Seguici su:

Attualità

Lanciato SOS sull’erosione della costa

Pubblicato

il

I componenti della VII Commissione Consiliare Permanente  presieduta da Carlo Romano pongono all’ attenzione dell’amministrazione comunale la gravità della situazione  dell’erosione della costa e le gravi  conseguenze che potremmo subire  se non si interviene.
 Il litorale di Gela si trova all’interno della  Unità Fisiografica 8 della Regione Sicilia che va da Punta a Braccetto a Licata,  lunga 72,6 km, insieme ai comuni di Licata, Butera, Acate, Vittoria e Ragusa.   Questo territorio  è fortemente penalizzato dalla erosione delle coste ,  influenzata da un notevole consumo di suolo per  una massiccia presenza di abitazioni,   stabilimenti balneari e turistici, poli industriali e  strade di lungomare a pochi metri dal mare. Anche le opere di difesa (frangiflutti e barriere) hanno creato un disequilibrio con il contesto circostante, con perdita di ingenti volumi di spiaggia. Questa profonda   alterazione  della naturale dinamica litoranea e gli attuali cambiamenti climatici in atto,  stanno inasprendo  il fenomeno della erosione delle coste..  Dalla  foce  del  fiume  Gela  procedendo  verso  il  porto  rifugio  la  spiaggia presenta  una  serie  di  barriere  emerse,    che  in  prossimità  del molo  di  sottoflutto,  a  causa  del  continuo  arretramento,  è  caratterizzata  da  una  forte erosione che coinvolge la strada del lungomare Federico II di Svevia, insufficientemente protetta da una scogliera radente ed in pericolo di crollo con tutte le conseguenze che questa evenienza potrebbe determinare per il nostro territorio.  Ma non è solo il lungomare di Gela ad essere condizionato da questo grave fenomeno , la zona di Manfria sta subendo una grave perdita di spiaggia con gravi conseguenze per l’habitat naturale  e la sicurezza. Per non parlare della zona Macconi e della Riserva del Biviere. Per questo abbiamo incontrato il Geologo Giuseppe Collura il quale ci ha confermato che  il lungomare Federico II di Svevia è già inserito nel PAI della Regione Sicilia e basta compilare e presentare una scheda ReNDis e la procedura per attivare gli idonei interventi potrebbe essere attivata. L’Unità fisiografica 8 deve immaginarsi come un’unica entità poiché tutto quello che succede al suo interno per esempio a Gela, Marina di Butera o Licata si ripercuote su tutto l’equilibrio del suo contesto. La Commissione Consiliare si farà promotrice della costituzione del Contratto di Fiume e di Costa per mettere insieme tutti i comuni che formano l’Unità Fisiografica 8,  come il Contratto  della Val di Noto che raggruppa i comuni del litorale della provincia siracusana che va da dalla città di  Noto fino ad Avola e che potra’ permettere interventi tempestivi e con una visione di insieme nella promozioni di una serie di azioni per la salvaguardia delle nostre coste. La Commissione si rivedrà mercoledì pomeriggio insieme ai dirigenti del comune di Gela ed all’ assessore al ramo per continuare,  insieme all’amministrazione comunale a cercare di programmare interventi atti a prevenire eventuali danni che potremmo subire senza affrontare una tematica così importante come l’erosione della costa.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Movida, ordinanza sindacale per la vendita di alcolici e diffusione musicale

Pubblicato

il

Il Sindaco Terenziano Di Stefano ha firmato una ordinanza sulla vendita di alcol e superalcolici durante la stagione estiva.

Facendo seguito alla direttiva emanata dal Prefetto di Caltanissetta. dopo la riunione del Comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico sul controllo della movida notturna, il Sindaco ha stabilito che in tutto il territorio comunale, fino al 30 settembre :

dalle 23,00 di ogni giorno fino alle ore 6,00 successive, è vietata la vendita e la somministrazione, sia in forma fissa che itinerante, nonché la detenzione ed il consumo in luogo pubblico di bevande alcoliche e superalcoliche, in contenitori in vetro, anche se dispensate da distributori automatici. Il divieto non si applica all’interno dei locali e degli spazi pubblici legittimamente occupati dagli esercizi autorizzati di pubblica somministrazione.

