Seguici su:

Flash news

Sui centri estivi i sospetti dell’ex assessore Gnoffo che chiede trasparenza e pari opportuinità

Pubblicato

il

“Apprezzo che sindaco ed assessore abbiano colto il mio invito ad utilizzare i fondi ministeriali destinati alle associazioni ed enti privati per l’avvio dei centri estivi ma ancora una volta confermano la loro incapacità politica”: l’ex assessore ai Servizi sociali Nadia Gnoffo non molla sulla vicenda dei centri estivi per minori. Il mese scorso per sollecitare l’amministrazione ad utilizzare fondi già disponibili. Ora per contestare il fatto che il bando per la presentazione dei progetti non ha avuto adeguata pubblicità.

“Ho appreso per caso – dice l’esponente forzista che l’avviso è stato già pubblicato sull’albo pretorio ma senza alcuna diffusione mediatica ne’presentazione da parte del sindaco ed assessore al ramo. È di tutta evidenza che se da una parte vengono diffusi e pubblicizzati inutili avvisi che non hanno seguito alcuno (come quello dell’estate gelese) dall’altra vengono taciuti quelli che rappresenterebbero una valida opportunità per associazioni ed enti privati di ottenere qualche contributo per poter avviare le loro iniziative a favore del territorio. Peccato che queste opportunità pare siano riservate solo ai pochi che conoscono queste realtà o a chi frequenta palazzo di città. Tutto questo è inaccettabile”.

Ogni progetto può avere un finanziamento massimo di 10 mila euro e con 80 mila euro disponibili se ne finanzieranno otto. In ordine di presentazione: si legge nel bandi.Chi prima arriva bene alloggia.

“Mi sento di manifestare il forte sospetto – continua l’ex assessore- che la politica dei social e dei selfie delle iniziative altrui abbia voluto tacere su questa importante opportunità che enti ed associazioni avrebbero potuto cogliere. Invito, pertanto, sindaco ed amministrazione a procedere all’annullamento dell’avviso e alla rettifica dei termini fissando una nuova data di presentazione delle domande così da poter offrire l’opportunità a tutti considerato che verranno ammessi solo progetti fino ad esaurimento somme. Sarebbe auspicabile anche una conferenza stampa per diffondere quanto più possibile la notizia sulla pubblicazione dell’avviso e per spiegare le modalità di partecipazione”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash news

Totò Incardona si prepara per le Provinciali

Pubblicato

il

È stato il terzo più suffragato in assoluto con oltre 800 voto ma non siederà in consiglio perchè Grazia Cosentino non ha vinto.

Totò Incardona si congratula con il neo sindaco e annuncia un nuovo progetto politico.

“Il risultato elettorale, con il mio 30% nella lista dei Moderati di centro destra, sicuramente sarà decisivo per le prossime competizioni.Si inizia un lavoro di costruzione in modo partecipato, dal basso, in una casa comune per tutti i moderati di centrodestra”.

Incardona insomma si prepara alle prossime competizioni elettorali.La più vicina dovrebbe essere quella delle provinciali.

Continua a leggere

Flash news

Esulta il Pd da Palermo a Gela

Pubblicato

il

Esultanza in casa Pd da Palermo a Gela. “Giuseppe Terenziano Di Stefano, candidato sindaco del centrosinistra, è il nuovo sindaco di Gela. E’ la dimostrazione che quando il centrosinistra sceglie candidati di qualità, c’è un progetto chiaro per la città e e i partiti compiono scelte di spessore nella composizione delle liste,viene premiato dagli elettori”. Lo dichiara il segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo a proposito delle amministrative a Gela.

Il componente della segreteria nazionale dei Dem Peppe Di Cristina è soddisfatto per la grande vittoria del Centro Sinistra.

” Si apre una nuova Stadgione per Gela.
Il dato Del Pd dimostra che è un Partito vivo e che nel campo largo possiamo battere le destre” – dice mentre si fa fotografare con il leader del M5S Nuccio Di Paola con cui condivide l’idea del campo largo.

Continua a leggere

Flash news

Chiuse le elezioni del 2024:Terenziano Di Stefano sindaco con un eccezionale 61%

Pubblicato

il

Alle 18.15, poco più di tre ore dopo l’avvio dello scrutinio, è arrivato il risultato definitivo.

Terenziano Di Stefano è sindaco con 13.717 voti pari al 61% contro il 39% di Grazia Cosentino che ha ottenuto 8.739 voti. Le schede bianche sono state 66, quelle nulle 260.

Una vittoria schiacciante e fuori da ogni previsione in questi termini. Per il centrodestra una sconfitta pesante che evidenzia che la coalizione non c’è a Gela ed è da rifondare. Colpa dei traditori della coalizione? L’errore è stato scegliere un candidato tecnico? Il non avere fatto una scelta condivisa dal territorio ma maturata nei salotti palermitani? Queste ed altre cose dovranno chiedersi gli sconfitti.

Nella coalizione di Di Stefano gli riconoscono di aver saputo tenere unito il gruppo ma anche di aver saputo parlare al cuore della città.Una vittoria degli alleati ma prima di tutto del candidato.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852