Seguici su:

Flash news

Il Sindaco venuto da lontano …

Pubblicato

il

Di seguito, pubblichiamo integralmente il comunicato stampa inviato alla nostra redazione a firma di: Fratelli d’Italia – Gela

Le dichiarazioni del sindaco alle TV regionali e locali sono sconcertanti a scapito della nostra città e della stragrande maggioranza dei cittadini che in tutti questi mesi hanno rispettato le regole.

Non possiamo permettere che, come avvenuto in passato, si continui a denigrare la nostra città ed i nostri cittadini.

Ci ha profondamente amareggiato e sdegnato ascoltare le parole del Sindaco durante la conferenza stampa il quale ha incominciato a definire in maniera populista e demagogica il popolo gelese quale incivile, indisciplinato ed irrispettoso delle regole, spingendosi a riportare la definizione di Gela quale Capitale di giovani impegnati nelle attività illecite e dell’abusivismo edilizio. È pur vero che c’è una minoranza di cittadini, come in tutti gli altri comuni di Italia, che con il loro comportamento incivile e irrispettoso delle regole aggrava il contagio pandemico, ma la stragrande maggioranza dei gelesi non è costituita da coloro che indica il primo cittadino, Gela è popolata da cittadini civili e rispettosi che da quasi un anno continuano a fare sacrifici rispettando le ordinanze e i decreti emanati mettendo a serio rischio anche il proprio futuro economico. La nostra città è fatta di cittadini operosi, lavoratori, volontari e giovani eccellenze, di “eroi quotidiani” che ogni giorno hanno il coraggio di alzare le saracinesche senza alcuna certezza su un futuro che viene cancellato ad ogni ordinanza e Decreto.

Forse il sindaco vive veramente in “Un Altra Gela”.

Se era questa la sua opinione dei gelesi perché non lo dichiarava durante i suoi comizi in campagna
elettorale? O forse il Primo cittadino lo dichiara solamente oggi per scaricare sempre sugli altri le proprie negligenze, perché è sotto gli occhi di tutti che lo stesso è venuto meno a un suo preciso dovere, ovvero quello di predisporre controlli capillari sul territorio, che durante le festività sono stati del tutto assenti.

Sono tantissimi i gelesi esasperati che si sono attenuti alle regole e che oggi subiscono le conseguenze del comportamento di pochi incivili e da cittadini fa male sentirsi apostrofati pesantemente dal proprio
sindaco. Il Primo cittadino, peraltro non può scaricare sempre sugli altri le proprie negligenze, perché è
sotto gli occhi di tutti che lo stesso è venuto meno a un suo preciso dovere, ovvero quello di predisporre controlli capillari sul territorio, che durante le festività sono stati del tutto assenti.

Chieda scusa alla città e ammetta le proprie responsabilità, chi non è in grado di prendere le dovute
decisioni e di gestire le emergenze non può rappresentare questa città.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Scontro tir-auto, si aggrava il bilancio dell’incidente stradale

Pubblicato

il

Si aggrava il bilancio dell’incidente stradale (nella foto di Franco Assenza) che si è verificato oggi pomeriggio sulla statale 626 Gela-Caltanissetta: oltre all’autista del tir, è deceduta anche la donna di 66 anni che era stata trasportata in elisoccorso all’ospedale Sant’Elia.

Troppo gravi le ferite riportate nel sinistro. Lo scontro è avvenuto tra due auto e un tir che è precipitato dal viadotto all’altezza di Capodarso.

L’autista del mezzo pesante, (Cristoforo Volpe, 57 anni, originario di Riesi) è deceduto sul colpo mentre l’anziana è stata trasportata in ospedale in condizioni critiche. Illeso il marito e il conducente dell’altra vettura.

Continua a leggere

Attualità

La Regione da forfait sull’asse attrezzato

Pubblicato

il

Oggi si è svolto il tavolo tecnico per parlare dell’asse attrezzato dell’ex Asi, tratto fondamentale per collegare la zona industriale  alla nuova tangenziale. C’erano il Comune, l’Irsap, il commissario per la tangenziale Raffaele Celia e il sen. Pietro Lorefice che segue da tempo questa procedura.

Mancava la Regione che non ha partecipato neanche in videocollegamento rendendo necessario l’aggiornamento dei lavori. Si è fatto il punto sulla tangenziale.

L’opera ha un valore complessivo di 450 milioni di euro e il governo  deve trovare 79 milioni di euro, a copertura dell’aumento dei costi. Non c’è più il vincolo della gara entro dicembre perché ci sarà una proroga almeno fino a giugno del prossimo anno. Se  tutto filerà liscio  il bando potrebbe essere pubblicato entro fine anno. 

Continua a leggere

Cronaca

Scontro tir-auto, un morto e tre feriti sulla Gela-Caltanissetta

Pubblicato

il

E’ di un morto e tre feriti, il tragico bilancio di uno spaventoso incidente stradale che si è verificato oggi pomeriggio sulla statale 626 Gela-Caltanissetta.

All’altezza di Capodarso, un tir è volato giù da un viadotto per diversi metri dopo essersi scontrato con due auto. Il camionista (originario di Riesi) è deceduto e altre tre persone sono rimaste ferite. Sono gravi le condizioni di una donna, trasportata in codice rosso all’ospedale Sant’Elia.

Gli altri due feriti, sono stati ricoverati all’ospedale Umberto I di Enna. Sul posto è giunto anche l’elisoccorso.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852