Seguici su:

Flash news

Macchitella Lab:per Moto Civico la storia di Davide davanti a Golia

Pubblicato

il

 Il costo dell’area su cui sorge l’edificio di Macchitella lab è stato convenuto in 300 mila euro ed il sindaco ha riferito in consiglio, rispondendo ad una richiesta del consigliere Davide Sincero, che la  somma è nettamente inferiore a quella  inizialmente richiesta  da Eni. Per  il presidente di Moto Civico Filippo Guzzardi si chiede  “quale fosse questa cifra che la major energetica pretendeva, a fronte del milione speso con i soldi (parimenti gelesi) delle compensazioni per ristrutturare un edificio abbandonato, ridotto ad un fabbricato fatiscente ed inutilizzabile. Inoltre il Comune, secondo quanto ha aggiornato il sindaco, prenderà possesso della struttura in comodato d’uso gratuito per due anni, rinnovabili” 

“Ci chiediamo – continua Guzzardi – quante volte si dovrà rinnovare questo biennio in comodato per arrivare alla cessione diretta, la quale secondo quanto più volte garantito dai vertici della multinazionale, avverrà in maniera gratuita. Due anni di comodato non bastano?Insomma, se non abbiamo capito male, per avere due anni di comodato d’uso dell’ex casa albergo, il Comune si impegna a pagare 300 mila euro per l’intera superficie su cui insiste l’immobile oltre a dover riqualificare (giustamente) l’area circostante sulla base di un progetto redatto da Eni e, soprattutto, senza certezza alcuna rispetto a quando avverrà la cessione definitiva di Macchitella Lab (gratis). Infine, forse per mera dimenticanza, il sindaco nulla ha aggiunto sugli arredi, le spese vive, la gestione ed in capo a chi ricadono rispettive titolarità e pertinenze. In merito a tutto ciò, speriamo di sbagliarci, resta il sospetto e l’immagine di un Davide ancora con le braghe calate innanzi a Golia”

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash news

Franzone snobba l’appello all’unità lanciato da Di Stefano

Pubblicato

il

L’appello lanciato sabato da Terenziano Di Stefano agli altri due candidati di area Miguel Donegani e Filippo Franzone non ha sortito effetto.

Franzone non ha perso tempo a rispondere e non perché chi tace acconsente. Non acconsente affatto. Il candidato civico puro non rinuncia a dare ai gelesi l’opportunità di scegliere tra chi come lui ha le mani libere e chi ha una storia politica che ne compromette la credibilità, tra chi è ricco di parole e povero di soluzioni e chi come lui delle istanze della gente si è sempre interessato e sa cosa va fatto.

Filippo Franzone continuerà la sua campagna elettorale nei quartieri e al comitato elettorale per gli incontri sul programma. Una sola pausa ieri: la torta in famiglia per festeggiare i suoi 53 anni.

Continua a leggere

Flash news

Si è dimesso il coordinatore provinciale della Lega

Pubblicato

il

Un messaggio di poche righe inviato al commissario regionale sen.Claudio Durigon: Loreto Ognibene ha rassegnato le sue missioni da commissario della Lega nella provincia di Caltanissetta.

Non ci sono spiegazioni sui motivi delle dimissioni nella scarna lettera inviata al luogotenente di Salvini in Sicilia. Ma quello che è avvenuto è sotto gli occhi di tutti.A Gela in particolare c’è stato lo strappo a seguito del sostegno a Grazia Cosentino voluto da Ennio di Pietro e Emanuele Alabiso mentre Spata non era d’accordo e il commissario provinciale non sembra abbia potuto avere voce in capitolo nonostante fosse stato nominato meno di un anno fa per gestire le fasi delle elezioni nel Nisseno. Quello che si percepisce è che la Lega nel Nisseno sarà collegata all’on. Sammartino.

Continua a leggere

Flash news

Di Paola:”assurdo che il PD non sostenga i nostri candidati”

Pubblicato

il

“Condivido quanto affermato oggi dal presidente Giuseppe Conte. Noi appoggiamo quasi dappertutto sindaci uscenti del Pd, ma il Pd non appoggia nessuno dei nostri. Un esempio per tutti? Caltanissetta, dove non c’è ancora l’appoggio per il nostro sindaco uscente Roberto Gambino. È incredibile che a Gela saremo insieme a sostegno dello stesso sindaco e a Caltanissetta, grosso capoluogo di provincia, il Pd non metta nemmeno il simbolo a sostegno di nessun candidato. Stessa storia anche a Castelvetrano, dove corre il nostro sindaco uscente Enzo Alfano senza l’appoggio del Pd. E tutto questo mentre noi negli anni passati abbiamo sempre appoggiato loro proposte. Se la destra continuerà a vincere nei comuni, i siciliani che sperano nell’agognato cambiamento sapranno chi dovranno ringraziare”.

Lo afferma il coordinatore regionale M5S per la Sicilia, Nuccio Di Paola.

C’è da dire che a Gela l’appoggio del PD ad un candidato civico cioè Terenziano scelto da Di Paola è arrivato solo ieri dopo un mese di travaglio ed un dirigente del PD Miguel Donegani si è candidato in contrapposizione

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852