Seguici su:

Politica

Sanità, porto e rifiuti: il sindaco si confronta con la maggioranza

Pubblicato

il

Porto rifugio, PNRR sanità e questione rifiuti: su questi argomenti, il Sindaco Lucio Greco si è confrontato oggi pomeriggio con la sua maggioranza. In merito al primo punto, il Primo Cittadino ha illustrato i risultati della riunione convocata la settimana scorsa dal Prefetto Chiara Armenia, in primis l’iter per la caratterizzazione delle sabbie e la stipulanda convenzione tra la Regione e l’Autorità di sistema portuale della Sicilia Occidentale, che ora è sul tavolo del Ministero. Il Sindaco ha reso noto di essere in attesa di una nuova interlocuzione col Presidente dell’Autorità, Pasqualino Monti, che già in settimana potrebbe confermare l’avvenuta firma.

Per quanto riguarda il delicato argomento relativo all’affidamento del servizio dei rifiuti, tramontata definitivamente l’ipotesi della costituzione di un ARO, è stato dato mandato alla SRR di fare tutti i dovuti approfondimenti circa la fattibilità della gara del lotto di Gela, e si resta in attesa di conoscere i nuovi sviluppi.

Infine, riflettori puntati sul PNRR sanità: 796.573.463,33 euro destinati a 7 linee d’investimento che, se indirizzati e distribuiti correttamente, potrebbero realmente colmare le lacune ataviche di cui soffre il sistema sanitario, gettando le basi per i prossimi decenni. Il Sindaco ha sottolineato come, in questa fase, sia fondamentale non divagare, ma concentrarsi sulle tre grandi opportunità che il PNRR offre, al di là dei singoli interventi minori: 1) la realizzazione di un nuovo, grande ospedale 2) la nascita di case di comunità per i medici di medicina generale e i servizi sanitari dislocati 3) la costruzione di un ospedale di prossimità.

“E’ un’occasione più unica che rara, – afferma Greco – e perderla o non riuscire a sfruttarla adeguatamente sarebbe da folli. L’assessore regionale Ruggero Razza ha già messo sul tavolo del Ministro Speranza una lista di interventi e strutture sanitarie cui destinare questi fondi, ma ovviamente si tratta solo di una bozza. Del resto, la data di scadenza è ancora lontana e questo lasso di tempo, (fino al 28 febbraio, salvo proroghe) servirà alle Istituzioni e alla politica per avviare un confronto serrato con associazioni, parti sociali e sindacati, in modo da organizzarsi per formulare richieste ben precise. Come Amministrazione, siamo chiamati ad avviare una intensa fase di concertazione, per valutare come muoverci e decidere insieme cosa chiedere per la nostra città. E’ mia intenzione avviare un dialogo proficuo e costante con maggioranza e consiglio comunale, capigruppo e commissione sanità, deputazione e rappresentanti sindacali, per cominciare a parlare delle opportunità che questo prezioso strumento offre. A breve, potrebbe anche nascere un gruppo di lavoro, con il coinvolgimento di medici e professionisti della sanità a vario titolo, finalizzato proprio ad individuare le esigenze reali della sanità cittadina e a portarle sul tavolo di ASP e Regione per i passi successivi. Tutto quello che si potrà chiedere per il nostro ospedale e per il miglioramento dei servizi sanitari gelesi sarà chiesto. Occorre lavorare su una programmazione seria – conclude il Sindaco – per rafforzare la medicina territoriale e dare respiro a tutte le nostre strutture, e, di riflesso, a tutti i cittadini che di esse hanno bisogno”.

“Quello dei rifiuti è un tema particolarmente spinoso, – aggiunge il Presidente del consiglio comunale Totò Sammito – per il quale ci siamo impegnati veramente a fondo, cercando, di volta in volta, tutte le soluzioni possibili. Ora, l’augurio è che si possa procedere al più presto con la gara. Quanto al PNRR, condivido in toto la linea del Sindaco di arrivare ad un confronto costante con la maggioranza e il consiglio comunale, dopo essere passati attraverso una conferenza dei capigruppo. La convocheremo a breve, e sarà il prossimo passo utile a mettere a fuoco tutte le nostre idee e le proposte, considerato che abbiamo ancora oltre un mese di tempo per poterlo fare”.

