Seguici su:

sport

Ssd Gela, Pandolfo suona la carica: “Dobbiamo alzare l’asticella”

Pubblicato

il

L’esito dei primi esami strumentali a cui si è sottoposto Daniele Pandolfo non è stato esattamente confortante. Il numero uno della Ssd Gela, nei primi minuti della gara di domenica scorsa contro l’Atletico Catania, ha rimediato la rottura del menisco del ginocchio destro. Se e quando eventualmente si dovrà ricorrere all’intervento chirurgico, lo si deciderà nel corso di un ulteriore consulto ortopedico in programma venerdì a Catania. In sostanza, la decisione sta nel procedere subito o nel capire se l’atleta potrà comunque ultimare la stagione prima di andare sotto i ferri.

Nel frattempo il portiere della Ssd Gela, uno dei “veterani” dello spogliatoio, è intervenuto ieri nel corso di “Stadio Express” fotografando l’attuale momento critico che si vive in casa biancazzurra dopo la sconfitta di domenica che ha causato la perdita del primato. Una situazione “figlia” anche delle prestazioni non proprio esaltanti di questo inizio di 2023.

«Questa maglia pesa – dice Pandolfo, che ha già militato nel Gela durante il biennio 2014-2016 – ed è proprio in un momento così che come gruppo siamo chiamati a dare delle risposte. Dobbiamo compattarci e dare il massimo, bisogna alzare l’asticella perché questa squadra e questa piazza meritano ben altri palcoscenici». Il Gela domenica ha perso l’imbattibilità dopo due anni, perdendo in casa contro l’Atletico Catania e scivolando così al secondo posto alle spalle dell’Fcm Misterbianco. Ma c’è ancora tutto il tempo per riscattarsi e rilanciarsi in classifica.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sport

Promozione, girone D: tutto invariato in vetta. Ma la Ssd Gela non può più sbagliare

Pubblicato

il

Ha vinto l’Fcm Misterbianco capolista, seppur di misura, contro il Vizzini fanalino di coda. Ha vinto il Vittoria, nettamente, sul campo della Gymnica Scordia e ha vinto anche l’Atletico Catania su quello del Frigintini. Ha vinto, soprattutto, la Ssd Gela contro il Misterbianco calcio dopo due sconfitte e un pareggio nelle precedenti tre gare. La lotta per il vertice si fa serrata nel girone D del campionato di Promozione. Quattro squadre in sette punti, con i biancazzurri a meno quattro dal vertice e a più tre sulle dirette inseguitrici.

La sensazione, classifica alla mano, è che ogni settimana ci si muova su un filo sottilissimo, dove può bastare poco per guadagnare o perdere terreno. Il Gela ha già perso troppi punti per strada e non può permettersi altri passi falsi. Il successo in rimonta di domenica potrebbe aver donato un po’ di serenità al gruppo dopo settimane difficili, ma il cammino resta lungo e difficile: domenica la squadra di Mirko Fausciana sarà di scena proprio sul campo del Vizzini, ultimo, e dovrà dimostrare di essere uscita dalla crisi. C’è un primo posto da (ri)conquistare.

Continua a leggere

sport

Terza categoria, l’Amo Gela torna in vetta. Decisivo Ciccio Semplice, goleador a 45 anni

Pubblicato

il

Il successo conquistato domenica contro la Favara academy ha permesso all’Amo Gela di tornare in vetta nel girone nisseno di Terza categoria, approfittando della sconfitta del Bompensiere contro il Campofranco. La squadra gelese si è imposta al “Mattei” 3-2 grazie ai gol di Lo Grasso, Dellaria e di Ciccio Semplice.

Inossidabile, con le sue (quasi) 46 primavere, Semplice è l’allenatore-giocatore dell’Amo Gela. Domenica è sceso in campo per aiutare i suoi ragazzi ed è stato proprio lui a firmare la rete decisiva. Il tempo passa, certo, ma il vizietto del gol a Semplice è rimasto, nel ricordo di tanti altri gol ben più importanti siglati in giro per l’Italia anche (e soprattutto) con la maglia della JuveTerranova.

Continua a leggere

sport

Basket, la Melfa’s si gode il primo successo. Coach Bernardo: “Merito del cuore dei miei ragazzi”

Pubblicato

il

L’attesa è stata lunga. Gli errori tanti, ma anche la sfortuna: vedere alla voce “infortuni”. La sconfitta all’overtime contro l’Alfa Catania sembrava il segno, l’ennesimo, di un’annata beffarda. Come se la squadra fosse davvero condannata a quell’inguardabile “zero” in classifica. Ma, quasi a sorpresa, la prima vittoria nel campionato di Serie C Gold è finalmente arrivata in un contesto del tutto sfavorevole: in trasferta, dopo un lungo viaggio, contro il Basket academy Catanzaro. E non è un caso che il successo sia arrivato al termine di una settimana in cui, fatto più unico che raro, il roster si è allenato al completo. A descrivere il sapore di questa prima attesissima vittoria è stato coach Totò Bernardo, che si è lasciato andare ad un lungo commento sui social.

Scrive il tecnico dei biancorossi: «Ha il sapore della grandezza del cuore di questi ragazzi, enorme, generoso, cucito alla maglia. Ha il sapore di una società che sta provando a fare le cose giuste, sapendo che la strada è esatta. Ha il sapore dell’affetto delle nostre famiglie che ogni settimana devono convivere con le ansie e con la nostra insoddisfazione. Ha il sapore di un piccolo paese del sud che sa che ogni piccola vittoria ha l’effetto di un miracolo». Parole da cui traspare la gioia ma anche il sollievo per i primi sospiratissimi due punti messi in cassaforte. Adesso però bisogna ripetersi in casa, per centrare il successo anche al PalaLivatino.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852