Seguici su:

Cucina

Meglio un uovo oggi

Pubblicato

il

Se siete alla ricerca di un ingrediente economico, facile da preparare, veloce, per risolvere cene dell’ultimo minuto senza rinunciare ad una buona dose di goduria non potete che gettarvi a di peso sulle uova.

C’è veramente l’imbarazzo della scelta su come cucinarle, vediamo assieme alcune idee. Tuffate in una salsa di pomodoro ben tirata? Ottima soluzione. Affogate in un ragù, meglio ancora, una vera delizia. Fatte al tegamino semplicemente con una cipolla ben stufata ed una generosa spolverata di parmigiano grattugiato. Con due asparagi spadellati, degna fine. Anche sode senza farle stracuocere, tagliate a spicchi e condite semplicemente con olio, sale, pepe ed un goccio d’aceto hanno il loro perché. O magari realizzando delle omelette farcite con prosciutto e formaggio o come meglio preferite.

Vogliamo parlare delle frittate? Qui si apre un mondo, potete divertirvi con i vostri ortaggi preferiti. Io, ad esempio, quando voglio prepararmi la colazione dei campioni in una domenica di vacanza mi faccio due uova strapazzate che metto tra due fette di pane di segale assieme a del salmone affumicato ed una salsa guacamole realizzata con l’avocado. Letteralmente eccezionale. Volete alzare ancora di più il tiro? Cimentatevi in dei soufflé dolci o salati. Insomma, le uova hanno una versatilità incredibile e sono un valido alleato della creatività in cucina.

Chef Totò Catania

Cucina

Cucinare mentre si cucina

Pubblicato

il

Ci trovavamo nel bel mezzo dei preparativi di un banchetto importante. Ogni componente della brigata era immerso nel lavoro fino al collo, sarebbero state 48 ore di lavoro molto intenso. Quasi senza accorgercene avevamo superato abbondantemente l’ora di pranzo a stomaco vuoto.

Dovevo provvedere velocemente senza rallentare il lavoro e allo stesso tempo non potevo allontanarmi da lì per seguire le preparazioni in maniera meticolosa. Presi una teglia, su un tagliere si trovava della cipolla tritata che sarebbe servita per il soffritto di ragù. Ne presi una manciata e aggiunsi dell’olio evo. Buttai la teglia nel forno acceso che stava cuocendo a pieno regime degli arrosti di manzo e la lasciai per qualche minuto. Il tempo che il soffritto prendeva calore presi altri due ingredienti, quasi a casaccio. C’era una ciotola enorme con dei ciliegini tagliati a metà che più tardi avremo preparato in confit. Ne presi una generosa quantità.

Mi trovavo in frigo un pezzo di salsiccia, tolsi il budello e la sbriciolai alla buona. Recuperai la teglia dal forno, aggiunsi i pomodori e la salsiccia, una presa di sale, una di origano e qualche foglia di basilico. In forno per una ventina di minuti girando ogni tanto tra una mansione ed un’altra. Venne una pasta spettacolare che rinvigorì le energie e migliorò l’umore di tutta la squadra. A volte basta poco per mangiare bene.

Chef  Totò Catania 

Continua a leggere

Cucina

Cori

Pubblicato

il

Quale modo migliore di godersi la fine dell’estate se non con un cocktail ghiacciato, al tramonto, magari in compagnia della propria amata. Vi propongo un cocktail di mia invenzione, ideato in occasione di un matrimonio utilizzando prodotti locali di alta qualità, ribattezzato “Cori“, il cuore che pulsa nel petto di noi siciliani. Per realizzarlo vi servono tre ingredienti: fichi d’india, Schweppes pompelmo rosa ed Euphorya di Casa Grazia.

I fichi d’india in questo momento sono di stagione e danno il meglio di sé. Dopo averli sbucciati facendo attenzione alle spine avete due opzioni, o usate un estrattore per dividere il succo di fico d’india dalla parte solida, oppure, se siete sprovvisti di estrattore, potete frullare la frutta con un classico frullatore e poi passare tutto al colino ricavando così il succo di fico d’india. Per chi non lo conoscesse Euphorya di Casa Grazia è un eccellenza gelese, uno spumante rosé raffinato ed elegante.

A questo punto non dovete fare altro che mettere le bevande nel freezer. Quando sarà tutto ben freddo create il cocktail in un flute seguendo queste dosi: un quarto di bicchiere di succo di fico d’india, un quarto di Schweppes pompelmo rosa e la restante metà del flute va completata con l’Euphorya. Non vi resta che brindare all’estate che sta per finire.

Chef Totò Catania

Continua a leggere

Cucina

Acqua pazza

Pubblicato

il

Se per una cena volete rimanere leggeri senza rinunciare al gusto la tecnica dell’acqua pazza fa per voi. Si tratta di una cottura in umido facilissima da preparare adatta per la cottura del pesce, si prestano spigole, orate, pezzogne, mormore, cefali, san pietro, rana pescatrice e persino pesce spada.

In una casseruola, tutto a freddo, mettete un paio di spicchi di aglio schiacciati, una generosa dose di olio evo, una manciata di ciliegini divisi a metà, un rametto di prezzemolo, un rametto di basilico, una foglia di alloro, un goccio di vino bianco, una tazza o due (dipende dalla dimensione del pesce) di acqua, del sale e del pepe.

Portate a bollore e tuffate in questo guazzetto il vostro pesce che avrete avuto cura di pulire per bene e di condire a sua volta. Il guazzetto deve arrivare a coprire almeno la metà del pesce. Cuocete col coperchio in modo che il valore completerà la cottura. Armatevi di una bella pagnotta per la scarpetta e buon appetito!

Chef  Totò Catania 

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852