Seguici su:

sport

Ssd Gela, Pandolfo suona la carica: “Dobbiamo alzare l’asticella”

Pubblicato

il

L’esito dei primi esami strumentali a cui si è sottoposto Daniele Pandolfo non è stato esattamente confortante. Il numero uno della Ssd Gela, nei primi minuti della gara di domenica scorsa contro l’Atletico Catania, ha rimediato la rottura del menisco del ginocchio destro. Se e quando eventualmente si dovrà ricorrere all’intervento chirurgico, lo si deciderà nel corso di un ulteriore consulto ortopedico in programma venerdì a Catania. In sostanza, la decisione sta nel procedere subito o nel capire se l’atleta potrà comunque ultimare la stagione prima di andare sotto i ferri.

Nel frattempo il portiere della Ssd Gela, uno dei “veterani” dello spogliatoio, è intervenuto ieri nel corso di “Stadio Express” fotografando l’attuale momento critico che si vive in casa biancazzurra dopo la sconfitta di domenica che ha causato la perdita del primato. Una situazione “figlia” anche delle prestazioni non proprio esaltanti di questo inizio di 2023.

«Questa maglia pesa – dice Pandolfo, che ha già militato nel Gela durante il biennio 2014-2016 – ed è proprio in un momento così che come gruppo siamo chiamati a dare delle risposte. Dobbiamo compattarci e dare il massimo, bisogna alzare l’asticella perché questa squadra e questa piazza meritano ben altri palcoscenici». Il Gela domenica ha perso l’imbattibilità dopo due anni, perdendo in casa contro l’Atletico Catania e scivolando così al secondo posto alle spalle dell’Fcm Misterbianco. Ma c’è ancora tutto il tempo per riscattarsi e rilanciarsi in classifica.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sport

Volley Gela, contro il Vigata il doppio confronto che vale la Serie D

Pubblicato

il

Sarà il Vigata Porto Empedocle l’avversaria del Volley Gela nelle semifinali playoff del campionato di Prima divisione femminile. La gara d’andata si giocherà sabato 20 aprile alle 19 al PalaUrso, data l’indisponibilità del PalaItis dove hanno preso il via i lavori annunciati dall’ex Provincia. Il match di ritorno è in programma a Porto Empedocle domenica 28 aprile alle 11:30.

Dopo aver superato la Limpiados Licata ai quarti, la squadra di coach Tandurella si gioca tutto nelle prossime due gare: basterà infatti conquistare la finale per ottenere la promozione in Serie D, dato che saranno due le squadre che saliranno di categoria. La finale servirà poi unicamente per l’assegnazione del titolo di vincitrice del torneo.

Continua a leggere

sport

“Volevamo la vittoria a tutti i costi”. Ilenia Mencio: “Un onore giocare qui”

Pubblicato

il

Sono giornate dolci in casa Nuova Città di Gela. Vincere il campionato di Serie D femminile di volley con quattro giornate d’anticipo e ritrovarsi già a metà aprile in Serie C è la ciliegina su una stagione da incorniciare. Tra le protagoniste di questa annata c’è Ilenia Mencio, schiacciatrice originaria di Viterbo ma siciliana d’adozione, tornata alla pallavolo dopo più di dieci anni ad alti livelli nel beach volley. Tra le firme di questo successo c’è anche la sua.

«Sono arrivata a Gela il venerdì prima dell’inizio del campionato – racconta –, dirigenza e società sono state intelligenti e umili nel dirci di costruire tutto pezzo dopo pezzo. Ci siamo presentate come matricola del torneo, lo scorso anno le ragazze non avevano mai mollato facendo una stagione favolosa. Ci siamo divertire nel confermare partita dopo partita quello che abbiamo dimostrato di saper fare».

Dalla sconfitta di Gravina alla vittoria contro il Gravina, il punto più basso e il punto più alto di una stagione condotta sempre su altissimi livelli. «Abbiamo fatto tesoro degli errori del match d’andata, non si può sempre vincere – aggiunge Mencio -. Noi però non abbiamo mai abbassato la guardia. Quella di domenica è stata una bellissima partita, per me è stato un onore giocare in questa squadra: volevamo la vittoria a tutti i costi».

Continua a leggere

sport

“Caso Bellomo”: il Gela chiede di essere sentito dalla Procura federale 

Pubblicato

il

Entra in una fase delicata la vicenda riguardante il caso Bellomo. Oggi il Gela ha richiesto ufficialmente alla Procura federale di essere ascoltato per poter spiegare le proprie ragioni circa l’assenza di responsabilità sul caso. Una mossa che va intesa come una risposta alla mail ricevuta dalla società biancazzurra due giorni fa, nella quale la stessa Procura comunicava la chiusura delle indagini e la possibilità dell’accesso agli atti per la società gelese.

Rispetto alle accuse della Procura, in seguito al reclamo della Leonzio successivo alla gara dello scorso novembre, la posizione del Gela non è cambiata: il calciatore Bellomo dai sistemi informatici della Lega non è mai risultato  squalificato, quindi le responsabilità non sarebbero da imputare ai biancazzurri ma al Mazzarrone (precedente squadra di Bellomo), che avrebbe inserito il giocatore in distinta nell’ultima giornata della precedente stagione calcistica pur essendo squalificato, senza però schierarlo in campo.

La vicenda continua ad essere torbida e c’è chi teme per il Gela pesanti penalizzazioni, in grado addirittura di riscrivere l’attuale classifica del torneo di Eccellenza. La società al momento mostra sicurezza e fiducia, ha dato mandato al proprio legale Francesco Salsetta (che è anche direttore generale del Gela) di seguire il caso, sperando si faccia chiarezza quanto prima.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852