Seguici su:

Attualità

Prima del vaccino? Un caffè

Pubblicato

il

Ve ne siete accorti che la gente ha voglia di parlare? Anche di vaccinarsi, certo. Ma si ha voglia di contatto.

Sono bastate altre due settimane di Lockdown, la paura di ridiventare zona arancione, per far manifestare una socialità inusitata in tempi di COVID.

Non ve ne siete accorti? Bhè allora fateci caso.

Provate a prendere un caffè, l’esperimento più semplice al mondo: tutto diventa motivo per attaccare bottone e ritornare umani. Non si va più di fretta, non si corre più. Le mance abbondano proprio perché la gente ha voglia di ringraziare per il duro periodo trascorso da commercianti e ristoratori, in assoluto tra i più penalizzati da questa crisi. Anche il personale di servizio sembra più gentile.

Lo zucchero, la colazione, il nostro inseparabile animale, il sole, la pioggia, il governo (ladro e in crisi): ogni scusa è buona per incontrare l’altro che, come noi, vive questa “sorte” da pandemia del Ventunesimo secolo. Ci corichiamo rossi e siamo tutti più arrabbiati. Ci svegliamo arancioni e siamo più gentili. Il giallo, colore che letteralmente detesto, mi fa finalmente simpatia. Ho letto una frase che mi ha fatto sorridere “Bei tempi quando il rosso e l’arancione erano i colori dello Spritz”. A me lo spritz non è mai piaciuto ma come dare torto a una battuta che in modo secco e diretto ci riporta al mondo a colori di un tempo.

La partita delle Regioni sembra non finire tra un primo e un secondo tempo; supplementari; rigori. Colori che cambiano di continuo, adesso anche con le varie gradazioni. Ma l’imperativo oggi è vincere la partita del mondiale “Covid” con il vaccino e a tutti i costi. La nostra città risulta tra quelle virtuose dove la campagna di prenotazioni prosegue a ritmo serrato. Gli appuntamenti da lunedì 8 Marzo, presso l’ex mattatoio, sede degli uffici Asp per le vaccinazioni, si susseguono senza sosta tramite le prenotazioni sul sito dedicato prenotazioni.vaccinocovid.gov.it : una brevissima coda di attesa e ci si può prenotare secondo lo slot orario di preferenza. Adesso hanno priorità su tutti i docenti e il personale scolastico (under 55) perché se “la scuola non può e non deve chiudere” è giusto anche che si lavori in sicurezza. Si prenota on line o tramite il numero verde dedicato 800.00.99.66. Nei prossimi giorni la procedura verrà estesa all’intero mondo scolastico (scuole regionali, asili comunali, centri di formazione e paritarie) fino alla classe 1956 compresa. Per ora tocca agli under 55, target individuato per il farmaco con maggiori effetti collaterali. Il vaccino è quello della nota casa farmaceutica AstraZeneca: i sintomi riscontrati da chi lo ha già effettuato, con noi a contatto diretto, sono: dolori muscolari, febbricola, dolore al braccio dove viene effettuata la puntura. Tutto sopportabile e a portata di tachipirina.

Le reazioni avverse osservate più spesso a livello clinico sono state in genere di entità da lieve a moderata e si sono risolte entro pochi giorni dalla vaccinazione. Le più comuni sono state: dolore e dolorabilità nel sito di iniezione, mal di testa, stanchezza, dolori muscolari, sensazione generale di malessere, brividi, febbre, dolore alle articolazioni e nausea. La seconda dose verrà fatta a distanza massima di dodici settimane: la Regione prevede di vaccinare tutti per fine Aprile ma con le festività di Pasqua, il crono-programma sembrerebbe slittare a Giugno. Tutto pur di iniziare il conto alla rovescia per la fine di questo lunghissimo mondiale che compie già un anno e che deve necessariamente vederci tutti vincitori.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Agrigento candidata a ‘Citta’ italiana della Cultura 2025″

Pubblicato

il

Agrigento è le finaliste per la scelta della “Capitale italiana della Cultura” del 2025: la città della Valle dei Templi ha ottenuto la candidatura.