E’ un fatto assolutamente positivo – dichiara il Vicesindaco Terenziano Distefano – che la maggioranza riesca a confrontarsi e a fare sintesi facilmente su temi così delicati, e bene ha fatto il Sindaco a riunirci in maniera sistematica per interpellarci su argomenti tanto importanti per la città. Per quanto riguarda il PNRR, nel ricordare che non si parla solo di sanità ma anche di economia, abbiamo lanciato la proposta di costituire un gruppo di lavoro al quale far partecipare sia la commissione sviluppo economico che quella per la sanità. Di volta in volta, poi, in base al progetto specifico per il quale ci sarà l’avviso pubblico, l’idea è quella di coinvolgere professionisti con competenze specifiche. Sulla questione rifiuti, infine, penso che questa amministrazione abbia davvero fatto di tutto, e che il Sindaco non abbia nulla da rimproverarsi. In caso di ulteriore risposta negativa sulla gara, cosa che ci porterebbe verso una gestione in house, potremo dire di non avere responsabilità alcuna”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash news

Stefania Craxi e la provincia di Gela

Pubblicato

il

In provincia di Gela Forza Italia ha avuto il 13% : lo ha detto a Porta a Porta la Senatrice Stefania Craxi, una delle sei donne elette alla Camera e al Senato invitate da Bruno Vespa per parlare delle donne in politica e di Giorgia Meloni che si appresta a diventare la prima donna premier in Italia.

Parlando del dato forzista alle elezioni, la Craxi, paracadutata in Sicilia da Berlusconi, ha realizzato involontariamente il grande sogno, quello di Gela provincia.

Gli elettori gelesi sono stati serviti.

Continua a leggere

Flash news

Forza Italia giovani ringrazia e rilancia

Pubblicato

il

Luca Scicolone , coordinatore di Forza Italia giovani, in una nota scrive che “oggi i giovani si sono avvicinati alla politica grazie alla passione trasmesa e alla presenza costante di Michele Mancuso.Da coordinatore cittadino Forza Italia Giovani di Gela voglio ringraziare tutto il mio team per l’impegno profuso”.

“Per Gela vogliamo portare avanti tanti progetti’- continua ‘ e coinvolgere la cittadinanza a delle attività di promozione della città. Importante anche la sinergia con gli altri gruppi dei vari coordinatori di Forza Italia Giovani della provincia concordi al rilancio dell’attivismo nel territorio.Fieri dello straordinario risultato ottenuto, faccio ancora i migliori auguri e buon lavoro all’amico Michele Mancuso e lo ringrazio nuovamente per la stima e fiducia mostratami”.

Infine ringrazia i candidati Salvatore Sammito e Rosetta Cirrone Cipolla per i significativi risultati ottenuti.

Forza Italia è il primo partito in provincia e confido in un’ avvicinamento sempre più cospicuo di giovani.

Continua a leggere

Politica

De Luca: “Schifani si rassegni. Nessuna apertura”

Pubblicato

il

«Continuo a leggere sulla stampa dichiarazioni di Renato Schifani che tenta di sminuire il risultato elettorale raggiunto da “Sicilia Vera” e “Sud chiama Nord” provando ad assimilarlo a mero voto di protesta e ancora leggo il suo disappunto per la mancata apertura nei suoi confronti. Alla luce di ciò mi trovo costretto a ribadire due concetti che caratterizzeranno l’attività parlamentare di “Sicilia Vera” all’Ars.

Innanzitutto, Schifani deve accettare che oltre mezzo milione di siciliani hanno scelto Cateno De Luca non per protesta, ma perché hanno capito e sposato la nostra proposta di governo che mirava e mira a cacciare la banda bassotti politica.

Inoltre, Schifani comprenda che ho scelto di non congratularmi con lui non per una questione di scortesia, ma semplicemente perché non lo riconosco come presidente dei siciliani perché figlioccio di Lombardo, Cuffaro e Dell’Utri ed indicato quindi dalla banda politica.

Ho grande rispetto per l’elettorato che ha scelto che sia lui a governare la Sicilia, ma non posso certamente dimenticare chi è Schifani e se c’è una cosa che farò è tentare di farlo capire agli altri.

Ricorderò ogni giorno che Schifani è stato indicato da Marcello Dell’Utri, con una condanna definitiva per mafia.

Ricorderò ogni giorno che Renato Schifani è uno degli imputanti nel processo Montante bis di Caltanissetta con l’accusa di associazione a delinquere e di avere veicolato notizie segrete per salvare dal carcere l’ex presidente di Confindustria Antonello Montante.

Ricorderò ogni giorno che Schifani è stato sostenuto in questa campagna elettorale da Totò Cuffaro, che ha scontato la condanna per favoreggiamento aggravato alla mafia, e da Raffaele Lombardo.

Non mi rassegnerò all’idea che la Sicilia torni indietro di trent’anni come denunciato da Nino Di Matteo.

La nostra attività politica sarà orientata a vigilare e garantire legalità. Lo dobbiamo ai nostri 500 mila elettori e anche a quella parte di popolazione che non ha ancora evidentemente compreso il rischio che corriamo. Oggi più che mai serve un’opposizione serie e coraggiosa. E questo faremo»

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852