Seguici su:

Politica

Province redivive: si della Commissione Affari istituzionali

Pubblicato

il

Si torna alle province, l’enta considerato inutile fino a qualche anno fa e ripristinato oggi, in tempo di crisi economica. È stato dato il via libera in commissione Affari istituzionali dell’Ars al disegno di legge sulla reintroduzione delle Province in Sicilia. Il ddl ha avuto sei voti favorevoli e una astensione, dopo aver avuto la copertura finanziaria sia per l’espletamento delle elezioni che per la copertura del costo degli organi istituzionali da parte della commissione Bilancio.

Oggi dopo il voto finale, la proposta di legge può andare in aula per il voto finale, dopo l’approvazione della Finanziaria regionale che a breve andrà al vaglio di Sala d’Ercole. A quel punto sarà tempo di confronto politico in Aula e di assunzioni di responsabilità da parte di partiti

Ringrazio tutti i componenti che in questi mesi hanno contribuito attivamente alla stesura di un ddl che finalmente riporterà il governo nelle Province e nelle città metropolitane eletto direttamente dal popolo. Un modo importante per rilanciare un ente intermedio che da oltre 10 anni è presente nella nostra Regione, ma che non ha mai avuto un governo per rappresentare i bisogni reali dei territori della Sicilia”. E’ la dichiarazione rilasciata a ilSicilia.it del presidente della I commissione Ignazio Abbate.

E’ l’ultimo passo atteso dal governo Schifani per mettere in atto la riforma che va verso il ripristino degli enti provinciali e le conseguenti elezioni dirette dei rappresentanti dei cittadini, grazie alla previsione di una relativa copertura finanziaria che mette a disposizione le risorse necessarie per la concretizzazione di un progetto che parte da lontano. Sono stati stanziati 5 milioni per l’espletamento delle elezioni, prevedendo una copertura finanziaria aggiuntiva di 5,8 milioni per coprire i costi gestionali e le indennità degli organi istituzionali. da blogsicilia

«Con la reintroduzione del voto diretto nelle ex Province ora definitivamente approvata dalla Commissione Affari Istituzionali dell’Ars sarà restituita ai cittadini la parola che gli era stata negata da un provvedimento nefasto e demagogico del governo Crocetta». Lo afferma Giusi Savarino, deputata regionale di Fratelli d’Italia e componente della Prima Commissione, commentando il via libera per l’Aula al disegno di legge e aggiungendo: «Dal testo finale su nostra proposta è stato tolto ogni riferimento alla data delle elezioni, poiché è opportuno prima verificare la compatibilità di questa riforma con l’ancora vigente legge Delrio. Inoltre grazie a un emendamento di Fratelli d’Italia è stata reintrodotta la figura del consigliere provinciale supplente, figura che abbiamo previsto anche per i Comuni con un emendamento da noi presentato nella Finanziaria

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash news

I finanziamenti dell’area di crisi mercoledì in Commissione industria al Senato

Pubblicato

il

La nona Commissione (Industria, commercio, turismo, agricoltura e produzione agroalimentare) del Senato tratterà in apertura della seduta di mercoledì il caso dei finanziamenti dell’area di crisi di Gela.

Un tema su cui il senatore Pietro Lorefice ha presentato un’interrogazione mirata ad avere notizie sul secondo bando di Invitalia e quali e quanti progetti di nuove attività imprenditoriali hanno superato la selezione e sono stati finanziati. L’accordo di programma sull’area di crisi di Gela scade per la seconda volta ad ottobre ma risultati tangibili nel territorio non ne prodotti.

Continua a leggere

Flash news

Il gruppo Franzone plaude ai primi passi della Giunta Di Stefano

Pubblicato

il

La nuova Giunta del Sindaco Terenziano Di Stefano, scaturita dal ballottaggio del 24 giugno scorso, con l’apporto fondamentale del Gruppo Franzone, da oggi è pienamente costituita e può dispiegare, finalmente, tutte le sue potenzialità.Ma il lavoro era iniziato subito, fin dal giorno successivo alla proclamazione della vittoria. Le emergenze che incombono sulla città lasciate incancrenire nel tempo richiedevano un impegno immediato, forte e senza indugi.
Il Gruppo Franzone ha chiesto e ottenuto di concentrare il proprio impegno su un aspetto decisivo del benessere della città, lo “Sviluppo Economico” e in esso ciò che è alla base dello stesso sviluppo: acqua per i cittadini, per le campagne e per le imprese, una sanità efficiente e il rispetto dell’esito referendario.
“Il tandem collaborativo con il sindaco è perfetto- si legge in una nota del Gruppo Franzone- e i risultati si vedono con l’aggressione senza precedenti del primo punto emergenziale, l’acqua.L’emergenza acqua è stata ora attutita con la eliminazione delle umilianti autobotti in strada e con l’arrivo delle forniture a giorni alterni, ma soprattutto il lavoro che sta continuando in perfetta sintonia fra il Sindaco Di Stefano e l’Assessore Franzone per assicurare alla città acqua h 24.
E’ notevole ed encomiabile l’impegno profuso e la determinazione nel raggiungere il risultato che sta interessando anche la ricerca di fonti di approvvigionamento aggiuntive, dai nuovi pozzi al dissalatore.Ora l’impegno sarà rivolto alle campagne e alle imprese per l’efficientamento delle tre dighe e degli impianti di trattamento e distribuzione.
Un gran bel lavoro che il nostro Gruppo Saluta con soddisfazione manifestando apprezzamento per la saggezza che stanno dimostrando i primi passi della nuova sindacatura”

Continua a leggere

Flash news

Vera luna di miele o solo un colpo di teatro?

Pubblicato

il

Dopo gli applausi, i baci e gli abbracci si aspetta la prossima seduta per capire se la luna di miele tra Di Stefano e il consiglio è reale o è stato solo un colpo di teatro.

Si dovrà capire se ora maggioranza e minoranza troveranno l’intesa sulle presidenze di commissione.

Tre presidenze- e anche pesanti chiede l’opposizione. La maggioranza con i suoi tre partiti dovrebbe accontentarsi di una presidenza a testa. Ogni consigliere farà parte di 2 commissioni.

Spetta alla neo presidente Paola Giudice lavorare alla griglia sulle commissioni mentre il vice Antonino Biundo farà da tramite con la minoranza. Tra i due lo start dei rapporti è stato di grande cordialità

Da eleggere i tre consiglieri dell’Unione dei Comuni, due di maggioranza e uno di minoranza. Il 30 luglio alle 19.30.il primo banco di prova per la politica locale.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852