Seguici su:

Flash news

Servizio rifiuti in house: dibattito delicato, l’opposizione diserta e poi manca il numero legale

Pubblicato

il

Seduta sul servizio dei rifiuti: l’opposizione diserta i lavori .La decisione di passare al servizio in house l’ha presa l’assemblea della Srr con la contrarietà mia e del sindaco di Riesi: lo ha detto il sindaco durante il suo intervento in aula sul nuovo servizio di raccolta dei rifiuti alla presenza dei lavoratori della Tekra.

Greco ha ripercorso le vicende pregresse,il suo tentativo fallito di costituire l’Aro per gestire il servizio in autonomia per evitare le problematiche che si stanno vivendo oggi.

Ha detto inoltre che la Srr non ha voluto accettare di bandire la gara solo per Gela. Ora si è sulla soglia del servizio in house. Il sindaco per rassicurare le maestranze ha voluto subito incontrare i sindacati anche se non aveva l’obbligo di farlo. La vicenda dei lavoratori la devono curare la Impianti , la Srr e i sindacati ma Greco il rapporto con i sindacati lo ha voluto perché è fondamentale per l’amministrazione tutelare i lavoratori.

” Stiamo cercando tutte le soluzioni più idonee per i lavoratori – ha detto il sindaco – mi sento più forte insieme ai sindacati. Non sarà facile ma non ci scoraggiamo”.

“Comprendo le preoccupazioni dei lavoratori che sono le nostre- ha aggiunto rivolgendosi agli operatori ecologici – ma stiamo lavorando insieme per superare gli ostacoli”

Del progetto sul servizio ha detto che si è lavorato come il sarto che deve fare un vestito su misura.Prevede premialità ed isole ecologiche.

Il consigliere Faraci ( Una buona idea) ha detto che il capitolato è convincente. Ma poi il consigliere Cascino ( nuova Dc ) ha evidenziato che mancava il numero legale. È scattato il nervosismo in aula con i lavoratori agitati ed in protesta. In via eccezionale ( era una seduta ordinaria) il presidente ha consentito ad un sindacalista di intervenire. Ha parlato Luca Faraci di Usb evidenziando che l’incontro del 22 sull’argomento era spostato per il 27. L’ 1 ottobre saremo con la Impianti? Se si, come si fa se non c’è nulla solo una bozza di bando? Faraci ha chiesto se ci sarà proroga alla Tekra dopo il 30 settembre o i lavoratori saranno assunti con agenzia interinale .Ha infine invitato al controllo della pianta organica.

” O le cose sono fatte bene o noi sindacati dobbiamo esporci per i lavoratori”- ha aggiunto il sindacalista.

“Il servizio non si può interrompere per legge – ha detto Greco – quindi continuerà”

Le decisioni saranno prese nella riunione del 27 settembre. Poi è mancato il numero legale con soli 12 consiglieri presenti.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

In libreria “La figlia del maresciallo”

Pubblicato

il

E’ un romanzo da leggere tutto ad un fiato, il lavoro scritto dalla comisana Margherita Lanza, dal titolo “La figlia del maresciallo”.

Un’opera coinvolgente che racconta la quotidianità della fotografa forense Adele De Lancia figlia, appunto, di un sottoufficiale dell’Arma, coinvolta nelle indagini scaturite da alcuni brutali omicidi di alcune giovani vittime.

Margherita Lanza, 27 anni, diplomata al Liceo Classico di Siracusa “Gargallo”, è appassionata di scrittura e fotografa e negli ultimi anni ha ricoperto il ruolo di direttore tecnico, regista e fotografa per l’emittente “Prima Tv”.

Continua a leggere

Attualità

Tornano anche quest’anno in città le mele di Aism

Pubblicato

il

L’Associazione italiana sclerosi multipla ha proposto anche quest’anno l’iniziativa dedicata alle Mele di Aism, per supportare le attività di ricerca, cura e sostegno verso i pazienti e i loro familiari. Anche in città una iniziativa è stata proposta presso la sezione gelese dell’Aism, nei locali della Casa del volontariato.

Hanno aderito all’appuntamento solidale anche i club della famiglia lionistica presenti nel territorio: il Lions club Gela host, il Lions club del Golfo di Gela, il Lions club Gela ambiente territorio cultura e il Leo club del Golfo di Gela. Insieme ai volontari dell’Aism locale è stato lanciato l’hashtag #insiemepiùforti, che caratterizza quest’anno l’evento. 

Continua a leggere

Flash news

FdI: “in maggioranza si litiga e si perdono i fondi della manutenzione stradale”

Pubblicato

il

Dai consiglieri di Fratelli d’Itala Vincenzo Casciana e Pierpaolo Grisanti arriva una critica sulla cattiva gestione della manutenzione stradale.

I due consiglieri fanno questa premessa: “Una buona ed efficiente Amministrazione – dicono- guarda alla rete viaria, considerandola come “la cartina di tornasole” per verificare anche il grado di crescita raggiunto dalla propria comunità.
Al giorno d’oggi, la qualità di vita all’interno di una città, si misura dal comfort e dai servizi a disposizione delle persone che vanno a passeggio per le vie del paese. Una cattiva gestione della manutenzione stradale, ha ripercussioni dirette sulla mobilità e sulla sicurezza dei cittadini, poiché strade prive della manutenzione ordinaria sono strade più lente e pericolose e spesso costituiscono un elemento determinante nella dinamica degli incidenti stradali”.


Poi citano il Decreto del Ministero dell’Interno del 14/01/2022 che ha assegnato ai Comuni 300 milioni per la manutenzione straordinaria delle strade comunali, dei marciapiedi e dell’arredo urbano, per gli anni 2022 e 2023. I commi 407-414 dell’art. 1 relativo avviso era stato pubblicato  sulla Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana. Il provvedimento è previsto dall’articolo 1, comma 407, della legge 30 dicembre 2021, n. 234, “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2022 e bilancio pluriennale per il triennio 2022-2024”. Il contributo veniva assegnato ai comuni in base alla popolazione , nel caso specifico Gela rientrava tra quelli compresi tra i 50.000 e i 100.000 abitanti per l’ assegnazione di un finanziamento pari a 160.000 euro.Il contributo per l’anno 2023 è stato assegnato ai comuni in misura pari alla metà del contributo per l’anno 2022.
Lo stesso decreto prevedeva che  gli enti beneficiari erano  tenuti ad iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 30 luglio 2022 per i contributi relativi all’anno 2022 ed entro il 30 luglio 2023 per quelli relativi all’anno 2023, a pena di decadenza, e che, nei casi di mancato rispetto degli stessi termini o di parziale utilizzo, verificati attraverso il sistema di monitoraggio delle opere pubbliche (MOP )”.


“Mentre in maggioranza litigano – continuano i due consiglieri- la citta’ continua a perdere finanziamenti .Alla data odierna non ci risulta nessun cantiere avviato relativo a quel decreto,se l’ inizio dei lavori fosse posticipato , al termine di scadenza previsto,  rischierebbe seriamente il definanziamento , creando l’ennesimo danno all’erario. Fondi persi grazie alla poca competenza tecnica  di chi amministra il Settore Lavori pubblici , il comune avrebbe beneficiato  di un contributo di 160.000 euro per l’anno 2022 e di 80.000 euro per l’ anno 2023 , quel finanziamento avrebbe permesso uno o più interventi di manutenzione straordinaria delle strade comunali, dei marciapiedi e dell’arredo urbano . Ma a chi amministra la Citta’ non sembra interessare, continua a tradire il legittimo desiderio e diritto dei cittadini di avere strade funzionali e decoro nelle zone urbane”.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852