzioni vorrei però dire, senza per questo sconfessare la premessa iniziale che comunque informa in ogni caso il modo di vivere il mio ruolo istituzionale e quindi anche il mio approccio a fatti delicati ,che ben mi guardo dall’analizzare non essendoci ancora alcuna sentenza , è che i fatti che si contestano ai due consiglieri comunali riguardano il presunto esercizio della loro attività professionale e non già politica . La precisazione parrebbe inutile lo so ma registro una rabbia diffusa della popolazione contro la politica locale o la politica in generale la quale, secondo un pensiero per fortuna non dominante, sarebbe sempre sporca e macchiata da ogni forma di attività illecita, delittuosa, criminosa e invece l’assise civica della quale mi pregio esser Presidente, è luogo naturalmente deputato a ricevere le istanze della Città non sempre, lo sappiamo bene, senza scontri anche accesi ma comunque sempre nel rispetto delle regole e sempre orientando l’attività a non intaccare mai qualsivoglia precetto o legge. È evidente , e non potrebbe essere diversamente , che in ogni caso il nostro vivere debba essere improntato ai valori della giustizia alla quale, in ogni caso e per qualsiasi vicenda, io crederò sempre”

Continua a leggere

Flash news

Liti nella maggioranza: Lucio Greco tuona con i comunicati ma nella realtà temporeggia

Pubblicato

il

La seduta consiliare di stasera potrebbe essere una mini verifica della tenuta della maggioranza.

All’ordine del giorno il regolamento sulle case abusive. Greco vuole la sua maggioranza presente ed in grado di approvare un atto che è attenzionato da Prefettura e magistratura.

Il resto della discussione sulle condizioni della maggioranza è rinviato a fine settimana. Non c’era l’assessore Romina Morselli che non vuole avere a che fare con forza Italia mentre c’erano il capogruppo forzista Saro Trainito contro e l’assessore Nadia Gnoffo. Il sindaco ha parlato con entrambe e spera che trovino il modo di una pacifica convivenza politico – amministrativa.Ma per come si sono messe cose, per come la situazione è degenerata, stavolta per il sindaco, temporeggiare e sopportare non sarà una scelta indolore.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852
Informazioni Pubblicitarie