Seguici su:

sport

Melfa’s Basket in caduta libera…

Pubblicato

il

Arriva la settima sconfitta consecutiva per la Melfa’s Gela Basket nel campionato di serie C Silver di pallacanestro maschile. Continua, dunque, la serie nera per il quintetto di coach Salvatore Bernardo, che giovedì sera, nel corso del recupero del match contro il Basket School Messina, disputatosi al PalaLivatino, ha perso per 62-73. Una gara costellata da nervosismo ed errori arbitrali, che si sono andati ad assommare alle pesanti assenze che il roster biancorosso ha dovuto sopportare.

Senza i fratelli Emanuele e Gaspare Caiola, il primo infortunato alla clavicola ed il secondo risultato positivo al Covid-19, e senza lo squalificato Kuburovic, in campo si è vista una squadra alquanto frastornata e che non ha saputo reagire alla forza della compagine avversaria, oltre ad alcune decisioni arbitrali molto contestate dai gelesi e che hanno portato all’espulsione del pivot croato Milekic. In più, giusto per dire come sul bagnato ci piova sempre, anche l’infortunio occorso al pivot nigeriano ‘Ndubuisi, toccato duro al ginocchio durante una fase di gioco sotto canestro e le cui condizioni saranno vagliate nelle prossime ore. Morale della favola, al “suono della sirena” è arrivata l’ennesima sconfitta di una stagione da dimenticare assolutamente per la compagine cara al presidente Maurizio Melfa. E meno male che la formula del campionato di serie C Silver non preveda, per quest’anno, nessuna retrocessione, perchè diversamente sarebbero stati dolori e dolori seri.

Tornando allo sfortunato match casalingo con il Basket School Messina, tra i pochi a salvarsi dal marasma generale è stato il play-maker Seskus che nonostante un fastidio alla caviglia che si trascina da un paio di settimane, è comunque riuscito a tirare la carretta e a mettere a referto ben 19 punti, risultando il miglior realizzatore della squadra gelese. In doppia cifra, poi, anche Milekic (13 punti) e Gazzillo (10 punti). Adesso, nemmeno il tempo di metabolizzare la settima sconfitta di fila, che già domani sera la Melfa’s Gela Basket tornerà in campo per rendere visita allo Sport Club Gravina. Anche in terra etnea la squadra gelese sarà a ranghi ridotti, perchè oltre ai sicuri assenti (i due Caiola e Kuburovic, con il serbo che sconta la seconda ed ultima giornata di squalifica) bisognerà vedere che decisione prenderà il giudice sportivo su Milekic ed, infine, monitorare le condizioni fisiche degli acciaccati, ‘Ndubuisi su tutti.

Continua a leggere
Advertisement
clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sport

