Seguici su:

Politica

Tutti contro il Presidente. Lupo invoca le dimissioni

Pubblicato

il

“Se Musumeci, come dice, ha preso ‘atto  dell’esito del voto e del suo significato politico’ si dimetta subito. La pausa di riflessione che il presidente della Regione siciliana, di fatto sfiduciato in aula, ha annunciato è semplicemente ridicola. Il presidente Musumeci è naufragato in aula a conferma della propria totale inadeguatezza”. Lo dice il capogruppo Pd all’Ars Giuseppe Lupo dopo l’esito del voto per i grandi elettori espresso dall’Ars che ha visto Musumeci ultimo eletto con appena 29 voti dietro il  presidente dell’Ars Gianfranco Micciche che ne ha ottenuti 44 ed il candidato delle opposizione Nuccio di Paola che ha ottenuto 32 voti.

“Le parole pronunciate ieri sera dal presidente Musumeci sono oltremodo offensive per tutto il Parlamento e per i suoi componenti che, piaccia o no, sono stati democraticamente eletti e rappresentano il popolo siciliano. Se vuole proprio essere concreto nel dare una mano alla Sicilia, il Presidente prenda atto di non essere più gradito non solo all’interno del parlamento, ma anche alla stragrande maggioranza dei siciliani e rassegni le dimissioni. Dispiace che in un momento così delicato di pandemia e con i contagi alle stelle, il Presidente della Regione invece di offrire soluzioni ci costringa a discutere di tematiche che sono ben lontane dagli interessi della Sicilia e dei Siciliani. Poiché non faccio parte della maggioranza, non credo che il Presidente Musumeci annoverasse il sottoscritto tra coloro che potevano designarlo quale grande elettore per la Sicilia; tale scelta non è determinata né da “questione di igiene” come lo stesso Presidente ha detto né da questioni che hanno a che fare con la logica del “chi c’è pi mia” perché il sottoscritto non ha mai chiesto nulla dei sottoboschi governativi, dove di certo risiedono figure ben vicine allo stesso Presidente che oggi si scopre novello della politica.Musumeci abbia il coraggio di fare nomi e cognomi, di dire quali sono state queste richieste irricevibili e, se è il caso, si rivolga agli organi competenti.”
Lo ha dichiarato Danilo Lo Giudice, deputato regionale di Sicilia Vera e presidente del gruppo Misto all’ARS.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica

Sud chiama Nord più agguerrito che mai

Pubblicato

il

Taormina – La delegazione nissena presente al palacongressi di Taormina all’assemblea nazionale di Sud Chiama Nord. Prima giornata dedicata ai tesserati che hanno riempito la sala. A fare gli onori di casa il leader del partito Cateno De Luca.

“Noi siamo l’esempio della crescita autentica del civismo. Un movimento che è riuscito ad imporsi ai partiti nazionali – è stato detto-. E dati alla mano sta continuando a farlo. I nostri obiettivi erano 10 mila iscritti. A livello nazionale Laura Castelli, il nostro presidente, aveva il compito di radicare il partito in tutte le regioni d’Italia.Siamo andati ben oltre le nostre aspettative, arrivando a oltre 15 mila tesserati in tutta Italia coprendo tutto il Paese. Abbiamo costituito quasi 300 comitati”. 

“Noi che abbiamo i titoli conquistati sul campo, siamo il primo movimento politico in Sicilia e lo abbiamo dimostrato con i numeri in una elezione regionale. E lo continuiamo a fare. In Sardegna siamo riusciti a eleggere tre candidati regionali con Orizzonte Comune di Francesco Cuccureddu, lista federata a Sud chiama Nord, dimostrando ancora una volta la nostra forza. Oggi diamo vita al progetto nazionale, saremo presenti alle prossime elezioni europee. Diremo le cose per come stanno, ci batteremo per la libertà degli italiani e contrasteremo le politiche romanocentriche dei partiti tradizionali, compresa la Lega di Salvini. Facciamo sul serio e lo vedrete”.

Continua a leggere

Flash news

Tutti Insieme candida a sindaco il dott.Gianni Incardona

Pubblicato

il

Arriva un altro potenziale candidato a sindaco. È il dott.Gianni Incardona esponente del movimento civico Tutti Insieme presieduto da Alessandro Vella.

Il direttivo del movimento ha chiesto ed ottenuto la disponibilità di Incardona al termine della riunione di ieri sera.

Salvatore Terlati riferisce che il movimento non accetta di sostenere i candidati già negativo il fin troppo prolungato silenzio del centrodestra.Così ha deciso di non farsi trovare impreparato. Di qui il la scelta di un suo candidato appunto il dottor Incardona ” che ha le doti e l’esperienza giusta per dar vitaità ed impulso al progetto di “Tutti insieme”.Se il centrodestra non si sveglia il movimento civico correrà da solo con il sul candidato.

Continua a leggere

Politica

Moto civico sceglie Franzone sindaco

Pubblicato

il

Filipppo Franzone colleziona altri consensi. Lunedì scorso l’assemblea dei gruppi che si sono ritrovati nel movimento spontaneo “Franzone Sindaco” hanno deliberato di non proseguire con il tavolo meglio noto come “agorà del campo largo” ed hanno ufficialmente proposto a Filippo Franzone di scendere in campo nella corsa alla sindacatura in occasione delle prossime elezioni comunali. Lo stesso Franzone, presente nel corso della riunione, ha comunicato di accettare il mandato dell’assemblea. Con queste due decisioni il movimento spontaneo si traduce automaticamente in comitato elettorale “Franzone Sindaco” ed esprimerà la lista a supporto del candidato a sindaco, denominata “Lista Franzone Sindaco”.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852