Seguici su:

Politica

La commissione servizi sociali interviene sul trasporto disabili

Pubblicato

il

Gela – La commissione consiliare Servizi sociali presieduta da Valeria Caci, vice presidente Romina Morselli interviene in auto all’amministrazione sulla vicenda AIAS. “In merito alla vicenda AIAS, all’allarme sociale e al clima avvelenato che l’associazione sta alimentando, preoccupa vedere che sono in atto strumentalizzazioni e vili speculazioni da parte del mondo politico. L’unica cosa da fare, in questo frangente, è remare tutti insieme nella stessa direzione, ossia quella della risoluzione di un problema le cui conseguenze stanno già ricadendo su cittadini e lavoratori, invece assistiamo a prese di posizione alquanto discutibili.

Ancora più assurdo, poi, è che una parte di queste critiche arrivi proprio da chi ha una parte di responsabilità in tutto questo caos, ossia l’attuale segretario del PD Guido Siragusa. C’era lui, tre anni fa, a capo della Commissione Servizi Sociali che approvò quel regolamento per l’affidamento del servizio di trasporto dei disabili che fa acqua da tutte le parti. Non a caso, la consigliera Valeria Caci, all’epoca assessore ai servizi sociali, provò a far notare tutti i limiti di quel documento e la necessità di un piano B in caso di emergenza, propose anche soluzioni alternative, perchè sapeva che era impossibile per il Comune dotarsi di mezzi propri per svolgere autonomamente il servizio, ma gli appelli caddero nel vuoto. Siragusa disse che quella era l’unica stada possibile, e il testo fu esitato favorevolmente in consiglio.

Per questo, non solo rimandiamo tutte le accuse al mittente, e cioè al PD e a Guido Siragusa, che ancora una volta non perde l’occasione di tacere, ma lo invitiamo anche a non cavalcare l’onda del malcontento sociale. Quel regolamento presentava una serie di incongruenze, lui lo sapeva e l’ha fatto votare lo stesso. Ora tocca a noi correre ai ripari e modificarlo, perchè è un testo che ingabbia l’amministrazione. Dimostrazione ne è il fatto che tutte le gare sono andate deserte, e non si può andare avanti a suon di proroghe. Il rimborso previsto dalla delibera di giunta del 6 febbraio 2020 è stata solo la soluzione trovata in quel momento per risolvere il problema a vantaggio dell’utente.

Siragusa&co. la smettano di strumentalizzare, perchè oggi ci accusano di voler interrompere il servizio pubblico ma ieri ci hanno messo in questa situazione, ed è facile ora dire “facciamo la gara”, peccato che non abbia alcun senso se prima non si cambia il regolamento, cosa che noi intendiamo fare subito.

Siamo dalla parte della legalità e delle famiglie, non scenderemo mai a compromessi né ci faremo trascinare nei ricatti sociali”.

Valeria Caci presidente commissione Servizi sociali e Morselli Romina vice presidente

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Politica

Ecco la lista ‘Sicilia vera’: c’è il gelese Maniglia

Pubblicato

il

Valeria Dell’Urti, Angelo Montebello e Francesco Rimmaudo sono i tre candidati della lista “Orgoglio Siculo” che hanno scelto di appoggiare il programma di governo della regione del leader di “Sud chiama Nord” Cateno De Luca, candidato alla presidenza della Regione Siciliana.

Per la lista De Luca sindaco di Sicilia nelle scorse settimane erano stati presentati Marzia Maniscalco, Giampiero Moddafari e Angelo Bellina.

Per Sicilia Vera Guglielmo Panebianco, filmaker e attivista per i diritti umani, fondatore del movimento No Muos, Noemi Maria Passaro, prima dei non eletti all’ultima tornata elettorale di Caltanissetta e Marco Maniglia, imprenditore.

