Seguici su:

Politica

Le diatribe politiche a suon di ‘note’ pubbliche… mentre la città langue

Pubblicato

il

Le crisi sono un continua botta e risposta sulla stampa. Un sipario alzato a cui la gente, indifferente, deve assistere. Ma la gente vuole ben altro: vuole la città pulita, l’acqua tutti i giorni, i servizi per i cittadini, vuole l’estate gelese. Vuole tutto quello che c’è nelle altre città. E invece cosa si propone una diatriba pubblica, fatta di comunicati in cui si vantano le proprie ragioni. Il sindaco Greco è sempre pronto a rispondere e dopo aver letto stamattina la nota del gruppo Italia viva e dopo aver partecipato a passeggiate e manifestazioni si dedica alle risposte scritte, mentre le risposte ai cittadini possono aspettare. Ma non basta rispondere ai partiti quando la città è invasa di rifiuti ed erbacce….Ecco cosa dice nell’ennesima nota del balletto pubblico:

“Alla luce delle dichiarazioni odierne del segretario di Italia Viva, Rochelio Pizzardi, mio malgrado, mi trovo ancora una volta costretto ad intervenire in merito alla gestione del sistema dei rifiuti e alla pulizia della città – dice Greco –

Nessuno osi pensare che ci siano un assessore e un partito che vogliono pulire la città e un Sindaco contrario che preferisca vedere la città sporca. Sin dal nostro insediamento abbiamo sposato una linea ben precisa, e intendiamo mantenere l’impegno di adottare soluzioni nel pieno rispetto della legge e senza costi aggiuntivi che finiscano per gravare sulle tasche dei cittadini. Questa sarebbe stata (e sarebbe ancora) la cosa più facile, se non l’abbiamo fatto un motivo ci sarà. Non permetterò che la mia amministrazione piombi nel vortice di tutti i problemi giudiziari (civili, contabili e penali) che le amministrazioni del passato hanno avuto, e da Italia Viva mi aspettavo delle idee percorribili in tal senso. Così non è stato.

La soluzione da loro avanzata è stata analizzata e valutata anche alla presenza del dirigente del settore Ambiente e del segretario generale, ma quella proposta di atto di indirizzo da portare in giunta è stata cassata perché non c’erano i presupposti per farla esitare, in quanto prevedeva costi aggiuntivi importanti: l’esatto opposto di quello che dicono, e questo lo sa bene anche l’assessore Malluzzo.

Il sottoscritto si sta sforzando da settimane di trovare una soluzione che gli permetta di pulire la città in maniera legale, trasparente e legittima, nel totale rispetto delle procedure, ma in una situazione critica come quella che abbiamo ereditato ci vuole uno sforzo maggiore da parte di tutti. Siamo in una fase transitoria nella quale abbiamo a che fare con una società che sta per andare via e che non ha alcun interesse a garantire un servizio di qualità, efficiente ed efficace. Ma nessuno pensi che dopo 3 anni in cui abbiamo mantenuto una linea ben precisa, oggi si opti per un cambio di rotta solo perché lo chiede Italia Viva. Non avverrà mai.

Se IV vuole mantenere un rapporto di collaborazione e partecipazione al governo della città, proponga soluzioni in linea con questo pensiero; se invece, in realtà, ha già deciso di andare via e di non fare più parte di questa maggioranza, non cerchi pretesti e scuse per rompere col Sindaco, cercando di far passare il messaggio che loro vogliono pulire la città e io no.

Un’ultima cosa la voglio precisare in merito al fatto che il Sindaco segua il principio “dividi et impera”: non è così, fino a ieri sera c’è stato un sereno confronto con l’assessore Malluzzo, che si era riservato di parlare col proprio partito per chiedere un nuovo incontro. Il fatto che stamattina si registri questo nuovo attacco a mezzo stampa mi fa pensare che forse, prima di venire a parlare con me, assessore e partito debbano confrontarsi tra di loro e decidere chiaramente cosa vogliono fare”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica

Ponte.Damante: “no a progetto vecchio e inutile”

Pubblicato

il


Messina – “In centinaia abbiamo partecipato alla manifestazione contro la costruzione del Ponte di Messina, con noi anche il presidente Giuseppe Conte”, è quanto afferma in una nota la senatrice siciliana del Movimento 5 stelle Ketty Damante.

“Le famiglie che dovrebbero andare via dalle loro case per far posto ai piloni del ponte sono preoccupate soprattutto perché lasciate senza informazioni. Cittadine, cittadini e associazioni che – aggiunge – stanno vivendo sulla loro pelle la decisione nefasta del Ministro per le infrastrutture Matteo Salvini di costruire un’opera miliardaria e, soprattutto, inutile per l’isola.

Alla Sicilia servono autostrade moderne, collegamenti efficienti non un ponte che la colleghi con la penisola senza ulteriori e fondamentali infrastrutture. Un progetto nato vecchio che è stato ripresentato con le stesse criticità del passato e che serve a far lavorare i soliti noti”.

“Con i governi Conte, ad esempio, avevamo destinato 1,3 miliardi di euro per la Ragusa-Catania ma il commissario straordinario Renato Schifani ha speso solo lo 0,1% delle risorse. Di questo passo – prosegue – sarà pronta nel 2050. E’ questa l’idea che la destra ha delle nostre infrastrutture, costruire un’opera inutile con fondi sottratti dal Fondo di coesione di Sicilia e Calabria?

Il nostro no non è ideologico,  ma è contro questa opera senza capo né coda. Siamo sempre stati favorevoli e ci siamo impegnati per opere efficienti e realmente utili alla Sicilia e al Paese. Si parta da qui”, conclude Damante.