Il Ministero della Cultura ha reso noto l’elenco delle città che si contenderanno il titolo prestigioso.

“La Giuria per la selezione della “Capitale italiana della cultura” 2025 ha individuato i 10 progetti finalisti, presentati dalle seguenti città: Agrigento, Aosta, Assisi (Perugia), Asti, Bagnoregio (Viterbo), Monte Sant’Angelo (Foggia), Orvieto (Terni), Pescina (L’Aquila), Roccasecca (Frosinone) e Spoleto (Perugia)”.

“Le singole proposte saranno illustrate alla Giuria nel corso di audizioni pubbliche, così come previsto dal bando, che si svolgeranno in presenza nei giorni 20 e 21 marzo 2023, a Roma, nella sede centrale del Ministero della Cultura”.

Soddisfazione e speranza ad Agrigento.
Agrigento, tra le città finaliste, spera di ottenere il titolo nel 2025. “Sono lieto di comunicare ai miei concittadini – ha scritto il sindaco di Agrigento Francesco Miccichè sui social – e a tutte le comunità coinvolte nella candidatura a Capitale Italiana della Cultura 2025, che il Ministero della Cultura ha annunciato la short list delle 10 città candidate ammesse alla valutazione finale“.

“Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito a questo primo risultato e in particolare il Presidente dell’Ecua Nenè Mangiacavallo e il Presidente dell’Associazione MeNO, Roberto Albergoni che ha redatto il dossier di candidatura. Il titolo del dossier, ‘Il sé, l’altro e la natura, relazioni e trasformazioni culturali‘, esprime la nostra visione per la costruzione di futuro per la nostra città ”.

Continua a leggere

Attualità

A lezione di giornalismo col decano Franco Infurna

Pubblicato

il

Proseguono a Gela gli incontri tra i rappresentanti del Circolo gelese di volontariato e di promozione sociale, “Auser Rinascita” presiedutoda Emanuele Scicolone, e gli studenti di tutti gli istituti superiori della città, sul tema dei “Diritti Umani nell’Era della Globalizzazione”.

Mercoledì scorso, nell’istituto commerciale “Luigi Sturzo” di via Romagnoli, si è svolto il quarto degli 11 appuntamenti previsti dal programma. Relatore è stato il giornalista Franco Infurna che ha parlato di “Diritto di Accesso all’informazione/Comunicazione”. L’uditorio era composto dai ragazzi della 4^ A e della 5^ A del triennio dei sistemi informatici aziendali, accompagnati dagli insegnanti Carmelo Filetti e Maria Grazia Raimondi (vicàri della scuola diretta dalla Prof.ssa Angela Tuccio), dal prof. Miguel Donegani nonchè dalle professoresse Emanuela Trainito, Silvia Santamaria e Concetta Gangi, mentre alcuni ragazzi dell’istituto alberghiero erano collegati in video conferenza dalla loro scuola. Per “Auser Insieme” erano presenti gli ex presidi Luciano Vullo e Carmelo Guastella e l’ing. Rocco Giudice.

Molto ricca l’articolazione della conferenza che si è sviluppata sui temi “Libertà di stampa”, “Potere mediatico”,”Stampa tradizionale, media online e social network”, “Fake news e propaganda”, “Memoria digitale e diritto all’oblio in rete”. Alcuni ragazzi scriveranno in lingua inglese una relazione su questa esperienza e la porteranno nel loro prossimo viaggio col progetto Erasmus.

La prof. Raimondi, a nome dell’istituto commerciale, ha ringraziato “Auser Insieme” per la proficua collaborazione e per avere affrontato temi in linea con i percorsi di educazione civica della scuola.

Il prossimo appuntamento con “Auser Rinascita” è previsto il 31 gennaio presso il liceo scientifico Elio Vittorini sul tema “Diritto alla salute e alle cure”. Relatore sarà il medico pediatra dr Cristoforo Cocchiara.

Continua a leggere

Attualità

Due minuti Due di Maria Concetta Goldini. Da ascoltare. FaceUrp funziona

Pubblicato

il

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852