Seguici su:

Attualità

“Niente regali per il nostro 25° anniversario. Aiutateci ad aiutare”

Pubblicato

il

“Niente regali per noi. Aiutateci ad aiutare”.

In un mondo dedito all’accumulo di denaro e dei beni materiali , c’è chi organizza le feste, quelle importanti a km 0, conteggiando l’importo dei regali in busta per pagare le spese che altrimenti dovrebbe sostenere di tasca propria e chi invece rifiuta i regali per sé destinandoli a chi ne ha più bisogno.

Il 25° anniversario di matrimonio di Emanuele e Sefora Zappulla ha avuto il sapore dell’amore e della liberlità. Una famiglia intrisa di fede e i valori antichi. Dio al centro del loro mondo, impegno sociale, a volte anche politico senza incarichi, lavoro e soprattutto i figli. Quattro.

E a metà del loro percorso un nipotino di nove mesi, segno tangibile della vita che si rinnova e da i suoi buoni frutti. Il 14 settembre i coniugi hanno chiesto una nuova benedizione al Signore, avendo sperimentato in prima persona i doni che Dio elargisce quando entra nell’unione e detta le scelte più importanti.

Una celebrazione semplice in una chiesetta di Piazza Armerina officiata da un sacerdote dal cuore puro, don Deo Gratias, loro amico e guida, attorniati da tutta la grande famiglia e pochi amici per ringraziare il percorso fatto di fatica e tante gioie: la più importante quella di essere vivi e pieni d’amore ancora oggi, dopo 25 anni. Alla fine della festa i regali. Tutti in busta. Un tesoretto modesto ma consistente.

Emanuele Zappulla che aveva organizzato tutto in complicità con i sui invitati ha lasciato tutti di stucco: “questa cifra non è per noi – ha detto – la doniamo ad un sacerdote per l’acquisto di una automobile”.

Uno di quei sacerdoti semplici, senza griffe, senza I-phone, con pochi mezzi e da qualche tempo anche senza mezzo di trasporto.

“Non vogliamo regali per noi – ha continuato Emanuele – il più grande regalo è fare del bene a chi ne ha più bisogno. Il nostro amico non ha un mezzo proprio da qualche tempo e gli serve per muoversi nel territorio. Siamo contenti così. Grazie”. Si può immaginare lo stupore del destinatario quando ha ricevuto la notizia. Lampi di gioia negli occhi non tanto per il piccolo malloppo ma per la modalità e la sorpresa. Serve ancora qualche altro sforzo, ma ce la faranno. “C’è più gioia nel dare che nel ricevere” – dice Gesù. E questa ne è una testimonianza viva in un mondo, come quello attuale, arido di valori.

Liliana Blanco

foto offerte da Graziano Salsetta

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Al via con la rassegna ‘Incontriamoci Venerdì’

Pubblicato

il

Il gruppo di lettura Incontriamoci Venerdì ha salutato l’estate ieri sera presso l’atelier dello scultore Carlo Sillitti. “Abbiamo festeggiato la prima serata d’estate – dice la professoressa Grazia Visconti – con una carrellata di grande musica e letteratura, con il contributo di tanti artisti nisseni.”

Hanno arricchito la serata il maestro Davide Di Vendra, con il suo magico sax e le musiche ( fra gli altri ) di Morricone. Inoltre il quartetto Qlat ( composto da Giusy Brancato, Noemi Ciulla, Elio Lombardo e Salvatore Palumbo ) ha proposto splendidi brani dalla Carmen di Bizet e un pezzo del chitarrista Roland Dyens. Emozionanti sono state le proposte musicali della clarinettista Sofia Salomone, accompagnata al piano dal maestro Fabrizio Aquilina, con le quali hanno anche accompagnato un tango ballato da Ausilia MArtorana e Domenico Di Vincenzo. 

La scrittrice Nunzia Fausciana ha presentato il suo romanzo ” L’urlo del silenzio ” e l’attore Luigi Bartolomeo ha recitato due brani della Divina Commedia, fra i quali quelli dedicati a Paolo e Francesca.  “La passione celebrata  in tutte le sue forma artistiche – conclude Gianfranco Cammarata – per dare un senso ai colori dell’estate, alle sue vampate, alla sua vitalità” 

Continua a leggere

Attualità

Il Santa Barbara hospital celebra la Prima Giornata della Salute

Pubblicato

il

Anche il Santa Barbara Hospital di Gela ha la sua giornata della salute. L’evento è stato celebrato ieri nei locali di Villa Peretti .
Sulla scia della Giornata mondiale della salute (World Health Day) che cade ogni anno il 7 Aprile ,la storica struttura sanitaria, ha riunito decine e decine di medici che-tra l’altro- hanno ottenuto gli E.C.M. di accredito il cui obiettivo è stato quello di acquisire competenze tecnico- professionali ,di processo e di sistema, fondamentali per svolgere la propria professione medica .
È stata anche un’importante occasione per far conoscere le prestazioni della struttura le corrispettive metodiche mediche e/o chirurgiche utilizzate al fine di creare una collaborazione interdisciplinare.


Ad aprire i lavori il Dottor Francesco Crimaldi, Presidente della So.ge.sa., che ha parlato dell’importanza del Santa Barbara in un’area periferica della provincia nissena e nel Sud dell’isola, puntando i riflettori sulle liste d’attesa e sulle novità apportate dal Ministero in merito al numero di prestazioni garantite e monitorate, sui tempi massimi di erogazione, sul ruolo delle strutture che hanno il paziente in carico, oltre che sulle tecnologie messe a disposizione dei cittadini per usufruire dei servizi di prenotazione di visite, esami e ricoveri.
Subito dopo l’intervento del Direttore Sanitario, Dottor Emanuele Giarrizzo, con un certosino e preciso excursus storico del Santa Barbara il cui insediamento risale agli anni ’60 , con l’avvento del petrolchimico, e con la felice visione di Enrico Mattei che destino’ la clinica ad accogliere i lavoratori del polo chimico.Oggi è una struttura accreditata con il SSN eccellenza ospedaliera siciliana.
Interessante l’intervento del Dottor Fabio Bernetti ,ortopedico, che ha trattato i temi riguardanti le avanzate tecniche mininvasive della branca ortopedica, con focus sull’innovazione
dei processi.

Continua a leggere

Attualità

Popolo della Famiglia, si dimette il coordinatore provinciale Nalbone

Pubblicato

il

“In coerenza con i propri principi ispiratori, mi dimetto dalla carica di Coordinatore Provinciale, assicurando l’immediata convocazione dei tesserati provinciali per l’elezione di un nuovo Coordinatore”. Lo annuncia Fabio Nalbone, Coordinatore per la Provincia di Caltanissetta de “Il Popolo della Famiglia”, che alle recenti elezioni comunali di Gela ha sostenuto il progetto civico “Franzone Sindaco”.

“Prendendo atto che i 79 voti ricevuti per l’elezione di un nostro tesserato al Consiglio Comunale rappresentano un risultato ampiamente inferiore alle aspettative e la manifesta volontà della maggior parte degli elettori gelesi a non riconoscersi nei valori de “Il Popolo della Famiglia”, non essendo abituato a far finta di niente, mi assumo personalmente la piena responsabilità di questo esito”.

Nalbone ringrazia Filippo Franzone per la fiducia accordata e si auspica che lo stesso raggiunga tutti gli obiettivi a favore di Gela per cui si è candidato ma, considerando palesemente insufficiente il contributo apportato al progetto civico “Franzone Sindaco”, dichiara concluso il percorso comune intrapreso.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852