Continua a leggere

Politica

Amministrative, il coordinatore M5S Sicilia Di Paola lancia appello al PD: “Si esporti il modello Gela

Pubblicato

il

Palermo – Nonostante la risposta circostanziata di Safina, Di Paola torna sul tema dell’alleanza del M5S col PD.

“Siamo fermamente convinti che per liberare i siciliani dai disastri del centrodestra serva un percorso forte e condiviso con tutte le forze politiche progressiste e se vogliamo farlo a livello regionale e nei Comuni serve partire con dovuto anticipo e dai territori.

Esportiamo il modello di Gela, il lavoro portato avanti da mesi sta regalando ai cittadini di questa città una alternativa seria, solida e credibile alle destre. Si applichi il modello Gela in tutti i Comuni”. E’ l’appello che il coordinatore regionale del Movimento 5 Stelle Nuccio Di Paola torna a ripetere ai vertici del Partito Democratico, dopo la stoccata degli scorsi giorni sul mancato appoggio dei Dem ai sindaci del Movimento 5 Stelle, situazione opposta rispetto al sostegno dei Cinquestelle ai sindaci PD.

L’appello è stato rilanciato in queste ore anche dal leader nazionale Giuseppe Conte nel corso del suo intervento a Messina. Il coordinatore Di Paola tende ufficialmente la mano ai Dem. 

“Lavoriamo insieme per liberare i siciliani dal gioco del centrodestra e dei loro interessi particolari. Sostengano tutti i nostri sindaci alle imminenti amministrative” – conclude.

Continua a leggere

Flash news

La Srr e Impianti partecipano alla Green Expo Ecomed

Pubblicato

il

Società per la regolamentazione del servizio di gestione rifiuti (S.R.R.) ATO 4 Caltanissetta Provincia Sud e la
Impianti s.r.l. partecipano alla Green Expo Ecomed del Mediterraneo, che si svolgerà a Misterbianco (Catania), dal 17 al 19 aprile.


L’edizione di Ecomed 2024, che ha per tema “Catania 2030: Ambiente e Ambienti il Contenitore”, racchiude una serie di iniziative ed eventi che hanno come filo conduttore l’Ambiente e gli Ambienti in tutte le loro declinazioni, con il preciso obiettivo di accellerare il processo di profondo rinnovamento della Regione
mediterranea nel contesto del Green Deal Europeo.

Il presidente Marino ha anche annunciato la presentazione a Ecomed delle principali inziative, previste per il 2024, contenute nel piano di comunicazione della S.R.R.
“La partecipazione rappresenta un fondamentale passo avanti nel nostro incessante impegno per la sostenibilità ambientale – ha dichiarato da parte sua l’ing. Giovanna Picone, amministratore unico di Impianti s.r.l.

Attraverso il nostro lavoro quotidiano e le iniziative speciali come il Concorso di Idee per le scuole, ci sforziamo di innalzare la consapevolezza ambientale e migliorare la qualità della raccolta differenziata nei
Comuni soci. Durante la fiera, condivideremo i risultati raggiunti e le strategie future, mettendo in luce come le
prassi di eccellenza possano essere adottate su scala più ampia. La nostra visione è quella di un ambiente pulito
e sostenibile, dove ogni cittadino è protagonista attivo del cambiamento. Invito tutti a partecipare e a essere
parte di questa rivoluzione verde che stiamo promuovendo attivamente.”
La partecipazione della S.R.R. ATO 4 Caltanissetta Provincia Sud e della Impianti s.r.l., due pilastri nella gestione
delle risorse ambientali e nella promozione della raccolta differenziata, sottolinea l’importanza di creare sinergie locali per un impatto globale. Anche quest’anno, la Impianti s.r.l. ha voluto coinvolgere le classi di quarta e quinta elementare dei Comuni Soci della S.R.R. ATO 4 Caltanissetta Provincia Sud in attività di formazione e sensibilizzazione volte al miglioramento della qualità della raccolta differenziata e all’educazione ambientale.

Questo è il nostro modus operandi per contribuire in parte alla rivoluzione verde per la salvaguardia del pianeta.
Al suo punto di arrivo la prima edizione del Concorso di Idee pensato per le scuole secondarie di primo e secondo grado dei Comuni soci della S.R.R. ATO 4 Caltanissetta Provincia Sud, con la premiazione dei vincitori che si aggiudicheranno i premi messi in palio dalla Impianti s.r.l., la società in house che gestisce la Piattaforma integrata di contrada Timpazzo (Gela) e il servizio porta a porta nei Comuni di Butera, Delia, Mazzarino, Niscemi, Gela, Sommatino e Riesi. Una testimonianza dell’attenzione che la società pone sul potenziamento
della raccolta differenziata e sulla sensibilizzazione dei cittadini a partire dalle giovani generazioni. Ottantanove
i ragazzi iscritti al concorso che hanno prodotto con grande cura video amatoriali, con il supporto dei loroinsegnanti sui temi di Agenda 2030.

“I tre vincitori saranno proclamati in occasione di ECOMED 2024. I loro contributi saranno trasformati in veri e propri spot che verranno messi in onda su Teleone (sponsor dell’iniziativa) per circa un mese” – afferma la dott.ssa Cinzia Pepe, ideatrice del concorso insieme alla dott.ssa
Leyla Tanci. “L’auspicio della Impianti s.r.l. è che per la seconda edizione la partecipazione sia ancora più sentita
ed estesa”.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852