Seguici su:

Sindacale

Al centro di Casartigiani, c’è ognuno di noi

Pubblicato

il

Sei un artigiano? Un imprenditore, un professionista?

Sei interessato a rappresentare Casartigiani sul tuo territorio?

Casartigiani del Golfo di Gela ha avviato una campagna volta alla ricerca di professionisti o imprenditori interessati nei Comuni di Caltanissetta, Niscemi, San Cataldo, Mazzarino, Riesi, Mussomeli, Sommatino, Serradifalco ad assumere la delega della rappresentanza dell’organizzazione sul proprio territorio. Casartigiani del Golfo di Gela è una delle Associazioni più rappresentative per piccole e medie imprese. Lo sportello Artigiancassa, la propria agenzia formativa, e le altre strumentazioni intendono essere al servizio delle imprese dei 22 comuni della provincia di Caltanissetta.

L’intento e’ quello di fortificare una politica sindacale che ascolti i fabbisogni delle imprese nei territori attraverso persone che interpretino le esigenze e ci guidino al miglior raggiungimento delle soluzioni ricercate. Aiutaci a dare il meglio e a rappresentare oltre alle imprese anche i territori che hanno esigenze specifiche e potenzialità da valorizzare.

Per info: Casartigiani del Golfo di Gela, via Tandurella n.16, tel.0933.921994- 3358368949 – info@casartigianigela.it

Visita i nostri canali social, “Facebook Casartigiani del Golfo di Gela –  www.casartigianigela.it”  e ci conoscerai meglio nelle cose che facciamo.

Il Presidente Provinciale Antonio Ruvio

 

Advertisement
clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash_news

La pulizia dei locali comunali non subirà riduzioni

Pubblicato

il

Si è svolto oggi presso l’Assessorato all’ecologia del comune di Gela un incontro tra la FILCAMS CGIL Caltanissetta, rappresentata dal Segretario Generale Nuccio Coralli e i dirigenti del predetto settore per quando riguarda il nuovo affidamento del servizio di pulizia presso gli stabili comunali, da notizie filtrate l’assessorato (a causa di fondi esigui e senza il bilancio comunale approvato) aveva ridotto i passaggi di pulizia da 5 su 7 a 3 su 7 riducendo di fatto le ore di lavoro per le lavoratrici, causando loro un forte disagio economico essendo quasi tutte mono reddito.

Inoltre in piena pandemia Covid 19 ed in zona rossa i locali rimanevano non puliti per 2 giorni settimanali, così da mettere a rischio la solubilità dei dipendenti comunali;

proprio per questo motivo, la Funzione Pubblica CGIL di Caltanissetta ha fortemente sostenuto le ragioni della FILCAMS, le quali hanno fatto prevalere il buon senso del dirigente, ripristinando la gara ai livelli iniziali, ovvero 5 passaggi a settimana. Le Organizzazioni Sindacali prendono atto positivamente di quanto operato dalla dirigente e dai tecnici del settore ambiente scongiurando un decurtamento sia di ore di lavoro sia di pulizia e igienizzazione dei locali comunali ad oggi importantissimo per combattere la pandemia da covid-19.

Continua a leggere

Flash_news

Sito industriale di Eni: l’appello della Uil

Pubblicato

il

“Il petrolchimico nella transizione ecologica rappresenta già presente e futuro per Gela, quindi per la Sicilia. Dalla Eni con le sue società presenti sul territorio ci attendiamo continuità negli impegni assunti. A Stato e Regione chiediamo, invece, di saper stare al passo di tale e tanta realtà sociale e occupazionale: burocrazia e sistema delle autorizzazioni non possono continuare a essere un freno allo sviluppo!”.

Lo affermano la segretaria organizzativa della Uil Sicilia con delega all’Area Vasta Palermo-Siracusa-Ragusa-Gela, Luisella Lionti, e il segretario territoriale Uiltec Maurizio Castania al termine della riunione che s’è tenuta oggi – venerdì 9 – nella sede Uil gelese. Presenti, assieme alla componente di Segreteria Uiltec Nuccia Maniscalco, i rappresentanti sindacali Rsu e Rlsa Gaspare Cerchia, Filippo Russo, Crocifisso Canotto, Maurizio Giarrizzo, Vincenzo Sanzone e Renzo Aliotta.
La Uil e la Uiltec con Rsu e Rlsa si dicono “in allarme a causa della troppo lunga attesa di progetti esecutivi che possano dare corpo e spessore all’Accordo di Programma per il contrasto alla crisi e lo sviluppo a vocazione green, peraltro sostenuto da finanziamenti esigui del Ministero Sviluppo Economico e della Regione”.