Gli esercenti ai quali si estende il divieto di vendita di bevande alcoliche e superalcoliche, oggetto del presente atto, sono i seguenti:

A) attività di somministrazione di alimenti e bevande, anche in forma temporanea;

B) circoli privati;

C) attività artigianali;

D) attività di commercio;

E) distributori automatici;

    2) vietata la somministrazione e/o vendita di superalcolici nella fascia oraria dalle ore 2.00 alle ore 6.00 di ogni giorno su tutto il territorio comunale;

    Regolamentata anche la diffusione musicale e musica dal vivo

    Fatto salvo il rispetto dei limiti di rumorosità, sia assoluti che differenziali, previsti dalle norme vigenti a carattere nazionale e locale, la diffusione di musica all’interno degli esercizi pubblici per la somministrazione di alimenti e bevande di tipologia,  sia dal vivo che riprodotta, è sottoposta ai seguenti limiti orari:

     – Dal Lunedì al Giovedì fino alle ore 1,00 del giorno successivo, comunque nel rispetto dei valori limite assoluti e differenziali previsti per legge, esclusi i lidi balneari per i quali il limite orario è le ore 2,00 del giorno successivo;

    – Il Venerdì, Sabato e prefestivi, fino alle ore 02,00 del giorno successivo, comunque nel rispetto dei valori limite assoluti e differenziali previsti per legge esclusi i lidi balneari fino alle ore 3,00;

     – La Domenica ed i festivi infrasettimanali, seguiti da giornate lavorative, fino alle ore 01,00 del giorno successivo esclusi i lidi balneari balneari per i quali il limite orario è le ore 2,00 del giorno successivo;

    – Fa eccezione il periodo che va dal 9 al 22 Agosto durante il quale potrà osservarsi l’orario fino alle ore 03,00 del giorno successivo.

    L’attività musicale all’aperto (concerti musicali, intrattenimenti musicali e diffusione di musica mediante appositi impianti, etc.) sia dal vivo che riprodotta, negli spazi sia pubblici che privati, è sottoposta al limite orario delle ore 2,00 del giorno successivo.

    Resta vietato ogni tipo di diffusione musicale all’aperto, con qualsiasi mezzo, in ogni giorno della settimana nella fascia oraria compresa tra le 14,00 e le 17,00 esclusi i lidi balneari.

    – Alla prima violazione accertata conseguirà l’inibizione dell’attività musicale, sia all’interno che all’esterno del locale, per giorni 5 decorrenti dalla data di contestazione o notifica della relativa sanzione.

    – Alla seconda violazione accertata conseguirà l’inibizione dell’attività musicale, sia all’interno che all’esterno del locale, per giorni 20 decorrenti dalla data di contestazione o notifica della relativa sanzione.

    Continua a leggere

    Attualità

    Assegnati 14 Carabinieri in provincia di Ragusa

    Pubblicato

    il



    Ragusa – Al Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa sono stati recentemente assegnati 14 Carabinieri, 7 dei quali al termine del corso di formazione presso le Scuole dell’Arma e altri 7, già in servizio da qualche anno, nell’ambito delle procedure annuali di trasferimento.

    I Carabinieri, accolti dal Comandante Provinciale Colonnello Carmine Rosciano, sono stati destinati a rinforzare gli organici delle Stazioni di Ragusa, Modica, Vittoria, Acate, Comiso, Santa Croce Camerina, la Tenenza di Scicli ed i Nuclei Radiomobili delle Compagnie di Ragusa, Modica e Vittoria, reparti che rappresentano un valido punto di riferimento per la collettività, non solo per la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica ma anche per garantire prossimità e sostegno alla popolazione

    Continua a leggere

    Attualità

    Rinnovato protocollo di collaborazione in Questura

    Pubblicato

    il

    Il Questore di Caltanissetta, Pinuccia Albertina Agnello, alla presenza del Capo di Gabinetto, ha ricevuto una delegazione della Sezione “Calogero Zucchetto” dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato composta dal Vice Presidente Orazio Martini, dal Consigliere Damiano Sferrazza e dal Responsabile dell’O.D.V. – Organizzazione di Volontariato e Protezione Civile della stessa Sezione, Francesco Capizzi, con la quale è stato sottoscritto e rinnovato il “Protocollo di Collaborazione” con la Questura sino al giugno 2025.

    Il protocollo è stato concepito anche nell’ottica di ottimizzare e assicurare una sempre maggiore efficienza a favore del cittadino, (citizen satisfaction), dell’attività amministrativa dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Questura che si occupa tra gli altri della ricezione delle istanze di rilascio dei passaporti. Grazie alla collaborazione tra il personale della Polizia in servizio attivo all’Urp e i dipendenti in quiescenza, associati e volontari della Sezione dell’Anps di Caltanissetta, si riuscirà a garantire una maggiore ricezione in ingresso delle istanze con conseguente numero di documenti di viaggio rilasciati.

    Il Sostituto Commissario Michele Gaetano Giarratana, già in servizio alla Sezione di Pg presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Caltanissetta, l’Ispettore Giovanni Fabio Tolini e il Sovrintendente Rita Cascino entrambi già in servizio in Questura, sono gli ex poliziotti che, ad oggi, hanno manifestato la volontà di fornire il loro contributo e ai quali il Questore ha espresso plauso e gratitudine per avere fatto questa scelta di “condivisione” del loro tempo libero con l’Amministrazione, a conferma del sentimento di appartenenza e del legame all’Istituzione, augurando loro un “buon lavoro”.

    Continua a leggere

    Più letti

    Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
    Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
    Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852