Seguici su:

Cronaca

Terremoto alla Raffineria di Gela: sequestri per omessa bonifica

Pubblicato

il

Omessa bonifica: è quanto accertato dalla Procura della Repubblica di Gela, retta da Fernando Asaro, che ha dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo disposto dal Gip del ramo aziendale delle società Raffineria di Gela S.p.a. e Syndial Sicilia S.p.a. (Eni Rewind s.p.a. dall’1/11/2019) nelle articolazioni del sito industriale gelese, con particolare riferimento all’attuazione e al monitoraggio del progetto di bonifica delle acque di falda approvato dal Ministero dell’Ambiente con decreto del 6 dicembre 2004 e il sequestro preventivo delle aree dello stabilimento destinate all’attuazione del progetto di bonifica. Disposto dal Giudice per le indagini preliminari, la nomina di un amministratore giudiziario per le funzioni connesse alla bonifica delle acque di falda. Mediante complesse indagini e accertamenti tecnici, la Procura di Gela ha riscontrato il mancato raggiungimento, da parte della Raffineria di Gela e di Syndial s.p.a., degli obiettivi di bonifica contenuti nel progetto del sito di Gela. L’attività investigativa è stata eseguita dalla Capitaneria di Porto e dalla Polizia. L’Eni ha sempre operato nel rispetto dei requisiti di legge e, prendendo atto dei provvedimenti adottati dall’autorità giudiziaria, si riserva ogni opportuna valutazione in sede processuale, continuando a collaborare con la magistratura”, afferma un portavoce della società. “Eni prende atto dei provvedimenti adottati dall’autorità giudiziaria rispetto all’impianto Taf a Gela. La società, riservandosi ogni opportuna valutazione in sede processuale, conferma di avere sempre operato nel rispetto dei requisiti di legge e ribadisce che continuerà ad interloquire con la magistratura assicurando la massima cooperazione”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Incidente in via Butera con schianto sul muro di un supermercato

Pubblicato

il

Scontro tra due auto, una Puma e una Bmw in via Butera.

Una delle due auto ha finito la sua corsa schiantandosi sul muro del supermercato Conad che era fortunatamente chiuso.

Tutti trasportati in ospedale gli occupanti delle due auto.

Continua a leggere

Cronaca

Donazioni false per centro bimbi sordi, “è una truffa!”

Pubblicato

il

Nei pressi dell’ospedale, sul lungomare ed in centro storico, una o più persone (spesso una coppia di un ragazzo e una ragazza), fingendosi membri di un’associazione, stanno raccogliendo firme e “donazioni” per un fantomatico centro per bambini sordi. Sono provviste di tesserino (falso) e millantano una collaborazione con Croce Rossa Italiana e altre associazioni. Si tratta di una truffa. La denuncia pubblica arriva direttamente dall’associazione “Non una di meno” di Gela che ha raccolto numerose segnalazioni.

Continua a leggere

Cronaca

Frontale tra due auto, un ferito grave trasferito in elisoccorso

Pubblicato

il

Grave incidente stradale sulla statale 117 bis Gela-Enna, nei pressi di contrada Bannata in territorio di Piazza Armerina. Per cause da accertare, due veicoli si sono scontrati frontalmente. Feriti entrambi i guidatori, uno dei quali è stato trasferito con l’elisoccorso all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta per le gravi ferite riportate.

foto Vivienna

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852