Seguici su:

Flash_news

Cariche esplosive per la demolizione del Pontile di Gela

Pubblicato

il

Prima dell’arrivo della stagione estiva 2021, ormai alle porte, consigliamo all’amministrazione Comunale di Gela di programmare tutte le operazioni di demolizione e trovare i finanziamenti per eliminare almeno due campate, circa 15 metri lineari della vecchia struttura portuale, per non isolare est e ovest della spiaggia di Gela, così che si possa permettere il passaggio dei bagnanti e turisti senza imprigionarli a est o ovest della bellissima spiaggia color oro di Gela.

( Attraverso un mio computo metrico estimativo occorrono circa venticinque mila euro, compresa IVA e smaltimento inerti).


Inoltre sarebbe opportuno in un secondo momento valutare il recupero di “Bitte e Basolato” e  la demolizione dalla fatiscente infrastruttura tramite esplosivo, con posizionamento di dinamite nei piloni, date le condizioni in cui versa l’opera.


Come sottolineato dal nostro studio già un’anno prima del collasso e accartocciamento, il vecchio pontile è irrecuperabile, versa in uno stato di irreversibilità totale ingegneristica-architettonica, scadente è lo stato di conservazione, ampi sono i distacchi di calcestruzzo, i ferri di armatura (quello che rimane) sono disgiunti su quasi la totalità delle campate. 

La demolizione dell’intera opera con esplosivo farebbe risparmiare sicuramente tempo e denaro alla collettività, alla Regione Sicilia, e di immagine al Comune di Gela, le abitazioni non risentirebbero della deflagrazione.
Una amministrazione seria programma in anticipo e non si fa travolgere dagli eventi, ma li domina, chi improvvisa all’ultimo minuto dimostra arroganza, ignoranza e dilettantismo politico amministrativo. 
Nell’operazione di demolizione con esplosivo bisogna coinvolgere la Regione Siciliana nella persona dell’On. Marco Falcone; nella rimozione di due campate basta un’istanza alla Regione Siciliana e Genio Civile.


Tutte operazioni propedeutiche per la progettazione e la ricostruzione di una nuova opera con nuovissimi materiali edili marittimi, e calcestruzzo speciale {formula d’impasto in nostro possesso}, già elencati nella bozza di computo metrico, permetteranno al nuovo pontile del Golfo di Gela (struttura portuale futuristica) una vita di mille anni senza effettuare alcuna manutenzione strutturale, dalla nostra idea progettuale produrrà energia dal sole (fotovoltaico), dal vento (eolico), e dalle onde marine (energia cinetica del moto ondoso). 

Francesco Agati

Continua a leggere
Advertisement
clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash_news

Museo archeologico di Gela: al via i lavori per l’ampliamento

Pubblicato

il

Nel futuro prossimo, Gela rientrerà nel circuito della cultura greca che è destinata a decollare. Entro il 2022 prenderà corpo il Museo della Nave a pochi metri da quello archeologico. Un’area a sud della città che rappresenterà la Cittadella della cultura.

Consegnati i lavori per l’ampliamento del Museo archeologico di Gela che ha ottenuto due finanziamenti: tre e quattro milioni di euro. Il primo è specifico per il Museo e l’altro per il Parco archeologico che comprende altri siti fra cui anche lo stesso Museo.

Continua a leggere

Attualità

FdI sul decoro urbano: dure critiche ma anche suggerimenti alla Giunta Greco

Pubblicato

il

Fratelli d’Italia considera fallimentare la politica sul decoro urbano della Giunta Greco. Lo sostiene in una nota il dirigente del partito della Meloni, dott. Rosario Emmanuello che porta come primo esempio il parco giochi Francesco Russello a Cantina sociale tanto pubblicizzato ma di fatto ancora da liberare dagli ammassi di detriti stipati proprio accanto ai giochi, da  panchine completamente divelte, da muretti corrosi dal tempo con ferri di armatura sporgenti, piante ed erbacce in ogni dove. “L’Assessore Licata con delega al decoro urbano, con quale coraggio sponsorizza sui social questa grande vittoria per la città? Dovrebbe vergognarsi piuttosto”- sostiene Emmanuello che poi segnala nella villetta di Macchitella la fontana senz’acqua e piena di coriandoli nonostante il Carnevale sia terminato quasi un mese fa, l’illuminazione attorno ai giochi inesistente per via delle lampadine fulminate oramai da tempo e non ancora sostituite. Ancora più pericolosa la situazione al parco giochi in Viale Enrico Mattei dove si trovano addirittura dei tombini aperti, con il rischio reale che qualche bambino o genitore si spezzi una gamba. E poi la situazione del Lungomare dove la passerella di fianco al mare è letteralmente seppellita dalla sabbia, i  cestini della spazzatura sono pieni. “Il Sindaco Greco – attacca Fratelli d’Italia –  torna ad ingannare la città e lo fa servendosi di assessori che prestano il fianco ad una gestione amministrativa miope e fallimentare, mettendo anche a rischio la salute di tanti bambini. Cosa non si fa per una poltrona“.
Dopo l’attacco politico, la parte propositiva. All’assessore Licata viene proposto di: creare dei bandi che invoglino i cittadini ad abbellire i loro balconi o il loro quartiere con dei premi anche simbolici, come una targa a “Cittadino Modello
Altre proposte: dotare il Comune di un’App per il Decoro urbano come strumento partecipativo per la segnalazione del degrado, e degli interventi necessari di manutenzione ordinaria e non. Si possono avviare attraverso le scuole, le chiese e le associazioni delle giornate periodiche dedicate alla pulizia e all’abbellimento di angoli della  città.Ed anche permettere alle aziende locali di adottare gli spazi verdi per utilizzare gli stessi per fini pubblicitari.Un ultimo consiglio all’amministrazione da parte dell’esponente di Fratelli d’Italia: dedichi meno tempo ai social e più alle azioni concrete per la città.

Continua a leggere

Attualità

Lettura dei consumi al via il 3 marzo

Pubblicato

il

Niscemi. Prenderanno il via mercoledì 3 marzo, per concludersi entro la fine dello stesso mese, le operazioni di rilevazione delle letture dei consumi delle utenze del Comune di Niscemi. Saranno direttamente gli addetti di Caltaqua – Acque di Caltanissetta SpA, gestore del servizio idrico integrato per il territorio della provincia di Caltanissetta, a portare a compimento le rilevazioni. 

In vista di tali operazioni il Gestore rinnova l’invito agli utenti a rimuovere qualsiasi tipo di lucchetto o serratura – che non sia a chiave universale – apposti arbitrariamente e in violazione delle disposizioni vigenti. Appare utile rammentare, altresì, che una puntuale azione di rilevazione dei consumi consente al Gestore di poter effettuare una fatturazione periodica più in linea con i consumi effettivi dell’utenza evitando così la necessità di dover ricorrere a fatturazioni a conguaglio.

Si ribadisce, infine, che in nessun caso gli addetti alla lettura dei contatori sono abilitati a chiedere denaro a qualsiasi titolo. Il servizio, infatti, è totalmente gratuito. 

Per ogni necessità e ulteriore chiarimento è operativo il call center al numero 800 180 204.

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G. - Direttore Giuseppe D'Onchia
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852
Redazione: Maria Concetta Goldini, Franco Gallo, Laura Mendola, Domenico Russello, Rosa Battaglia.