Seguici su:

Attualità

L’ordinanza contro gli assembramenti prorogata al 10 agosto

Pubblicato

il

Con i contagi che sfiorano quota 1000, il Sindaco Lucio Greco ha prorogato l’efficacia della propria ordinanza n° 353 del 30 luglio (in scadenza oggi) sino al 10 agosto. Si tratta dell’ordinanza che contiene le misure di contenimento della pandemia da Covid-19 sul territorio comunale e che prevede quanto di seguito specificato:

– è vietata ogni forma di assembramento in tutti gli spazi aperti, in tutti i luoghi pubblici ed in quelli privati aperti al pubblico, ove l’accesso dovrà essere realizzato secondo le modalità previste dalle vigenti normative nazionali e regionali anticovid -19.

– è vietato lo stazionamento delle persone nelle seguenti strade e piazze cittadine, ad eccezione di coloro che sono regolarmente in coda per accedere agli esercizi commerciali legittimamente aperti, ovvero di coloro che fanno uso delle strutture esterne a tali esercizi all’uopo predisposte per la somministrazione di alimenti e/o bevande: • Piazza Umberto I; • Sagrato Chiesa Madre, sia sul lato di Corso Vittorio Emanuele, sia sul lato di via G.N. • Bresmes; • Corso Vittorio Emanuele; • Corso Salvatore Aldisio; • Piazza S. Agostino; • Piazza Martiri della libertà; • Piazza Roma; • Piazza S. Francesco; • Piazza S. Giacomo; • Lungomare Federico II di Svevia; • Portici di Macchitella; • Via Palazzi; • Piazza Tre Porte (Rotonda Est Macchitella); • Piazzale Suor Teresa Valsè; • Stazione ferroviaria.

– E’ obbligatorio, su tutto il territorio comunale, avere sempre con sé e indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto. Tale obbligo rimane vigente dalle ore 19.00 alle ore 5.00 di ogni giorno, e si protrarrà sino a quando l’A.S.P. di Caltanissetta non avrà comunicato una sensibile riduzione dei contagi da Covid-19;

– Tutti i pubblici esercizi e tutti i mezzi di trasporto pubblico hanno l’obbligo di mettere a disposizione disinfettanti per le mani e di garantire il distanziamento.

Con l’ordinanza odierna, il divieto di assembramento si estende anche ai trasporti pubblici locali, pertanto le aziende di trasporto pubblico sono chiamate ad effettuare ripetutamente gli interventi straordinari di sanificazione dei mezzi.

Attualità

“Invisibilis”, l’installazione dell’artista gelese Roberto Collodoro da domani a Cefalù

Pubblicato

il

Domani alle 17.30 a Cefalù verrà inaugurata “Invisibilis”, un’installazione dell’artista gelese Roberto Collodoro al museo Mandralisca per riproporre i temi della street art in un’ottica di riqualificazione urbana “sradicata” dal proprio contesto originario. Una mostra inedita legata al tema del “vecchio sul vecchio”, l’installazione sarà visitabile per un mese prima di approdare a Milano: proprio nel capoluogo lombardo, a fine settembre, si terrà la mostra sulle teste di moro realizzate dallo stesso artista che, in “Invisibilis”, rilancia il valore della riqualificazione urbana attraverso l’arte.

Per Collodoro tante esperienze importanti a livello regionale e nazionale, nella realtà milanese è ormai conosciuto e apprezzato da tempo così come conferma il murale realizzato pochi mesi fa presso la sede di Fineco. Un riconoscimento esemplare del talento e della professionalità di “Robico”, ma anche la conferma che i giovani artisti della città sono sempre più spesso coinvolti e attratti da iniziative lontane dalla loro terra d’origine, perché lontano fino ad oggi hanno trovato quella reale possibilità d’esprimersi che nel nostro territorio continua troppo spesso a mancare.

Continua a leggere

Attualità

Il Capo della Polizia Lamberto Giannini in visita in città: “Un momento storico”

Pubblicato

il

Un evento storico per la città. Mercoledì 22 settembre la FAI Antiracket di Gela, associazione “G. Giordano” ospiterà il Capo della Polizia Lamberto Giannini, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, nell’ambito del concerto della Banda musicale della Polizia di Stato dal titolo “Note di Legalità. Il difficile cammino dell’associazione Antiracket iniziato dopo l’uccisione di Gaetano Giordano”. Un modo per ripercorrere il cammino svolto in questi anni per affermare la cultura della legalità. «A Gela c’è stato un risveglio incredibile delle coscienze – afferma Renzo Caponetti, presidente della FAI Antiracket di Gela – e sul fronte della ribellione alla criminalità. Tanto lavoro c’è ancora da fare, ma i risultati raggiunti ci danno grande soddisfazione per proseguire su questa strada».

Il Capo della Polizia Lamberto Giannini incontrerà alle 16.30 presso la sede dell’Antiracket alcuni associati e una rappresentanza del mondo scolastico locale, quindi alle 18.30 l’inizio del concerto con le musiche eseguite dalla Banda della Polizia di Stato: 70 elementi diretti dal maestro Maurizio Billi. Presenterà l’evento la giornalista Rai Antonella Gurrieri.  «Lo Stato, con tutte le sue articolazioni nella società civile – dice il questore di Caltanissetta, Emanuele Ricifari – opera per riportare l’attenzione su una realtà che ha tante risorse importanti ma di cui si parla troppo spesso solo per questioni negative. Il Capo della Polizia sarà qui anche per dare un segno chiaro per la società civile gelese».

Si accederà alle Mura tramite prenotazione e green pass. Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti anche il sindaco di Gela Lucio Greco e il direttore del Parco archeologico Luigi Gattuso. «Sarà un onore – ha spiegato il primo cittadino – ospitare un evento unico dal duplice significato. Da un lato il messaggio artistico espresso dalla Banda della Polizia di Stato grazie alla musica, dall’altro il ricordo di Gaetano Giordano che con coraggio si è opposto alla criminalità. Un momento di riconoscimento anche per la sua famiglia che ha deciso di restare a Gela». «Un appuntamento realizzato grazie alla sinergia fra tutti – ha aggiunto il direttore del Parco –, anche un luogo come quello delle Mura, incentrato sulla cultura, ha un valore importante nell’ottica della prevenzione ai fenomeni di criminalità».

(Nella foto da sinistra il direttore del parco archeologico Luigi Gattuso, il sindaco Lucio Greco, il questore Emanuele Ricifari e il presidente dell’antiracket Renzo Caponetti)

Continua a leggere

Attualità

Libera Mente e Un’Altra Gela: botta e risposta e la patata bollente torna al sindaco

Pubblicato

il

 ribelli di Libera Mente e i fedelissimi di Un’Altra Gela ai ferri corti mentre sembra difficile che vada in porto il tentativo di mediazione voluto dal sindaco per mettere pace nella coalizione. Un’altra Gela come ha detto il capogruppo Morselli vuole chiarezza nella maggioranza e in consiglio e fuori dalla coalizione chi si allea con l’opposizione e fa ciò che vuole. Bisogna stabilire prima chi è in maggioranza e poi si affronterà il resto.Tra gli aspetti su cui intervenire anche quello delle commissioni consiliari votate dall’opposizione con l’aiuto di pezzi di maggioranza tra cui Libera Mente. Il gruppo dei ribelli di Libera Mente ieri ha risposto picche sottolineando che non accetterà le condizioni e i diktat di Un’altra Gela e rimandando la patata bollente al sindaco.

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852