Seguici su:

Flash news

Il sindaco difende l’operato della commissione Sic Zps

Pubblicato

il

«La Commissione Sic Zps del Comune si riunisce regolarmente e non risulta a verità che le pratiche siano ferme. L’ultima seduta risale al 21 novembre, appena due giorni fa. E nel 2023 si sono tenute 17 sedute in appena 10 mesi di attività».

Lo dice il sindaco, Lucio Greco, rispondendo ai rilievi esposti attraverso alcune testate giornalistiche locali dalla consigliera comunale Virginia Farruggia in ordine all’attività della commissione.

Secondo i dati forniti stamane dagli uffici, la commissione, nel 2023, ha esaminato 48 pratiche a fronte di un carico complessivo di circa 70 progetti. L’arretrato – dovuto prevalentemente a pratiche del Suap – è stato interamente smaltito. In atto, all’esame della commissione, vi sono soltanto le pratiche correnti.

«Voglio precisare – dice il sindaco – che l’istituzione della commissione e le sue competenze rispondono a precise norme di legge. Non è stata istituita certo per rallentare o bloccare l’iter dei progetti. Anzi, posso affermare che questo organo tecnico scientifico ci consente di superare diverse difficoltà e sbloccare interventi che riguardano quasi sempre iniziative imprenditoriali. Attività che ci stanno particolarmente a cuore».

Si tenga presente che la commissione è costituita da nove componenti, quattro dei quali sono docenti universitari che devono viaggiare per raggiungere Gela. Questo, talvolta, comporta che il numero minimo non venga raggiunto e che la seduta possa essere rinviata.

«Ma i dati forniti – dice il sindaco – sgomberano il campo da tentativi di strumentalizzazione: la commissione lavora e lo fa proficuamente. Stiamo, inoltre, provvedendo a un ulteriore snellimento. Il nuovo regolamento prevede infatti la riduzione del numero dei componenti, che passerà da nove a cinque. La commissione però manterrà elevatissima competenza scientifica atteso il delicato compito che è chiamata ad assolvere».

Il nuovo regolamento è alle ultime fasi istruttorie e sarà inviato appena possibile all’esame del consiglio comunale.

Sempre nell’ottica dello snellimento delle pratiche, d’ora in poi, la competenza della commissione riguarderà solo gli interventi più significativi, lasciano fuori e quindi al solo esame dell’ufficio, le opere cosiddette minori (es. logge, balconi, tettoie, gazebo).

Quanto, infine, alle lagnanze formulate dal responsabile della riserva naturale del Biviere di Gela, si rappresenta che tutti i progetti, nessuno escluso, vengono già inviati preliminarmente al gestore della riserva e che solo dopo questo passaggio formale possono accedere all’esame della commissione. Anche perché tutti i provvedimenti finali che riportano l’esito della valutazione, vengono anch’essi inviati alla Lipu, ente gestore del riserva naturale Biviere di Gela. Sempre, nessun progetto escluso. 

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Presentata la prima edizione del premio artistico-letterario “Federica Psaila”

Pubblicato

il

Al via la prima edizione del premio artistico-letterario “Federica Psaila”. Sarà dedicata alla promozione della “cultura dell’unità e della fraternità dei popoli” la manifestazione promossa dall’Associazione Ex Allievi del Liceo classico “Eschilo” e dedicata alla giovane dottoranda gelese, prematuramente scomparsa nel dicembre 2022.

Una ragazza innamorata dello studio, della cultura, della sua terra d’origine e del viaggio, inteso come strumento per conoscere e accogliere, scoprire e amare. Proprio il tema del viaggio e del multiculturalismo dovrà essere approfondito dai partecipanti attraverso le due sezioni proposte dal premio, quella dedicata alla narrativa e un’altra dedicata al fumetto.

«L’impegno e la dedizione di Federica meritano di essere conosciuti da tutti – ha detto la presidente dell’associazione Ex Allievi del Liceo classico, Maria Grazia Falconeri -, ed è per questo che abbiamo deciso di istituire il premio che avrà cadenza biennale». A presiedere le due giurie saranno il preside Corrado Ferro, dirigente del Liceo classico dal 2005 al 2012, e il maestro Giovanni Iudice, pittore di fama internazionale.

Di Valentino Granvillano il lavoro di coordinamento tecnico e inserimento del bando nelle piattaforme dedicate ai concorsi nazionali. La prima edizione del premio è stata presentata questa mattina nei locali del Liceo classico, diretto da Maurizio Tedesco, alla presenza dei familiari di Federica Psaila che hanno partecipato con commozione, sostenendo l’iniziativa e le sue finalità.

(Nella foto d’apertura, da sinistra: Giovanni Iudice, Valentino Granvillano, Maria Grazia Falconeri e Corrado Ferro. Nella foto sotto: i familiari di Federica Psaila presenti alla conferenza stampa; nell’ultima foto, Federica Psaila)

Continua a leggere

Attualità

Schifani nominato commissario straordinario per nuovi impianti dei rifiuti

Pubblicato

il

Il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani è stato nominato, con decreto del presidente del Consiglio dei ministri, commissario straordinario per il completamento della rete impiantistica integrata del sistema di gestione dei rifiuti. L’incarico avrà una durata di due anni ed è prorogabile o rinnovabile.

La nomina arriva dopo l’approvazione della relativa norma nell’ambito del “decreto energia”.

Tra gli obiettivi previsti “la riduzione dei movimenti di rifiuti e l’adozione di metodi e di tecnologie più idonee a garantire un alto grado di protezione dell’ambiente e della salute pubblica”, oltre alla realizzazione e localizzazione di nuovi impianti di termovalorizzazione.

Continua a leggere

Cronaca

Dimessa due volte dall’ospedale, presentato esposto per la morte di una paziente

Pubblicato

il

Chiedono che si faccia piena luce sui fatti i familiari di Silvana Perticone, 56 anni di Niscemi, deceduta lo scorso 21 febbraio all’ospedale Guzzardi di Vittoria. I congiunti hanno presentato un esposto indirizzato all’autorità giudiziaria attraverso una denuncia ai Carabinieri.Per due volte, nell’arco di ventiquattr’ore, lunedì 19 e martedì 20 febbraio, la donna è stata condotta all’ospedale di Caltagirone in preda a forti dolori intestinali e vomito e per due volte è stata rimandata a casa, dimessa con la prescrizione di una cura domiciliare, che tuttavia non ha dato alcun effetto: la donna continuava a vomitare e a stare male. Non sortendo alcun risultato i medicinali prescritti, la donna e i suoi cari hanno deciso di rivolgersi al pronto soccorso dell’ospedale di Vittoria, da dove la paziente, dopo le prime visite, è stata indirizzata al nosocomio di Ragusa per effettuare una Tac, al momento non funzionante a Vittoria.L’esame ha dato esiti allarmanti: la cinquantaseienne com’è stato spiegato ai suoi congiunti, è stata riportata subito nel nosocomio di Vittoria per essere operata d’urgenza presso il reparto di Chirurgia.Un intervento chirurgico d’urgenza che però non è bastato a salvarla: il giorno dopo è deceduta.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852