Seguici su:

Cronaca

Sequestrati 14 terreni nell’ennese

Pubblicato

il

Enna – La Guardia di Finanza di Nicosia ha sequestrato n. 14 terreni per un estensione di oltre 84.000 mq ad una persona residente a Troina (EN), su disposizione della Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Caltanissetta.

Il provvedimento è stato adottato in seguito alla richiesta del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Enna che aveva delegato le Fiamme Gialle ad eseguire specifiche indagini su un soggetto resosi responsabile di numerosi reati di natura economica e, in particolare, di truffa aggravata per il conseguimento di erogazione pubbliche, culminate con il suo arresto nel 2022.

Nel corso degli accertamenti, i finanzieri hanno poi rilevato e segnalato all’Autorità Giudiziaria una considerevole sproporzione, pari ad oltre € 400.000,00, tra i numerosi acquisti di beni mobili ed immobili effettuati dall’interessato e i redditi dallo stesso dichiarati al fisco.

Sulla base delle disposizioni contenute nel “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione”, nonché degli elementi forniti dalla Guardia di Finanza, i magistrati hanno ritenuto che la persona sottoposta ad indagini non fosse in grado, visti i redditi dichiarati, di giustificare la legittima provenienza dei beni che sono stati sottoposti a sequestro.

Sarà adesso onere dell’interessato, in contraddittorio con i Giudici, dimostrare attraverso gli atti che era in grado di far fronte alle spese sostenute per l’acquisto dei terreni, al fine di evitare la confisca definitiva.

L’azione di servizio svolta testimonia il costante impegno della Guardia di Finanza nel contrasto alla criminalità economico-finanziaria, attraverso l’aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Scontro auto-moto in via Gen. Cascino

Pubblicato

il

Scontro moto-auto all’incrocio fra la via Generale Cascino e la via Niscemi.

Per cause da definire dalle forze dell’ordine i due mezzi sono venuti in collisione poco prima delle 13 quando il traffico è particolarmente intenso nelle strade di raccordo ed in quella, molto transitata all’ora di punta, quando i negozi chiudono ed i cittadini tornano a casa per il pranzo.

Non aiuta il fatto che le auto vengono parcheggiate in prossimità del curvone.

Continua a leggere

Cronaca

Il Questore ha emesso nove misure di prevenzione: ci sono due gelesi

Pubblicato

il

Caltanissetta – Il Questore della provincia di Caltanissetta Pinuccia Albertina Agnello, ha emesso nove provvedimenti di misure di prevenzione nei confronti di persone che si sono rese responsabili di gravi comportamenti.

Quattro provvedimenti di “ammonimento” per violenza domestica sono stati emessi nei confronti di un 60enne per aver posto in essere violenza fisica e morale nei confronti della moglie, da ultimo colpita con pugni e schiaffi; di un 20enne per una serie di atti persecutori, molestie e violenza fisica nei confronti dell’ex compagna; di un 24enne assuntore di stupefacenti per aver aggredito il proprio padre, danneggiando le suppellettili di casa, in presenza di minori, poiché il genitore, dopo le insistenti continue richieste, si è rifiutato di consegnargli del denaro; di un 46enne per aver minacciato di morte la moglie con un coltello.

Cinque provvedimenti di “avviso orale” sono stati emessi nei confronti di un 35enne, denunciato dai Carabinieri di Mussomeli per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale; di un 33enne, tratto in arresto dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Gela per detenzione ai fini di spaccio di cocaina; di un 25enne, denunciato dai Carabinieri di Delia per guida senza patente e sotto l’influenza di alcol e stupefacenti e per oltraggio a pubblico ufficiale; di un 25enne e due 34enni, tratti in arresto dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Gela per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Con i provvedimenti di prevenzione emessi dal Questore i predetti sono stati tutti invitati a cambiare condotta.

Il Questore ha, inoltre, avanzato proposta di applicazione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza al locale Tribunale nei confronti di tre soggetti maltrattanti, per essersi resi autori di gravi minacce e violenze nei confronti delle rispettive compagne

Continua a leggere

Cronaca

Arresto per furto di auto

Pubblicato

il

Modica – I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Modica hanno arrestato nella flagranza del reato di furto aggravato in concorso, un 32enne catanese, convivente, disoccupato, pluripregiudicato.

L’uomo, nell’area di parcheggio interna di uno stabilimento balneare della città ispicese, insieme ad un altro complice, è stato colto dai militari nell’atto di forzare la serratura della portiera di un’utilitaria al fine di sottrarre il veicolo alla sua legittima proprietaria.

I militari, in servizio perlustrativo di controllo del territorio disposto al fine di contrastare la diffusione dei reati predatori nel centro cittadino e nella zona costiera della città, sono intervenuti tempestivamente per evitare che l’azione delittuosa potesse giungere a conclusione. Bloccato uno dei due malviventi, l’altro complice è riuscito a darsi alla fuga approfittando della fitta vegetazione nell’area antistante la costa.

Grazie alla celerità e alla professionalità dimostrata dal personale operante coinvolto nell’attività di polizia che ha fornito gli elementi essenziali per poter procedere all’Autorità Giudiziaria, sono stati disposti gli arresti domiciliari per il soggetto di interesse. La polizia di prossimità, uno degli obiettivi primari a cui tende l’Arma dei Carabinieri, ha ottenuto massima esplicazione in questa circostanza che può ritenersi la palese dimostrazione della capillarità della Benemerita sul territorio.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852