Seguici su:

Flash_news

Per l’opposizione la colpa della crisi politica è di un sindaco inconsistente

Pubblicato

il

I consiglieri di centrodestra Totò Scerra, Sandra Bennici, Gabriele Pellegrino ed Emanuele Alabiso con una nota commentano la crisi politica invitando il sindaco a dimettersi. “La nave è alla deriva – scrivono- Due incontri fiume a distanza di quarantotto ore chiesti dal Sindaco.Avrà, di certo, voluto trattare dell’emergenza “edilizia scolastica”, dell’emergenza “rifiuti”, dell’emergenza “sanitaria”, dell’emergenza “lavori pubblici” (invero il Comune di Gela non si fa mancare niente in tema di emergenze).E invece no, si è discusso di come far quadrare i conti, perché i conti non quadrano al Sindaco politicamente incosistente, nonostante sia stato eletto mediante un sistema elettorale che gli ha conferito una maggioranza bulgara.Non poteva non funzionare, e invece…Ebbene si, la sua maggioranza è in crisi, la stessa crisi in cui entra un qualunque sistema economico in cui si ha un eccesso di offerta rispetto alle reali esigenze del mercato.Da pessimo stratega e buon millantatore ha offerto troppo, ha promesso troppo rispetto a quegli equilibri istituzionali che si dovevano garantire alla città.Eletto civico, ha tradito seduta stante i suoi elettori, i suoi cittadini, con una giunta interamente partitica.
E li tradisce ogni volta che propone assessorati per avere in consiglio comunale l’ingresso dei suoi favoriti, li tradisce ogni volta che smentisce la ricezione di dimissioni assessoriali confermate all’indomani dal partito, li tradisce con l’inserimento in giunta di un partito che in campagna elettorale ha sostenuto un altro candidato, li tradisce quando rimane inerte alla richiesta di consegna delle deleghe assessoriali e, di tutta risposta, incassa un macroscopico Marameo
A quanto pare mente e tradisce tutti, pure la sua stessa parola; afferma tutto ed il contrario di tutto a seconda del momento, del consigliere pro tempore, delle metamorfosi regionali e di quelle nazionali.
Tradisce la città quando il Consiglio Comunale, sovrano, decide un cambio di rotta nelle Commissioni consiliari, un cambio sgradito ai suoi fedelissimi in consiglio ed allora: è crisi.
Perché, diciamolo chiaramente, non v’era traccia di crisi prima di quella delibera ed il Sindaco ha dato seguito ai personalissimi capricci di pochi e così torna a sedurre, continua a promettere, convoca, fa i conti.
Ma non ci casca più nessuno o, meglio, le cambiali sono troppe e la crisi rimane.
Così come inchiodati rimangono gli assessori alle loro poltrone, deleghe consegnate – e, quindi, dimissionari – ma sorridenti continuano ad accompagnare il Primo cittadino ai blitz che trasmette nelle dirette social.
La corda è corta, ma la misura sembra non essere mai colma”
“Un Primo cittadino- continuano –  politicamente limitato, fazioso, amministrativamente incompetente, oltre ogni limite, che nella migliore delle ipotesi non ha rapporti con le cariche istituzionali dei comuni viciniori e con i rappresentanti degli Enti che gestiscono servizi pubblici essenziali, quali la SRR.La nave è alla deriva, abbandonata ai venti ed alle correnti.Ha tradito tutti e non è servito a niente, si dimetta se ha ancora un briciolo di buonsenso e dignità politica”

Advertisement
clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash_news

Assessori scongelati dopo 18 giorni e la Giunta è servita

Pubblicato

il

Dopo 18 giorni di crisi politica, domattina alle 10.30 il sindaco Greco scongelerà la Giunta messa in frigorifero il 10 ottobre e, con l’aggiunta di un paio di ingredienti nuovi , presenterà alla città lo stesso piatto di prima. Sarà una Giunta a sette teste con un assessorato per ciascuna formazione politica. Tre i Civici presenti cioè Una Buona Idea, Impegno Comune e Libera Mente e 4 i partiti Forza Italia , Italia viva , Udc e Democrazia cristiana. Riconfermati tutti gli assessori ( resta il nodo di Cristian Malluzzo) mentre il tecnico verrà dalle fila di Libera Mente. Si parla dell’ex dirigente Nanni Costa.

Continua a leggere

Flash_news

Ugl salute, ricostituita la Federazione provinciale

Pubblicato

il

E’ stata ricostituita nei giorni scorsi, nell’ambito della Ugl di Caltanissetta, la nuova segreteria provinciale della federazione Ugl salute. A battezzare l’organismo, ricostituito dopo breve un periodo di assenza, nella sede sindacale nissena erano presenti il segretario regionale Carmelo Urzì, insieme al coordinatore provinciale del comparto Salute pubblica Francesco Iacona, nonchè il segretario territoriale Andrea Alario a fare gli onori di casa.

“Finalmente ripartiamo con tanto entusiasmo anche a Caltanissetta, dove stiamo costruendo un gruppo solido che guarda al futuro – ha detto il segretario Urzì. Lo abbiamo fatto in un momento particolare, come quello di emergenza sanitaria che stiamo vivendo, perchè anche in questo territorio siamo stati sollecitati da tanti lavoratori del settore che ci vedono sempre di più come un punto di riferimento per le battaglie che abbiamo portato avanti fino ad ora”.

Soddisfatto il coordinatore Iacona: “Siamo orgogliosi di poter rappresentare il personale della sanità della nostra area provinciale e faremo di tutto per cercare di rappresentare al meglio in tutte le sedi istituzionali e sindacali la categoria. Operatori sanitari che da quasi due anni ormai sono in prima linea e meritano un riconoscimento, a partire dalla riconferma per coloro che hanno un contratto in scadenza a fine dicembre prossimo. Non si può cadere nell’errore di privarsi di queste risorse, soprattutto dopo l’incremento del fondo nazionale sanitario, poichè bisogna potenziare gli organici con percorsi di stabilizzazione in base ai fabbisogni degli organici. Come Ugl Salute Caltanissetta – conclude Iacona – scriveremo anche all’assessore regionale della Salute Ruggero Razza, affinché gli sforzi di questi lavoratori non siano vani.”

Continua a leggere

Flash_news

Il sindaco presenta domattina la Giunta

Pubblicato

il

Il sindaco Lucio Greco ha confermato che domani mattina in municipio presenterà la nuova Giunta. È ufficiale dunque che si chiude la crisi aperta il 10 ottobre con la richiesta agli assessori di presentare le dimissioni. Greco presenterà la sua Giunta composta in parte dai Civici in parte dai partiti. Non è certo se sempre domani saranno assegnate le deleghe agli assessori

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852