Seguici su:

Flash news

Cuffaro scopre il Dna democristiano di Pino Federico

Pubblicato

il

Un anno dopo la nascita della nuova Dc  Totò Cuffaro torna a Gela e nello stesso posto, il giardino dell’ex Lido La Conchiglia a  presentare i candidati alle Regionali Pino Federico, Gero Valenza ed Angela Cocita.

Prima l’inaugurazione della sede della segreteria cittadina , una tappa importante secondo Cuffaro che vede radicare sempre più il partito in città e nel territorio provinciale. Dopo le elezioni l’obiettivo è avere un segretario di sezione per ogni città. Si parte da Gela che per Cuffaro è una piazza importante. Il buon lavoro fatto in questo anno e i candidati che lui in persona ha scelto con i gruppi locali sono fatti che  inducono Cuffaro a credere nella possibilità di conquistare uno dei tre seggi  all’Ars del Nisseno. Ma nel dire che” i candidati sono forti e la lista pure”, Cuffaro non ha potuto non fare cenno alla new entry nel suo partito alias Pino Federico poco prima che scadesse la presentazione delle liste e dopo che Fratelli d’Italia ha preferito un suo dirigente all’ex deputato in quota Diventerà bellissima. Così Federico si è ritrovato in poche ore dall’estrema destra al centro. 

Cuffaro abile oratore fa quadrare i conti con un tuffo nel passato:  “Pino Federico – ha detto- è storicamente un democristiano – ha spiegato Cuffaro – è stato presidente della Provincia grazie anche ai voti di noi democristiani. Candidandosi con  noi ritorna  alle  sue scelte valoriali. E’ un candidato credibile come Valenza e Cocita. Con loro prenderemo il seggio e rappresenteremo questo territorio”. Pino Federico tra tutti quelli in corsa è il candidato meno social e non se ne fa un cruccio. Preferisce che parlino i fatti , che la gente veda con i propri occhi le cose fatte. Lui da deputato.e.soprattutto da ex presidente della provincia ha una lista lunga di opere e fatti da mostrare agli elettori . Un candidato di peso per il debutto della Dc del Terzo millennio.ma che potrebbe costare l’addio della Dc al governo  cittadino e la perdita di un assessorato. 

Ma il fondatore della nuova Democrazia cristiana guarda al presente. “L’inaugurazione di oggi rappresenta un tassello importante per la crescita della Dc in provincia di Caltanissetta. Stiamo lavorando, giorno dopo giorno- ha detto – coinvolgendo tutti i territori, sempre con lo stesso spirito, quello di riportare al centro i valori oggi molto spesso dimenticati ma che sono stati alla base del programma dei nostri padri fondatori, rivisti in chiave moderna e all’insegna del rinnovamento”. Alla presentazione dei candidati tanta gente venuta da altre città della provincia, i dirigenti locali, l’assessore Licata e il consigliere Cascino. Con Pino Federico c’era il consigliere Pellegrino che non ha ancora aderito alla nuova Dc e non lo farà se resterà nella Giunta Greco .

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Eccellenze d’Italia, premiata azienda di Gela

Pubblicato

il

La Roma Costruzioni srl fra le Cento Eccellenze della migliore Italia. L’azienda gelese guidata da Giuseppe Romano è stata accolta questa sera nella sala Protomoteca in Campidoglio a Roma, dopo essere stata individuata e selezionata come eccellenza per la crescita del paese.

Un importante riconoscimento che premia la Roma Costruzioni per l’impegno nel rispetto dell’ambiente e per il principio di legalità e trasparenza che da sempre caratterizza l’operato dell’azienda.

“È motivo di lode per me e per la Roma Costruzioni – ha affermato l’amministratore Giuseppe Romano – aver contribuito fino ad oggi alla crescita del Paese. Continueremo a fare del nostro meglio, mossi dalla dedizione e dalla passione che da sempre ci appartengono. Dedico questo premio alla Roma Costruzioni: un’azienda, una squadra, una famiglia prima di tutto”.

La premiazione è stata coordinata dalla giornalista Alda D’Eusanio ed è stata aperta dai saluti istituzionali e dall’inno nazionale eseguito dalla banda musicale della Guardia di Finanza.

Continua a leggere

Flash news

Scerra (FdI): “nessuna interlocuzione con Greco”

Pubblicato

il

“Di certo non vorrei indossare i panni del Sindaco in questo momento.Si trova, per sua colpa e con il concorso di molti politici fanatici dell’opportunismo contingente, a gestire una crisi di governo pesante, al limite della sopravvivenza in cui lui è l’unico superstite”: lo dichiara il consigliere di Fratelli d’Italia Totò Scerra”.
“Spero per la città – aggiunge- che si possa trovare una soluzione e nell’immediato, perché i gelesi non meritano tanta approssimazione.Il tempo del “tirare a campare” credo debba finire qui.
Noi abbiamo perso le elezioni, gli elettori ci hanno voluto all’opposizione e, coerentemente, siamo stati sempre all’opposizione e sempre lo saremo”.

Scerra inoltre sottolinea che”non si apriranno interlocuzioni, non ci interessano cariche o prospettive condivise.
Abbiamo un nostro programma ed un nostro modo di vedere e praticare la politica, una visione che riproporremo alla città e che, stavolta, sono certo sarà premiata perché contraddistinta da un valore che, visti gli esiti della più insensata maggioranza della storia di Gela, si rivela più unico che raro: la coerenza”.

Continua a leggere

Flash news

Un uomo solo al comando

Pubblicato

il

Dalle 11 di oggi è ufficiale.I tre assessori che erano rimasti al fianco del sindaco Greco hanno rassegnato le dimissioni. Anche Terenziano Di Stefano, Ivan Liardi e Romina Morselli hanno lasciato la Giunta.

Greco è ufficialmente un uomo solo al comando di una barca che naviga in acque agitate.

Se approderà ad un porto e in quali condizioni non si sa.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852