Seguici su:

Politica

Riconosciuto il principio di insularita’ per Sicilia e Sardegna

Pubblicato

il

ROMA – Approvata la modifica dell’articolo 119 della #Costituzione volta a superare gli svantaggi derivanti dall’insularità.
” Un impegno preciso che il Parlamento, anche se gia’ sciolto, ha preso all’unanimita’ – dice l’ on. Giusi Bartolozzo – perche’ vivere in Sicilia non sia più un problema, ma una opportunità” .

“Per la Sicilia e la Sardegna, isole che rappresento, l’inserimento in Costituzione del principio di insularità è un passo storico, perché impegna lo Stato a promuovere i diritti delle isole- incluse le insole minori -riconoscendone le peculiarità, e a rimuovere gli ostacoli per un loro pieno sviluppo. Un lungo percorso, fortemente voluto dalla Lega, decisiva anche per la calendarizzazione immediata della proposta di legge prima delle elezioni. 

Le regioni e i territori potranno disporre adesso degli strumenti necessari per investire, soprattutto in infrastrutture, energia, sanità e qualità dei servizi per i cittadini, tutti settori in cui serve un cambio di passo decisivo per colmare il gap con le altre regioni. Da parte mia lavorerò affinché quanto approvato oggi a Roma spieghi i suoi effetti anche a Bruxelles. Ora tocca, infatti, alla Commissione europea: dopo il recente voto dell’Europarlamento, diventa fondamentale proporre un nuovo Patto per le isole Ue e porre al centro lo sviluppo di questi territori’.

“Con il voto della Camera dei deputati sulla modifica dell’articolo 119 della Costituzione- dicembre il presidente della Regione Musumeci – superare gli svantaggi derivanti dall’insularità diventa un impegno preciso per lo Stato. È una vittoria per tutti gli isolani d’Italia.

Continueremo a lavorare, in sinergia con Bruxelles e Roma, affinché vivere su un’isola non sia più una maledizione o un problema, ma una straordinaria opportunità, in termini di dotazione infrastrutturale, servizi essenziali e qualità della vita.

Voglio ringraziare il vicepresidente Gaetano Armao per avere sempre creduto a questo obiettivo e per averlo perseguito, per conto del governo regionale, con passione e tenacia”.


“Una grande e storica conquista per i siciliani  e tutti gli altri isolani d’italia, che finalmente potranno vedersi riconosciute dallo Stato azioni concrete atte al superamento degli svantaggi derivanti dall’abitare in territori bellissimi, ma penalizzati dalla condizione di insularità”.
  Lo afferma il deputato di Ipf e presidente della commissione Difesa della Camera, Gianluca Rizzo, a commento della modifica dell’articolo  119 della Costituzione che riconosce la peculiarità delle isole.
“Finalmente – dice Rizzo – a tutti  gli italiani potranno essere garantite pari opportunità,  dai trasporti alle infrastrutture, alla valorizzazione del patrimonio culturale e storico e  per le isole potranno essere disegnati  nuovi percorsi di sviluppo che fino a ieri erano, se non impraticabili,  quantomeno tortuosi e veramente difficili”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash news

Azzeramento della Giunta: a Natale avremo un sindaco o un commissario?

Pubblicato

il

Riunione politica convocata d’urgenza tra il sindaco e i tre assessori rimasti dopo le dimissioni del cuffariano Giuseppe Licata.

Il sindaco vuole azzerare la Giunta chiedendo agli assessori Di Stefano, Morselli e Liardi di rassegnare le deleghe.Cosa che non gli sarà negata.Giunta azzerata e Greco potrà aprire un ragionamento a 360 gradi con il centrodestra: o ci di assume la responsabilità di aiutare la città a fronteggiare questo momento delicato o do va tutti a casa.

A Natale avremo un sindaco o un commissario? Avremo un bilancio conubale o no? Si andrà in predissesto o no?

Da domani cominciano gli incontri politici.Qualche giorno ancora e si conoscerà l’esito dell’ultima carta politica che Greco si sta giocando.

Continua a leggere

Flash news

Va via Licata, il quinto assessore che si dimette nel 2022

Pubblicato

il

Anche i cuffariani hanno abbandonato il sindaco.

Stasera con una Pec si è dimesso l’assessore Giuseppe Licata. “Per ragioni strettamente politiche – ha scritto- spero che questo mio atto di responsabilità serva a favorire la ricomposizione di un quadro politico più forte”.

Ora la coalizione di Greco è ancora più striminzita e quel che resta della Giunta non basta ad andare avanti.

Nel 2022 sono stati ben 5 gli assessori scesi dal carro: prima Giovanni Costa tre mesi dopo la nomina, poi a luglio Cristian Malluzzo, a settembre Danilo Giordano , a novembre Nadia Gnoffo e Giuseppe Licata. Solo Costa è stato rimpiazzato con Romina Morselli.

Continua a leggere

Flash news

Greco preannuncia ai suoi la volontà di azzerare la Giunta

Pubblicato

il

Il sindaco deciso ad azzerare la Giunta. Ne ha parlato oggi con i rappresentanti dei gruppi che gli sono rimasti fedeli.

Ma per quanto tempo lo saranno ancora? La comunicazione ai suoi dell’intenzione di procedere ad azzerare la Giunta non è stata accolta bene. Un azzeramento al buio che senso ha? Cosa ci guadagna Greco a fare scappare i pochi alleati che gli sono rimasti? È chiaro che punta ad essere ricandidato e non si fida degli alleati che ha. Lo sa bene nella sua coalizione c’è chi ha la stessa ambizione ( leggasi il vicesindaco Di Stefano) ma azzerando la Giunta contro la volontà dei suoi alleati, ne troverà altri? E quelli che troverà (ammesso che andrà tutto bene) sono in grado di dargli garanzie? Sono affidabili?

Ma torniamo alla Giunta da azzerare. Quale asso nella manica ha Greco per arrivare a proporre un azzeramento che a tutti sembra al buio?

Aspettare è d’obbligo per capire se Greco è un iter ingenuo della politica o un grande stratega capace di trovare la formula giusta per far uscire il suo governo dalla palude e portare se stesso verso una ricandidatura oggi fortemente in bilico.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852