“Nel dettaglio – aggiungono le organizzazioni sindacali – seguiamo con particolare attenzione la realizzazione dei piani di perforazione e cantierizzazione della Centrale a gas, che impongono interventi certi e tempestivi del governo regionale e dell’amministrazione comunale in fase autorizzativa. Ci aspettiamo, insomma, che tutti facciano la propria parte perché il Progetto Cassiopea si realizzi e che in generale i processi di industrializzazione vengano seguiti in modo tale da contrastare efficacemente la desertificazione produttiva già evidente in livelli occupazionali ormai ridotti all’osso”.
Nel corso della riunione, inoltre, gli esponenti di Uil e Uiltec hanno manifestato “preoccupazione per la produzione greggio dagli attuali pozzi petroliferi che, in assenza di nuove perforazioni, impone un costante investimento manutentivo per impedire il continuo abbassamento della produzione di greggio”. “È incoraggiante, invece, la produzione di biocarburante seguita all’avviamento della Green Refinery e la successiva costruzione dell’impianto di avanguardia Btu, che costituiscono un modello di riferimento in un mercato notevolmente selettivo e in espansione. Questo sito, un’eccellenza tra le bioraffinerie attualmente presenti in Europa, occupa attualmente 390 lavoratori e ha importanti prospettive di crescita con studi sull’impiantistica Bio-Jet che possono auspicabilmente assicurare un ampliamento occupazionale sia in termini di personale diretto, sia dell’indotto. Non meno significativo il rilievo strategico delle opere di bonifica, demolizione e risanamento ambientale condotte da Enirewind con investimenti per centinaia di milioni di euro, mentre seguiamo con interesse la realizzazione dell’impianto Uco-Ruco della società Ecorigen per la filtrazione degli oli esausti o fritti”. Uil e Uiltec Gela concludono ricordando “la riconosciuta capacità professionale della divisione SCC/STC, nata nel 2015 con un contributo non indifferente del sito e della stessa Eni, che meriterebbe oggi un potenziamento delle risorse umane da impiegare e un’organizzazione meglio strutturata, definita, sia in termini organizzativi che professionali”.

Continua a leggere

Flash_news

Lionti (Uil) : “nel Sud est della Sicilia si scommette la reale voglia di ripartenza del Paese”

Pubblicato

il

“Lo abbiamo detto nella grande manifestazione sindacale di Bari, lo ribadiamo oggi: a Siracusa, come a Ragusa e Gela, si scommette la reale voglia di ripartenza del Paese. Turismo e Petrolchimico testimoniano il disagio e la speranza di due settori in crisi, mentre il ritorno alle rappresentazioni classiche nel Teatro greco rappresenta un bellissimo segnale di rinascita in una delle culle della nostra civiltà”. Luisella Lionti, segretario organizzativo regionale della Uil con delega all’Area Vasta Palermo-Siracusa-Ragusa-Gela, ha dedicato al Sud-Est Sicilia un’ampia parte del suo intervento durante l’Esecutivo Uil guidato da Claudio Barone. Presente in videoconferenza anche Carmelo Barbagallo, l’ex leader nazionale del “Sindacato dei Pensionati” che ora guida la Uil Pensionati,
Luisella Lionti ha sottolineato il ruolo delle donne “costrette a sostituire il welfare che manca”, quindi ha ricordato le sfide della transizione ecologica ma anche quelle della sicurezza esasperate dagli appalti al massimo ribasso: “Tutti temi che per ultimo lunedì sono stati al centro di una mobilitazione dei lavoratori a Priolo, ma che sono motivo di preoccupazione e vertenze pure nel comparto edile”. La segretaria organizzativa della Uil Sicilia ha, infine, citato il “caso Cassibile” e il protocollo anticaporalato firmato nella Prefettura di Siracusa: “È stato un ottimo accordo, che abbiamo sottoscritto convintamente e può servire da modello in ogni parte dell’Isola, ma adesso – ha esclamato Luisella Lionti – servono fatti conseguenziali e concreti perché la tratta dei nuovi schiavi finisca davvero e i negrieri vengano emarginati, messi all’angolo, espulsi”. L’esponente sindacale, infine, ha menzionato impegno e risultati della Uil nella battaglia di civiltà per i pensionati: “Rivendichiamo il diritto alla salute e all’invecchiamento attivo, ancora oggi aspettiamo risposte concrete. Proprio da Siracusa, Ragusa e Gela abbiamo esposto più volte le nostre idee, le nostre proposte, perché l’emergenza che ha tragicamente segnato soprattutto gli anziani si trasformi in opportunità di cambiamento”.

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852