Seguici su:

Politica

L’ ‘arcobaleno sbiadito’ secondo la consigliera Giudice

Pubblicato

il

L’arcobaleno politico del ‘bene della città’ che serve agli interessi partitici ha fallito. Lo sostiene il Consigliere comunale Indipendente di Sinistra Paola Giudice che, alla luce degli ultimi fatti di fine anno, conduce una valutazione di ciò che è stato dell’arcobaleno e di quello che è, sbiadito, senza tono e soprattutto ammantato di voglia di protagonismo senza altruismo.

“L’arcobaleno. Così, due anni fa, alcune forze partitiche nascoste sotto mentite spoglie di lista civica, si sono presentate alla città a sostegno dell’attuale Sindaco Lucio Greco. – dice la Giudice – Dell’arcobaleno che doveva essere un grande laboratorio politico da esportare in tanti altri Comuni non vi è più nulla. Vi è solo la corsa a prendere le distanze dal Sindaco che loro hanno contribuito a far eleggere e nel frattempo litigano sempre e sempre  in nome del “bene comune”, prima di tutto la città che, nel frattempo, affonda, sprofonda, va indietro. Ma la memoria non è corta. Non è corta sulla sanità pubblica, non lo è sul ciclo dei rifiuti e neppure sulla gestione della partecipata.

Gela non ha la necessità di una verifica partitica travestita da verifica politica (vediamo quanti assessori nominiamo o come costruiamo il Cda alla Ghelas) ma di una seria, autorevole e coerente azione POLITICA libera da bugie, inganni ai cittadini, inutili scorciatoie e travestimenti vari. Bisogna dire le cose come stanno, non dire cose che non sono ma semplicemente ciò che è sotto gli occhi di tutti. La commissione regionale sanità è arrivata circa cinque mesi fa all’ospedale di Gela, oltre alle interviste dei deputati (anche e soprattutto gelesi) che ne fanno parte, non si è visto nulla eppure la sanità come il degrado del cimitero Farello non sono temi slegati dalla vita quotidiana, eppure la sanità pubblica non è solo la corsa alla nomina di dirigenti, alla nomina di primari sempre (ovviamente) in nome del bene comune. Non si gioca sui diritti dei cittadini. Non può essere sempre e solo passerella per una perenne campagna elettorale del politico di turno. Chissà  perchè del tanto decantato “bene comune” si sono perse le tracce. L’unica cosa in più che in questi 30 mesi caratterizza il protagonismo dell’arcobaleno mancato sono i comunicati stampa di ex alleati che corrono per altre poltrone, sempre per il bene comune, lo stesso che hanno contribuito a realizzare a Gela.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash news

Importante banco di prova mercoledì per la maggioranza

Pubblicato

il

Un banco di prova importante per la tenuta della maggioranza sarà la seduta consiliare ordinaria di mercoledì sera.

L’ordine del giorno , che già contiene una quindicina di debiti fuori bilancio, sarà integrato con la delibera sul Pef dei rifiuti e quella sulla nuova convenzione della Ghelas multiservizi.Entrambe scadono il 30 giugno. Gli atti hanno ottenuto il parere dei revisori ed ora il presidente del consiglio Totò Sammito è pronto a integrare l’ordine del giorni.Sul Pef il sindaco ha già riunito la maggioranza e non dovrebbe avere sorprese in aula. Sulla convenzione con la Ghelas potrebbe sorgere qualche difficoltà. Una la sollevano i revisori circa la copertura finanziaria per i tre anni previsti dalla convenzione. Greco si aspetta che la sua maggioranza approvi compatta questa delibera. Il momento sotto il profilo politico è cruciale. Tra oggi e domani sarà intanto approvato il bilancio di Ghelas e con esso scadono l’amministratore e il collegio dei revisori.

Continua a leggere

Flash news

Motori accesi per le primarie regionali: si profila una dura battaglia

Pubblicato

il

C’è Caterina Chinnici che partecipa alle primarie siciliane come candidata proposta dal PD e c’è anche Claudio Fava. Entro il 30 giugno si conoscerà il nome del candidato del Movimento Cinquestelle.Sarà ancora e per la terza volta l’on. Giancarlo Cancelleri oggi sottosegretario ai trasporti? O la bandiera pentastellata la porterà il deputato gelese Nuccio Di Paola? Non sono escluse sorprese. In un momento storico difficilissimo , gli eredi di Grillo oggi fedeli a Conti , nella Sicilia in cui la fuga verso Di Maio è stata minima, si potrebbe ipotizzare una scelta diversa dai nomi che circolano da mesi per catturare altre fette di elettorato. In città si scaldano già i motori per le primarie. È’ già in azione il segretario provinciale Peppe Di Cristina con il suo zainetto. Pronto alle primarie per la Chinnici ma anche alla sua corsa personale per un posto all’Ars. È in campo anche l’ex deputato Miguel Donegani.che sostenendo Fava rientra ufficialmente nella politica attiva e misura anche la sua forza. I riflettori locali sono puntati su quello che sarà il dato dei Cinquestelle che a Gela ha Di Paola ormai big del movimento in Sicilia, l’on Ketty Damante e il senatore Pietro Lorefice.Un tris che dovrà garantire i risultati e portarli al tavolo del leader nazionale. Si profila una dura battaglia alle primarie

Continua a leggere

Politica

Il M5S di Caltanissetta sta con Conte

Pubblicato

il

Grande partecipazione di iscritti al M5S alla riunione tenuta alla biblioteca Scarabelli di Caltanissetta in vista della scelta del candidato 5stelle in corsa per le presidenziali22 del fronte progressista. Una trentina gli interventi all’assemblea coordinata dal referente M5S per la Sicilia Nuccio Di Paola. Alla fine è stata approvata una mozione in tre punti che prevede: 1) pieno sostegno al presidente Giuseppe Conte, 2) dare mandato al presidente Conte nel trovare il metodo (compresa la votazione interna) o la sintesi tra tutte le disponibilità avanzate alla candidatura alle presidenziali 2022; 3)pieno impegno nella partecipazione alle presidenziali 2022, dando sostegno al candidato unico del Movimento 5 Stelle.
La mozione impegna il referente regionale a dare seguito ed attuazione a quanto sopra entro il 30 giugno 2022

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852