Seguici su:

Attualità

Orlando (Db) esterna gocce di verità, la sua, su Timpazzo

Pubblicato

il

“Merita osservazioni ad hoc il clamore sulle ultime notizie relative alla discarica di Timpazzo e l’eco delle proteste da più parti politiche e singoli cittadini contro Musumeci ritenuto responsabile della decisione di dirottare verso tale discarica quantità enormi di rifiuti proveniente da più parti della Sicilia”. A parlare è il commissario di Diventerà Bellissima, che indossa i panni professionali di avvocato e difende strenuamente il presidente della Regione.

“Leggo dal web e riporto come quello di Timpazzo “sia un impianto per il trattamento meccanico e biologico della frazione residuale dei rifiuti urbani non pericolosi. L’impianto ha una potenzialità di 280 tonnellate di rifiuto indifferenziato al giorno e di 80 tonnellate per la frazione organica. Appositi macchinari separano la frazione umida (l’organico da bioessicare) dalla frazione secca  (carta,plastica, vetro,inerti ecc.) che potrà essere nuovamente riciclata. L’obiettivo di tale impianto, il secondo presente in Sicilia, l’altro è in provincia di Messina, è quello di ridurre  i rifiuti conferiti in discarica, attraverso l’abbinamento di processi meccanici a processi biologici, quali la digestione anaerobica e il compostaggio per una maggiore tutela ambientale.”

Detto impianto è stato anticipatamente consegnato nel 2019 ed inaugurato solennemente da Musumeci alla presenza di tante autorità fra cui tutti i sindaci dell’ ATO in liquidazione, compreso il nostro sindaco Greco e ricordo anche la presenza del segretario Di Cristina del Pd con altri soggetti dello stesso partito che hanno pure ben mangiato a ridosso dell’impianto.

Salta l’analisi, quindi, come, innanzitutto Timpazzo non sia una discarica a cielo aperto come quelle utilizzate da decenni nei dintorni di Catania, vedi Lentini e Misterbianco, dichiarate esaurite. Ma è un impianto moderno avente lo scopo di trasformazione dei rifiuti in elementi molto meno inquinanti, addirittura biologici.

Che cosa stia avvenendo oggi che tanto fa gridare allo scandalo ed all’ennesimo atto di violenza di Musumeci contro Gela. Tanti rifiuti che prima andavano a finire nelle discariche chiuse, stanno per essere  dirottate verso l’impianto di Timpazzo. Domanda: se Timpazzo è stato voluto ed accettato  come cosa buona per la questione rifiuti per Gela e paesi interessati, il problema è se la quantità di rifiuti straordinaria che sta arrivando supera il potenziale di raccolta dell’impianto di recente progettazione ed avviamento, creando squilibri sulla finalità di riciclo che è quello di minor imbatto ambientale; oppure se il potenziale di utilizzo dello stesso impianto possa ricevere senza alcun problema rispetto a ieri tali nuovi quantitativi. 

Non ho la risposta, ma certamente per le ragioni sopra spiegate, tutte la vanniate, le minacce o promesse di incatenamento di illuminati oppositori di Musumeci, le montate foto di fila di camion apparse sui socials, come se in precedenza a Timpazzo arrivassero Ferrari o Maserati, meritano una moderazione per far capire ai Gelesi che a Timpazzo arriveranno rifiuti per essere trasformati in biologici, senza che andranno ad incidere sull’inquinamento ambientale così ben gravemente taciuto nei lustri precedenti dagli odierni procacciatori di voti per altre cause ben veritiere ed accettate”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Liberata una volpe: adesso è col WWF

Pubblicato

il


A Santa Caterina Villarmosa (Caltanissetta) è stato liberato un giovane esemplare di Volpe (Vulpes vulpes) rinvenuto – in condizioni di difficoltà e spossatezza – da Calogero Barrile nei pressi della cittadina nissena. Il cucciolone è stato quindi preso in cura dai volontari del WWF Sicilia Centrale e condotto per una visita dal dott. Andrea Cortese, medico veterinario di Caltanissetta. Il volpacchiotto è stato rifocillato ed alimentato e si è immediatamente rimesso in forze; date le buone condizioni generali di salute, è stato subito dopo liberato nelle campagne prossime alla Riserva Naturale integrale geologica “Contrada Scaleri”, gestita dal Libero Consorzio comunale di Caltanissetta.

https://www.facebook.com/watch/?v=5348430438573093

La liberazione è stata immortalata in un video (YouTube: https://youtu.be/ZGs89RvKK6c) realizzato nell’ambito del Progetto SI.V.A.N.N. (Sistema di Vigilanza delle Aree Naturali Nissene), sostenuto da Fondazione CON Il SUD, del quale sono partner il Libero Consorzio di Caltanissetta e le Associazioni MOVI di Caltanissetta e Real Dream di San Cataldo. Il Progetto SI.V.A.N.N. – che include anche la Riserva naturale “Lago Soprano” di Serradifalco – si prefigge di mettere in campo azioni tendenti a riaffermare la legalità ambientale concorrendo al perseguimento delle finalità generali di tutela della biodiversità e del patrimonio naturale, tra cui azioni di tutela e salvaguardia diretta dell’ambiente e degli animali attraverso l’organizzazione di appositi servizi di vigilanza e perlustrazione.

Abbiamo scelto la Riserva di Contrada Scaleri perché è un’area protetta di grande valore scientifico – spiega Ennio Bonfanti, presidente di WWF Sicilia centrale e responsabile del progetto SI.V.A.N.N. – confinante con un’altra area naturalisticamente importante e riconosciuta come Sito di Importanza Comunitaria (SIC – codice europeo: ITA050002): si tratta del “Torrente Vaccarizzo”, sempre in territorio del Comune di Santa Caterina Villarmosa

Continua a leggere

Attualità

Cento candeline per Edmonda Osimani

Pubblicato

il

Il sindaco Lucio Greco è andato a trovare per porgerle gli auguri la signora Edmonda Osimani che ieri ha soffiato su ben 100 candeline. “Un traguardo veramente importante, che era giusto festeggiare, e per me è stato un vero piacere esserle accanto in questo giorno speciale, celebrato insieme alla nipote, che amorevolmente si prende cura di lei, alla famiglia e agli amici”- fa sapere il primo cittadino.

Nata il 10 agosto 1922 ed originaria di Agugliano, nelle Marche, vive a Gela da circa 8 anni.La festeggiata è stata molto contenta della presenza del primo cittadino nel giorno che segna per lei un importante traguardo.

Continua a leggere

Attualità

Domani ‘Un mare di vele blu’ per gli utenti Aais

Pubblicato

il

Una giornata in barca a Vela per sognare una realtà dove poter essere se stessi. Questa è l’inziativa messa in campo dal Lions Gela Host, Club Nautico, il Lions ambiente territorio e cultura, il LeoClub del Golfo di Gela , Il Fiv VII zona, con il patrocinio del Comune di Gela insieme a diverse associazioni di volontariato, domani daranno vita a ‘Un mare di vele blu’ . Alle dieci la partenza è prevista dal Porto rifugio. I ragazzi meno fortunati saranno portati in mare per una immersione nella natura da Salvino Marotta ed Emanuele Salafia. Il coordinamento è a cura della referente dell’Aias Tiziana Provenzano

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852