Seguici su:

Cronaca

Barca spiaggiata a Desusino dopo uno sbarco clandestino

Pubblicato

il

Questa imbarcazione che vedete nella foto di copertina è spiaggiata a Desusino in territorio di Butera, una zona scelta per evitare i controlli dagli immigrati clandestini. È stata trovata da un gruppo di diportisti a seguito di uno sbarco avvenuto qualche giorno fa.

L’ imbarcazione è rimasta lì per giorni. I diportisti hanno avvisato la guardia costiera . I militari hanno effettuato un sopralluogo. La barca sarebbe stata abbandonata da clandestini E non è la prima volta che viene scelto quel punto appartato dove e’ difficile essere avvistati. Una volta arrivati vengono smistati dalle organizzazioni che si occupano degli sbarchi. Fatta la legge, trovato l’inganno..!

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Quattro persone denunciate per possesso di strumenti per forzare serrature

Pubblicato

il

Ragusa – Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio predisposti dal Questore della Provincia di Ragusa Dr. Vincenzo Trombadore, finalizzati alla prevenzione dei reati in genere, con particolar riguardo ai reati predatori ed ai furti degli autoveicoli, il personale della Squadra Volante della Questura di Ragusa ha denunciato in stato di libertà 4 catanesi, rispettivamente di anni 45, 35, 33 e 22, in quanto trovati in possesso di strumenti atti a forzare le serrature.

Il controllo è avvenuto in piena notte, intorno alle ore 2.30, in una via centrale di Ragusa; gli Agenti della Squadra Volante hanno proceduto al controllo della Fiat Panda sulla quale viaggiavano i quattro catanesi, già noti alle forze dell’ordine.

I poliziotti, insospettiti per la presenza dei quattro soggetti in quell’ora e in quel luogo, hanno perquisito la loro autovettura; nel corso della perquisizione hanno rinvenuto diversi strumenti atti ad aprire serrature e ad asportare autoveicoli che sono stati subito sequestrati; tra i vari oggetti sequestrati vi è anche uno scanner per la lettura delle centraline delle automobili “OBDII”, un dispositivo di avviamento di emergenza e altri attrezzi, alcuni dei quali opportunamente modificati per intervenire sul nottolino di accensione dei veicoli.

Continua a leggere

Cronaca

Beni in odor di mafia confiscati dalla Dia

Pubblicato

il

La Direzione Investigativa Antimafia di Caltanissetta ha eseguito un provvedimento di confisca di I° grado di beni emesso dal Tribunale di Caltanissetta — Sezione Misure di Prevenzione nei confronti del nisseno Michele Giarratana, 49 anni. L’uomo, attualmente detenuto, è ritenuto vicino ad ambienti di “Cosa Nostra”.Il provvedimento trae origine da un’attività finalizzata alla individuazione e aggressione degli illeciti patrimoni riconducibili alle organizzazioni criminali o comunque a soggetti ad essa contigui, il cui tenore di vita risulti sproporzionato rispetto ai redditi e agli asset dichiarati.In ragione della spiccata indole delinquenziale, desunta dai gravi trascorsi giudiziari e dalla sua abituale frequentazione di pregiudicati e mafiosi, il Tribunale — oltre alla misura patrimoniale — gli ha applicato anche quella di prevenzione personale della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con l’obbligo di soggiorno nel comune di residenza, per la durata di tre anni.La confisca ha interessato l’intero capitale sociale ed i rispettivi beni strumentali di due ditte individuali ed una s.r.l. uninominale operanti nel settore del commercio di auto e nella cura della persona, nonché numerosi rapporti finanziari intestati al proposto e al nucleo familiare, per un valore stimato in complessivi 400.000 euro circa.

Continua a leggere

Cronaca

Pericolo per fuoco in via Carfi’

Pubblicato

il

Fuoco in uno stabile di via Carfi’ nel quartiere Caposoprano nel tardo pomeriggio di oggi.

Per motivi ancora al vaglio dei vigili del fuoco, ancora sul posto, un focolaio si è sprigionato da un appartamento di una palazzina della trasversale di via Morselli.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco che hanno domato le fiamme.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852