Seguici su:

Flash news

L’Assessore ai Servizi Sociali ed il Sindaco chiamati dal Giudice tutelare

Pubblicato

il

Il balzello delle competenze, dove a restare sballottati fra Cta, servizi ospedalieri e Residenze assistite sono gli anziani. È la solita classica storia che finisce fra i faldoni del Tribunale.

Questa volta fra gli incartamenti del Giudice tutelare che stamattina incontrerà il direttore dei servizi psichiatrici che ha trasmesso i documenti relativi alla richiesta di ricovero di un anziano con patologie mentali croniche, proveniente da una Comunità terapeutica assistita la cui retta viene pagata dal Comune di Gela.

Transitato per la struttura sanitaria per in un momento di acuzie, si è posto il problema di un ricovero definitivo ed il direttore dipartimentale ha chiesto al Comune un ricovero in Rsa. L’assessorato ai servizi sociali ha risposto picche riferendo, con firma di sindaco, assessore e dirigente, che intende utilizzare nel futuro la Casa di riposo Antonietta Aldisio. Nel futuro, ma il ricovero del paziente era necessario nell ‘immediatatezza.

I familiari sono stati costretti a decidere per il ricovero in una casa di riposo privata con un canone di 1700 euro. Mentre gli assistenti sociali stanno valutando il caso, stamattina deciderà il Giudice tutelare.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Istituto aeronautico e università ”G. Fortunato”, conclusi due progetti di formazione

Pubblicato

il

“Trasporti e logistica: sostenibilità, novità e tendenze” e “Future skill”: sono i temi di due progetti avviati nel corso dell’anno scolastico all’istituto superiore “Majorana” guidato dalla prof. Linda Bentivegna. I percorsi formativi sono stati condotti in collaborazione con l’università “Giustino Fortunato” rappresentata in città dal dott. Emanuele Antonuzzo. Gli alunni della 4^A dell’indirizzo Aeronautico, con il coordinamento del prof. Ezio Zafarana, hanno seguito le lezioni online collegandosi sulla piattaforma Zoom.

Il primo progetto ha riguardato il mondo del trasporto aereo, il secondo invece ha toccato temi più generali utili ai ragazzi per orientarsi a scegliere la professione o la facoltà universitaria. Esperienza arricchente per gli studenti, che ieri si sono confrontati anche con alcuni rappresentanti dell’università “Giustino Fortunato” giunti in città per la conclusione dei due percorsi formativi.

Continua a leggere

Attualità

“Un cavallo per amico”, incontro di ippoterapia promosso dal Lions Atc

Pubblicato

il

Il Lions club Gela Ambiente territorio cultura ha promosso l’incontro di ippoterapia dal titolo “Un cavallo per amico”. A Macchitella, nel piazzale antistante il McDonald’s, l’iniziativa è stata rivolta in particolar modo ad alcuni bambini fragili della città, molti dei quali si accostavano per la prima volta ad un cavallo: dalla diffidenza, talvolta mista a paura, alla gioia di balzare in sella e lasciarsi “cullare” dal nuovo amico.

«Un sentito ringraziamento da parte del nostro club alle Giubbe Verdi – ha detto la presidente del Lions Atc, Emanuele D’Arma – che hanno messo a disposizioni i cavalli ed il personale, al Mcdonald’s che ha concesso l’uso dell’area e ha fatto dono ai bambini di palloncini e frutta e alla Croce rossa italiana di Gela con i suoi operatori».

Continua a leggere

Attualità

Liberati beni confiscati alla mafia ed occupati abusivamente

Pubblicato

il

Si è riunito lo scorso 18 maggio, su impulso del Prefetto di Caltanissetta, Chiara Armenia, il Nucleo di Supporto all’Agenzia Nazionale per la gestione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, istituito presso la Prefettura, al fine di pianificare una delicata attività di sgombero di beni immobili siti nel territorio di Gela, già confiscati in via definitiva a soggetti appartenenti ad una nota famiglia della criminalità organizzata locale, che abusivamente li occupano.
L’incontro è successivo ad un Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi lo scorso 28 aprile, presieduto dal Prefetto Armenia con la partecipazione dei Responsabili Provinciali delle Forze di Polizia, del Sindaco di Gela, accompagnato da dirigenti dei settori dei servizi sociali, patrimonio e della Polizia locale di quel Comune, nonché dal rappresentante dell’A.N.B.S.C. e dal coadiutore della procedura.
Definite, infatti, le vertenze giudiziarie riguardanti l’anzidetto immobile confiscato, nel corso della riunione sono stati acquisiti elementi sulla condizione del bene e sulla situazione degli occupanti abusivi e, contestualmente, sono state concordate le iniziative da attuare per il rilascio delle unità abitative, che si vuole affrontare in un contesto di garanzia per l’ordine e la sicurezza pubblica, con l’assistenza di operatori dei servizi sociali e sanitari, ove necessitassero.
Parimenti, nel medesimo ambito comunale gelese, già nei primi mesi dell’anno, personale della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza hanno concluso le operazioni di sgombero di due immobili confiscati ad esponenti della criminalità attiva in quel territorio ed abusivamente occupati, nonché di un complesso aziendale riconducibile  ai medesimi e insistenti in quel Comune.L’attività si è svolta senza turbative per l’ordine pubblico e i beni, già destinati dall’Agenzia Nazionale per l’amministrazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata al Comune di Gela, sono stati contestualmente consegnati all’Ente dalla medesima Agenzia.
Altre pianificazioni, con cadenza periodica, sono in programma nelle prossime Riunioni Tecniche di Coordinamento presiedute dal Prefetto di Caltanissetta, che, sul solco delle recenti disposizioni normative in materia di beni confiscati alla criminalità organizzata, ha avviato un’attività di ricognizione complessiva dei beni confiscati insistenti sul territorio provinciale attraverso il supporto dell’apposito Nucleo istituito presso la Prefettura, al fine di monitorare la conforme destinazione d’uso dei beni assegnati agli enti locali e la loro utilizzazione per le finalità istituzionali e sociali indicate nella relativa assegnazione.
I risultati raggiunti, anche con le predette attività di sgombero, segnano un punto a favore dello Stato nell’incessante lotta di contrasto alla criminalità organizzata, soprattutto in un territorio particolarmente esposto come Gela e, contestualmente, contribuiscono al ripristino della legalità in quel difficile contesto.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852
Informazioni Pubblicitarie