Seguici su:

Attualità

Sopralluogo dell’amministrazione al cimitero monumentale

Pubblicato

il

Il Sindaco Lucio Greco si è recato questa mattina al cimitero Monumentale per verificare lo stato di avanzamento dei lavori di manutenzione e pulizia. Accompagnato dalla dirigente del settore ambiente, Grazia Cosentino, ha verificato di persona come i vialetti siano stati ripuliti, le aree comuni decespugliate, l’acqua presente nei rubinetti. C’è ancora tanto da fare, e i lavori proseguono, ma la parola d’ordine è programmazione, e questa amministrazione si sta impegnando a fondo per far si che ce ne sia una precisa, metodica e puntuale, in modo da non arrivare più ad assistere a certi spettacoli indecorosi.

“La civiltà di una città – afferma Greco – si misura anche dal livello di cura e di attenzione che riserva ai posti in cui riposano i nostri cari defunti, e mi fa piacere aver trovato una situazione decorosa, i contenitori dei rifiuti vuoti e ogni cosa in ordine. Confidiamo, naturalmente, nel buon senso dei cittadini, affinché ci aiutino a mantenere tutto pulito e funzionante”.

Naturalmente, però, la soddisfazione maggiore il Sindaco l’ha provata nel vedere la camera mortuaria vuota. L’emergenza loculi è alle spalle sia al Monumentale che a Farello, superata grazie ai 320 loculi realizzati da Ghelas che hanno già gettato le basi per altri 160. Questi loculi si aggiungono agli 80 che erano stati costruiti e consegnati in tempi record a dicembre e agli 840 che si intendono realizzare, per i quali c’è un iter progettuale in corso e si attende il parere del genio civile.

“Abbiamo dato una degna sepoltura a tutti i nostri concittadini, com’è giusto che sia,- prosegue Greco – e lo abbiamo fatto da soli, senza l’aiuto di nessuno, men che meno delle confraternite, mettendoci alle spalle decenni di mancanza di attenzione nei confronti delle politiche cimiteriali. Mi preme, tra l’altro, sottolineare che si tratta di sepolture definitive, senza l’incubo delle estulumazioni e delle traslazioni delle salme dovute alle requisizioni, sistema al quale ha fatto ricorso chiunque prima di noi. Siamo stati aspramente criticati su questa vicenda, che per me era diventata prioritaria, e adesso vedere la camera mortuaria vuota e sapere che lo resterà mi permette di tornare a respirare, dopo tanto impegno e tanto lavoro”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Turismo: la Regione punta alla Bit di Milano

Pubblicato

il

Grande impatto visivo ed emotivo, oltre mille metri quadrati, grandi ledwall e superfici a specchio, spazi per operatori del settore pubblici e privati. Lo stand (il render nella foto sopra) della Regione Siciliana alla prossima Borsa internazionale del turismo di Milano, dal 12 al 14 febbraio, interamente progettato dal personale interno all’assessorato regionale al Turismo, sarà il biglietto da visita dell’Isola in un settore che cresce. Secondo uno studio commissionato dall’università Cattolica di Milano, la Sicilia con il logo “See Sicily” è la prima regione italiana in termini di “ricordo” a seguito delle campagne di promozione audiovisive sui principali media. Per il governatore Schifani, che sarà presente alla tradizionale conferenza stampa in Fiera Milano, «la nostra terra è intrisa da millenni di storia, oggi fonte di ispirazione per nuove generazioni di creativi legati alla moda, al cinema, al teatro, alla letteratura, all’arte». Obiettivo consolidare offerta e flussi e promuovere la destagionalizzazione

Continua a leggere

Attualità

Due minuti Due di Maria Concetta Goldini. Da ascoltare. In  cerca di soluzioni

Pubblicato

il

Continua a leggere

Attualità

Antiracket con il punto interrogativo

Pubblicato

il

Si svolgerà oggi alle 18 l’assemblea dei soci dell’associazione antiracket Gaetano Giordano per eleggere il direttivo da cui poi si sceglierà il presidente.

Tredici i candidati. Tre giorni fa il Prefetto di Caltanissetta ha cancellato l’associazione dall’albo prefettizio ma gran parte degli iscritti rimasti ritiene di dover andare avanti lo stesso procedendo con le elezioni per poi presentare ricorso contro il decreto. Pare inoltre che l’ex presidente Renzo Caponetti stia lavorando per fondare una nuova associazione.Una situazione in divenire con risvolti non prevedibili.

L’unico dato certo è che l’immagine di Gela ha subito un grave danno per gli errori e gli scivoloni di un’associazione considerata un modello italiano.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852