«Le nostre tre ammiraglie – ha affermato De Luca – rappresentano la base del progetto politico “De Luca sindaco di Sicilia”. Qui a Caltanissetta abbiamo chiuso registrando l’adesione di candidate e candidati pronti a mettere al servizio del progetto e della collettività la propria esperienza e il proprio impegno. Non è escluso – ha aggiunto De Luca – che si possa aggiungere una quarta lista così come è accaduto ad Enna considerando che continuiamo a registrare richieste da parte di imprenditori e semplici cittadini che vogliono metterci la faccia candidandosi. È questo lo spirito che anima la nostra azione politica: la possibilità per ognuno di contribuire al raggiungimento del risultato impegnandosi in prima persona».

Continua a leggere

Politica

M5S: Lorefice e Damante candidati

Pubblicato

il

Dal Movimento 5 stelle arrivano i volti dei gelesi candidati a seguito delle consultazioni interne.  Si per Pietro Lorefice e Ketty Damante. Scarpinato e Floridia guidano i candidati del  Movimenti 5 stelle in Sicilia in vista delle elezioni politiche. Tanti gli attivisti grillini delusi tra cui Steni Di Piazza e Varrica. Conte sarà capolista alla Camera. E’ questo l’esito delle Parlamentarie a cui ha partecipato il popolo di Beppe Grillo

Sull’isola Giuseppe Conte capolista alla Camera, mentre l’ex procuratore generale di Palermo Roberto Scarpinato e l’attuale sottosegretaria e candidata alle primarie giallorosse Barbara Floridia al Senato e alle parlamentarie anche per l’alternanza di genere.

Nel collegio Sicilia 1 per la Camera Valentina D’Orso in seconda posizione, dietro il deputato Davide Aiello. Fuori il deputato palermitano Adriano Varrica, primo dei candidati supplenti. Un altro deputato uscente, Aldo Penna, ben lontano dai primi quattro posti.

Alla Camera Sicilia 2 capolista è l’ex sindaca di Porto Empedocle Ida Carmina. Dietro a Scarpinato, al Senato nel collegio Sicilia 1 l’attuale deputata regionale Ketty Damante e l’uscente Pietro Lorefice, nonostante abbia ottenuto il record assoluto di voti (1.173).

Rimane fuori Steni  Di Piazza, penalizzato dalla candidatura di Scarpinato e dalla regola dell’alternanza uomo-donna: per lui 1.171 voti alle parlamentarie. Nel collegio Sicilia 2, alle spalle di Barbara Floridia, il senatore di Scicli Giuseppe Pisani. Si attende il risultato delle regionarie per sapere le liste dei candidati alla Regione, per Gela uno degli aspiranti è Nuccio Di Paola

Continua a leggere

Politica

Scichilone capolista nella lista Udc della provincia nissena

Pubblicato

il

Ecco i capolista dell’ Udc in otto province su nove, con l’eccezione di Messina dove ancora la decisione non è stata presa: Cordaro correrà a Palermo, Terrana ad Agrigento, Mimmo Turano ed Eleonora Lo Curto a Trapani, Ignazio Abbate a Ragusa, Giovanni Bulla a Catania, Silvio Scichilone a Caltanissetta, Giuseppe Carta a Siracusa e Nino Mancuso a Enna. Lo hanno annunciato Toto’ Cordaro e Decio Terrana in occasione della presentazione dei candidati alle elezioni regionali del 25 settembre, in concomitanza con le Politiche avvenuta stamattina nella sede dell’ Assemblea regionale.

Silvio Scichilone , già segretario in provincia di Caltanissetta, quindi è il capolista.

“Si è parlato di accordi con altri partiti, ma vogliamo smentire le voci di tali accordi e vogliamo dire che l’Udc, col suo glorioso simbolo che trova ancora grande fiducia nella nostra gente di Sicilia, presenterà le liste in tutti e 9 collegi provinciali”, dice l’assessore al Territorio Cordaro affermando che il partito dello scudo crociato correrà con il proprio simbolo alle imminenti regionali, smentendo le voci di un presunto patto che avrebbe comportato la sparizione del simbolo nell’Isola.

“Stiamo costruendo liste fortissime in tutti e nove i collegi provinciali. – ha detto Cordaro- Siamo consapevoli del momento delicato che sta vivendo la Sicilia a livello politico, ma sono certo che Schifani sarà un ottimo presidente per la sobrietà e l’equilibrio istituzionale che da sempre lo contraddistinguono

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852