Seguici su:

Attualità

Manifestazione flop a Timpazzo

Pubblicato

il

Manifestazione striminzita davanti ai cancelli di Timpazzo: poche associazioni, alcuni partiti politici, alcuni degli assessori, alcuni dei consiglieri comunali e in testa l’ organizzatore del sit in , il sindaco Lucio Greco. Iniziativa, come prevedibile, fallita.

Il no all’aumento del quantitativo dei rifiuti a Timpazzo vede schierati il sindaco di Gela ma non altri 5 sindaci della Srr e neanche tutta la giunta. Forza Italia e Udc che governano a Palermo con Musumeci non erano a fianco di Greco. C’erano M5S e PD con i loro deputati ( in una sorta di felice debutto dell’alleanza) che sono opposizione a Gela e Palermo e c’erano i fedelissimi del sindaco. Poi i soggetti e i gruppi che fanno opinione sui social. Pochi anche loro. Niente folla , niente cittadini che fanno sentire la loro voce contro la decisione della Regione di trasformare Timpazzo in pattumiera di Sicilia.

Il messaggio che viene fuori dal sit in organizzato dal sindaco è che mezza politica locale non vuole quei rifiuti, solo una parte dell’ associazionismo non li vuole, il resto della città se ne frega. A Palermo avranno da leccarsi i baffi mentre il sindaco da ieri è ufficialmente a capo di un esecutivo che non risponde a lui in tutto.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Due minuti Due di Maria Concetta Goldini. Da ascoltare. In  cerca di soluzioni

Pubblicato

il

Continua a leggere

Attualità

Antiracket con il punto interrogativo

Pubblicato

il

Si svolgerà oggi alle 18 l’assemblea dei soci dell’associazione antiracket Gaetano Giordano per eleggere il direttivo da cui poi si sceglierà il presidente.

Tredici i candidati. Tre giorni fa il Prefetto di Caltanissetta ha cancellato l’associazione dall’albo prefettizio ma gran parte degli iscritti rimasti ritiene di dover andare avanti lo stesso procedendo con le elezioni per poi presentare ricorso contro il decreto. Pare inoltre che l’ex presidente Renzo Caponetti stia lavorando per fondare una nuova associazione.Una situazione in divenire con risvolti non prevedibili.

L’unico dato certo è che l’immagine di Gela ha subito un grave danno per gli errori e gli scivoloni di un’associazione considerata un modello italiano.

Continua a leggere

Attualità

Il ministro Salvini: ecco i fondi per la tangenziale di Gela

Pubblicato

il

395milioni di euro per il completamento della tangenziale di Gela.

“I fondi ci sono: la Corte dei conti ha registrato la delibera Cipess del 27 dicembre scorso, con la quale è stato approvato l’aggiornamento 2022 del Contratto di programma Anas del valore di 4,5 mld, rendendo così disponibili le risorse per emanare i bandi. Lo schema di progetto anche. I lavori interesseranno le statali n. 626 e n. 115, relativi ai lotti 7 e 8 di completamento della tangenziale gelese. Un’arteria strategica, che collegherà strade fondamentali per la viabilità locale, aprendo due varchi essenziali verso Catania e Caltanissetta ed il resto della Sicilia. Vogliamo far ripartire i cantieri e sbloccare opere. Non ci fermeremo”. Lo dice il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852