Seguici su:

Sindacale

L’Ugl lancia l’appello per salvare l’economia

Pubblicato

il

Il mese di gennaio anziché rappresentare l’inizio di una nuova ripresa e sviluppo, rischia di dare vita ad una serie di aperture di procedure di cassaintegrazione in molti settori della nostra economia con inevitabili conseguenze negative sull’occupazione”. Il Segretario Nazionale dell’UGL Chimici Luigi Ulgiati ed il segretario territoriale Andrea Alario, nell’esprimere preoccupazione per l’aumento dei prezzi dell’energia, incalza il Governo ed il Ministero dello Sviluppo Economico chiedendo di dare vita ad una strategia industriale per sostenere le imprese: “Il settore energivoro, quello della ceramica, le industrie cartotecniche, del vetro, le chimiche e petrolchimiche sono quelle che pagano di più le conseguenze negative dell’aumento dei prezzi dell’energia perché l’incremento si riflette sui costi di produzione e, inevitabilmente, anche su quello del prodotto finale, rendendo le imprese italiane meno competitive sul mercato”. Preoccupazioni, quelle espresse dal sindacato, già emerse nei vari Osservatori: “Qualche associazione datoriale – proseguono i sindacalisti, ha già riferito le proprie perplessità negli incontri che abbiamo avuto per analizzare la situazione attuale. I rappresentanti di tutti i comparti economici ritengono di non poter sostenere questo rialzo e temono di dover essere costretti a ricorrere alla cassa integrazione per i propri dipendenti. Ricordiamo che si tratta di comparti vitali per l’economia del nostro paese, settori strategici che non possono permettersi di perdere quote di mercato e dover navigare a vista per i prossimi anni. Per questo facciamo appello al Governo e al Mise” – dice Ulgiati – “e al governo regionale” – dice Alario – affinché intervengano alla svelta e con coraggio”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sindacale

Smart working alla Regione, Siad-Csa-Cisal scrivono ai Dirigenti

Pubblicato

il

generali: “Basta ostracismi”

Le leggi sono chiare e valgono anche in Sicilia: in piena pandemia da Covid-19 i lavoratori fragili devono tornare subito in smart working; principio ribadito dalla direttiva

firmata ieri dall’assessore regionale alla Funzione pubblica Marco Zambuto che lo prevede anche per chi è entrato in contatto con positivi o ha figli che seguono la didattica a distanza. Adesso non ci sono più alibi: gli uffici concedano il lavoro agile”. Lo dicono

Giuseppe Badagliacca e Angelo Lo Curto del sindacato Siad-Csa-Cisal,

che ieri hanno inviato una nota a tutti i Dirigenti generali della

Regione Siciliana.

“La nuova ondata pandemica ha posto in zona arancione quasi il 40% dei

comuni siciliani e non c’è più tempo da perdere – continuano

Badagliacca e Lo Curto – Bisogna limitare i focolai negli uffici

pubblici dove i contagi sono ormai all’ordine del giorno, provocando

disservizi e mettendo a rischio la salute pubblica. Per questo siamo

pronti a continuare a sostenere i lavoratori fragili che, vedendo

ledere i propri diritti, si rivolgeranno alle autorità competenti”.

Continua a leggere

Sindacale

Ugl raddoppia iscritti e per Alario incarico nazionale

Pubblicato

il

Riunione del consiglio provinciale dell’ Ugl ieri a Riesi dedicata al nuovo modo di fare sindacato nell’era dello smart working e del mondo del lavoro cambiato dalla pandemia. Nella sua relazione il segretario provinciale Alario ha fatto il punto sui risultati del sindacato che nel Nisseno ha raddoppiato gli iscritti con tutti i settori confermati e l’apertura di sportelli giovani, disabili e mobbing. Presenti vari esponenti nazionali e regionali. Un buon lavoro che viene premiato: il vice segretario nazionale dei chimici Eliseo Fiorin ha annunciato che Alario con il nuovo anno avrà un ulteriore impegno nel sindacato, quello di collaborare con la segreteria nazionale dell’ Ugl chimici. Nel corso della sua relazione il sindacalista gelese ha parlato del nuovo servizio dei rifiuti nella Srr Sud (fondamentale per l’ Ugl che non si perda un solo posto di lavoro) e di infrastrutture. Alario ha contestato l’amministrazione comunale per le strade in città ridotte a trazzera. Riguardo alle partecipate per l’Ugl è fondamentale rimpiazzare chi va in pensione. Il segretario generale Paolo Capone ha parlato di Pnrr e trattative sulle pensioni, il vice segretario dei chimici Luigi Ulgiati di industria 4.0, il segretario del Mezzogiorno Giovanni Condorelli si è soffermato sulle carenze della Sicilia mentre il segretario regionale Giuseppe Messina ha evidenziato le proposte per i contratti che vanno rinnovati nel 2022

Continua a leggere

Flash news

Servizio rifiuti: Usb respinge proposta della Impianti Srr

Pubblicato

il

L’ Usb guidata da Luca Faraci respinge la proposta della Impianti Srr  di assumere i lavoratori ex Tekra dei Comuni di Butera, Delia, Mazzarino, Niscemi, Riesi e Sommatino tramite società interinale  mantenendo il livello e l’anzianità di servizio nelle more di richiedere ed acquisire  parere all’Anac sull’assunzione diretta a tempo indeterminato.
Il sindacato fa presente di avere più volte richiesto  l’acquisizione degli atti che hanno permesso l’affidamento in house del servizio dei rifiuti e lancia dubbi sulla correttezza della procedura fin qui seguita per arrivare al servizio in house

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852