Periplo è a Gela: sport e solidarietà

Pubblicato

il

Mattinata speciale al lungomare della città delgolfo, 3a tappa del Periplo della Sicilia che ha coinvolto le associazioni deldono AIDO – ADOCES SICILIA ODV E FIDAS GELA per la promozione del dono diorgani, cellule e tessuti.In un angolo del nostro meraviglioso lungomare, allestitoper l’occasione dai volontari di ADOCES per rendere speciale l’incontro conMichail Speciale, il biker del dono ed accoglierlo con il consueto calore che iGelesi riservano ai suoi visitatori.Commovente l’incontro tra i ciclisti dell’AssociazioneASD VELO CUB del presidente Aliottae Michail nei pressi di Manfria, dove ad attenderli c’era anche il presidenteregionale di AIDO SICILIA, PaolaPisciotta. I nostri ciclisti hanno voluto accompagnare il bikerfino al lungomare di Gela, dove ad attenderli c’erano Terenziano di Stefano, Vice Sindaco del Comune di Gela, Giacomo Giurato, Presidenteregionale di ADOCES SICILIA ODV, l’associazione Regionale che si occupa delladonazione di cellule staminali emopoietiche e sangue cordonale, gli amici dellaFIDAS GELA del Presidente EnzoEmmanuello, che si occupa della donazione di sangue, il Dott. Toti Damante, referente AIDOdi GELA, primario di Terapia Intensiva dell’Ospedale V.E. di Gela, la Dott.ssa Valentina Fiorica, psicologa cheassiste i familiari dei donatori di organi, Giuseppe Provinzano, coordinatore Infermieristico del reparto di rianimazione e il partner EDC Services di Veronica CiaramellaGela città del DONO ha dimostrato ancora una voltaquanto sia diffusa la cultura della donazione tanto da diventare un modellonazionale. E’ stata una mattinata di emozioni a partire dalla consegna, daparte del Vice Sindaco Terenziano di Stefano, di una pergamena che recita “Al Biker del dono, Michail Speciale perché possatestimoniare l’amore per la VITA attraverso lo sport”.  Altro momento, il dono di un piatto con lariproduzione di un’antica moneta d Gela, donato dall’artigiano Roberto Tasconee la consegna del libro di Giacomo Giurato “IO VOGLIO VIVERE” come auspicio per tutti i pazienti in attesadi trapianto.Grazie all’evento di oggi, patrocinato dal Comune diGela, è passato un messaggio straordinario, quello che conferma che Il miracolodella vita è alla portata di ognuno di noi. Tutti gli attori di oggi si sonoripromessi di organizzare presto una giornata dedicata alle adesioni comedonatori di organi.Un lungo abbraccio ha concluso questa tappaindimenticabile del tour, con i ciclisti del velo club hanno voluto accompagnareMichail fino alla fontana della Pace di Vittoria, tappa successiva.

Continua a leggere

sport

Miccichè docente per Asi e Plurimpresa

Pubblicato

il


All’insegnante Valter Miccichè è andato l’incarico di docente nell’ambito di un corso di formazione per istruttore di Ginnastica di 1° livello  nazionale, per conto di “PLURIMPRESA” e “ASI” di cui il presidente provinciale, Salvatore Spinello, gestisce tutta la parte organizzativa, Miccichè nella formazione parlerà di Ginnastica dalla storia antica ai giorni d’oggi, spiegherà l’evoluzione del termine e delle modalità di approcciarsi a questo sport, che tra le altre cosa è il più antico del mondo. Durante il corso si tratteranno argomenti specifici della disciplina con l’obiettivo di dare una completa formazione agli Istruttori che dovranno lavorare nelle palestre. Il corso è gratuito per i partecipanti e ha una durata di 133 ore.

Continua a leggere

Flash_news

L’Orizzonte torna dalla prima trasferta, Saluci: «Importante ripartire»

Pubblicato

il

Dopo oltre un anno di attività svolte quasi esclusivamente sulle piattaforme digitali, per l’associazione Orizzonte è tempo di tornare a gareggiare in presenza. Nei giorni scorsi il team presieduto da Natale Saluci ha partecipato ai campionati italiani paralimpici di tennistavolo disputati a Cadelbosco di Sopra, in Emilia Romagna. Una lunga trasferta in pullman alla quale hanno preso parte il presidente Saluci, il tecnico Silvana Palumbo e gli atleti Armando Sciascia, Graziano Bennici, Emanuele Barone, Nucciò Samà e Mario Pizzardi.

Per tutti un banco di prova importante, alla luce dei rigidi protocolli di sicurezza. Ma anche l’opportunità di tornare finalmente a valorizzare l’aspetto aggregativo e inclusivo dello sport, direttamente in presenza. «Per noi è molto importante ripartire – sottolinea Saluci –, i ragazzi in questo lungo periodo sono stati eccezionali e anche da casa non si sono mai dati per vinti, partecipando agli Smart games con grande entusiasmo. Adesso però è arrivato il momento di riappropriarci delle possibilità di incontro e relazione che ci offre la pratica sportiva per migliorare la cultura dell’inclusione a tutti i livelli».

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852