Seguici su:

Flash news

Dopo i Cinquestelle c’è Forza Italia. I big della Giunta Greco e della maggioranza non riescono a far eleggere un gelese all’Ars

Pubblicato

il

L’unico seggio all’Ars conquistato da un gelese è del Cinquestelle Nuccio Di Paola il più votato  (2800 preferenze) ed il primo partito in città è il M5S. Altro che spacciati.

Al secondo posto, a quota 2500 voti , si è piazzato per la lista degli Autonomisti di Raffaele Lombardo, il dott. Rosario Caci che era sostenuto dal vicesindaco Terenziano Di Stefano, dagli assessori Ivan Liardi e Romina Morselli, dai consiglieri Rosario Faraci, Davide Sincero, Diego Iaglietti , Valeria Caci e Luigi Di Dio, dall’ex amministratore della Ghelas Francesco Trainito e dai movimenti a loro correlati.

Caci  che ha fatto una buona campagna elettorale, ridà vita agli autonomisti che andranno a sedere in consiglio comunale.

Terzo si piazza Pino Federico con 2200 voti  passato in extremis da Diventerà bellissima alla Nuova Dc di Cuffaro. A sostenerlo c’erano l’assessore Licata e i consiglieri Gabriele Pellegrino e Enzo Cascino.

Supera i 1000 voti il presidente del consiglio Totò Sammito candidato di Forza Italia che va avanti rispetto al deputato uscente Michele Mancuso sostenuto da Nadia Gnoffo , il capogruppo Saro Trainito, i consiglieri  Carlo Romano, Totò Incardona e Giuseppe Morselli.Il leader forzista dimezza i suoi  voti rispetto al 2018 ma ha un partito che è il primo del centrodestra.

La niscemese forzista Cirrone Cipolla senza apparati prende a Gela 300 voti. Così Forza Italia è il secondo partito in città.

La Giunta Greco però non riesce a portare un gelese all’Ars e questo dovrebbe fare riflettere.

Dietro Forza Italia c’ è Fratelli d’Italia che ha una maxi crescita rispetto a 5 anni fa ottenendo il 13% dei consensi  ma 1500 voti non bastano a Totò Scuvera sostenuto dal partito locale e da tre consiglieri comunali per essere eletto ma per dare il seggio al partito sono preziosi. 

Può considerarsi un exploit, visto l’andazzo nazionale e al Sud del partito, il dato del leghista Roberto Alabiso che  sfiora quota mille con una campagna elettorale in sordina. 

Il Pd con Peppe Di Cristina va al 10% ma la risposta tiepida di Gela (1500 voti) non consente ai Dem di mantenere il seggio di Giuseppe Arancio e lo stesso Di Cristina si è dimesso da coordinatore provinciale.

Poco significativo il dato del terzo polo con i 500 voti di Carmelo Migliore. Renzi e Calenda non hanno fatto breccia nell’elettorato locale.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash news

Si è dimesso il coordinatore provinciale della Lega

Pubblicato

il

Un messaggio di poche righe inviato al commissario regionale sen.Claudio Durigon: Loreto Ognibene ha rassegnato le sue missioni da commissario della Lega nella provincia di Caltanissetta.

Non ci sono spiegazioni sui motivi delle dimissioni nella scarna lettera inviata al luogotenente di Salvini in Sicilia. Ma quello che è avvenuto è sotto gli occhi di tutti.A Gela in particolare c’è stato lo strappo a seguito del sostegno a Grazia Cosentino voluto da Ennio di Pietro e Emanuele Alabiso mentre Spata non era d’accordo e il commissario provinciale non sembra abbia potuto avere voce in capitolo nonostante fosse stato nominato meno di un anno fa per gestire le fasi delle elezioni nel Nisseno. Quello che si percepisce è che la Lega nel Nisseno sarà collegata all’on. Sammartino.

Continua a leggere

Flash news

Di Paola:”assurdo che il PD non sostenga i nostri candidati”

Pubblicato

il

“Condivido quanto affermato oggi dal presidente Giuseppe Conte. Noi appoggiamo quasi dappertutto sindaci uscenti del Pd, ma il Pd non appoggia nessuno dei nostri. Un esempio per tutti? Caltanissetta, dove non c’è ancora l’appoggio per il nostro sindaco uscente Roberto Gambino. È incredibile che a Gela saremo insieme a sostegno dello stesso sindaco e a Caltanissetta, grosso capoluogo di provincia, il Pd non metta nemmeno il simbolo a sostegno di nessun candidato. Stessa storia anche a Castelvetrano, dove corre il nostro sindaco uscente Enzo Alfano senza l’appoggio del Pd. E tutto questo mentre noi negli anni passati abbiamo sempre appoggiato loro proposte. Se la destra continuerà a vincere nei comuni, i siciliani che sperano nell’agognato cambiamento sapranno chi dovranno ringraziare”.

Lo afferma il coordinatore regionale M5S per la Sicilia, Nuccio Di Paola.

C’è da dire che a Gela l’appoggio del PD ad un candidato civico cioè Terenziano scelto da Di Paola è arrivato solo ieri dopo un mese di travaglio ed un dirigente del PD Miguel Donegani si è candidato in contrapposizione

Continua a leggere

Attualità

Colta da infarto, strappata alla morte ringrazia i soccorritori e i medici

Pubblicato

il

Colta da infarto viene soccorsa immediatamente dai volontari della Protezione civile ProCivis guidata da Luca Cattuti. Al pronto soccorso si rendono conto subito della gravità della situazione e la donna viene trasportata a Caltanissetta. Un intervento tempestivo e professionale che le ha salvato la vita.

Ora la donna ha voluto ringraziare tutti e lo ha fatto sia pubblicamente che con messaggi privati agli interessati.

“Vorrei solo pensare che sia stato solo un brutto sogno scrive nel suo profilo social-
martedì mattina Dio mi ha fatto rinascere. Ringrazio Dio …ringrazio chi mi è stato vicino.Nei momenti difficili si capisce il valore delle persone”

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852