Seguici su:

Attualità

La Guardia di Finanza ha festeggiato il Patrono San Matteo

Pubblicato

il


Ieri presso la parrocchia San Pietro di Caltanissetta, si è svolta la celebrazione della festività di San Matteo, Apostolo ed Evangelista, proclamato Patrono del Corpo della Guardia di Finanza nel 1934 da Papa Pio XII, la cui ricorrenza ricade il 21 settembre.
La solenne funzione religiosa, presieduta da Mons. Mario Russotto, Vescovo della Diocesi di Caltanissetta – è stata concelebrata dal Parroco Don Rino Dello Spedale Alongi alla presenza della dell’Autorità di Governo il Prefetto di Caltanissetta – dott.ssa Chiara Armenia, del Questore, del Comandante Provinciale dei Carabinieri e del Vicario del Prefetto – dott. Ferdinando Trombadore.


La cerimonia religiosa ha visto la partecipazione, oltre ad una rappresentanza di militari del Comando Provinciale e dei Reparti dipendenti anche dei soci delle Sezioni di Caltanissetta e Gela dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia.


Nell’omelia, il Vescovo ha voluto tratteggiare ed esaltare la figura di Levi divenuto l’evangelista Matteo, il quale non ha esitato alla chiamata “Seguimi” di Gesù. Il Celebrante ha, altresì, ricordato tutti i finanzieri caduti in guerra e nell’adempimento del dovere, esprimendo profonda gratitudine al Corpo per i brillanti risultati di servizio conseguiti nel territorio nisseno.
Al termine della celebrazione eucaristica, con sentita partecipazione è stata data lettura della “Preghiera del Finanziere”, con la quale le Fiamme Gialle nissene hanno voluto rinnovare il proprio atto di affidamento e protezione al loro Patrono San Matteo e di obbedienza e fedeltà alla Patria nell’assolvimento dei doveri quotidiani.


Nel breve intervento conclusivo, il Comandante Provinciale, dopo essersi soffermato sul profondo significato del “raggio di luce” sul dipinto del “Martirio di San Matteo” del Caravaggio, ha voluto esaltare il valore della “trasparenza”, ringraziando pubblicamente il Vescovo Mons. Russotto, il Prefetto di Caltanissetta – dott.ssa Chiara Armenia per la costante vicinanza alle Fiamme Gialle nissene, don Rino della parrocchia San Pietro, le Autorità tutte intervenute e i militari del Corpo in servizio per il quotidiano impegno profuso nelle innumerevoli attività operative e, non ultimi, i finanzieri in congedo testimoni e custodi delle tradizioni e dei valori della Guardia di Finanza.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

La Verga di Caltanissetta prima al concorso di comunicazione

Pubblicato

il

Caltanissetta- Si sono classificati primi nel loro girone con uno spot di comunicazione sociale intitolato «La città di tutti … una città per tutti».

Sono cinque tra alunne e alunni della sezione E del primo anno della scuola media Giovanni Verga dell’Istituto Comprensivo Antonino Caponnetto di Caltanissetta.

Superata la fase interregionale dell’edizione 2024 del Digital Changemaking Contest che si è svolta lo scorso marzo al Real Collegio di Lucca, gli alunni della scuola Verga guidata dal Dirigente Maurizio Lomonaco, ritorneranno nella cittadina toscana il 29 e il 30 maggio prossimo per partecipare alla fase nazionale del contest che decreterà i Best Digital Changemakers 2024.

Continua a leggere

Attualità

A Ragusa lutto cittadino per la morte di Leone

Pubblicato

il

Ragusa – Dalle 15:30 alle 16:30 di domani, venerdì 19 aprile, in concomitanza con la celebrazione dei funerali del maestro Giuseppe Leone che si svolgeranno nella Cattedrale di San Giovanni, Ragusa sarà in lutto cittadino. Ad annunciarlo il sindaco Peppe Cassì.

“In segno di rispetto per le esequie, è stato stabilito di esporre le bandiere a mezz’asta in tutti gli edifici pubblici e di sospendere le manifestazioni pubbliche eventualmente in programma in quell’arco di tempo. Invito inoltre tutti i ragusani, le attività commerciali, le organizzazioni di qualsiasi tipo e le scuole attive a sospendere le proprie attività in quella fascia oraria per unirsi simbolicamente in un piccolo momento di raccoglimento”.

Continua a leggere

Attualità

Comune di Butera mette all’asta borgo Guttadauro

Pubblicato

il

Butera – C’è tempo fino al 26 aprile per presentare l’offerta al Comune per acquistare il borgo fantasma.

L’amministrazione municipale, guidata dal sindaco Giovanni Zuccalà,ha messo all’asta con un prezzo di base di 716 mila euro il borgo Guttadauro dedicato ad un capitano fascista gelese.

Il borgo fu costruito nel 1940 ( con la piazza centrale, la chiesa, la scuola,la caserma dei carabinieri e varie strutture) ma è stato subito abbandonato e tutto è un rudere.

Il Comune di Butera ne ha avuto la proprietà nel 1970 ma non ci sono fondi per un intervento massiccio. La decisione presa è di vendere.

 

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852