Seguici su:

Lotta alla pandemia

Coronavirus, la fotografia dell’Italia, oggi

Pubblicato

il

I dati della Fondazione Gimbe fotografano una situazione ancora in peggioramento per occupazione dei posti letto in terapia intensiva e per il numero dei contagi: i casi sono 1,2 mln in 7 giorni. Per il presidente Nino Cartabellotta con l’attuale ritmo alcune Regioni potrebbero finire presto in zona rossa. Intanto è stato stabilito il protocollo anti-Covid per le elezioni del prossimo presidente della Repubblica: ingressi limitati e nuove cabine per il voto. Infine, il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie dà il quadro di un’Europa, comprese le Regioni italiane, quasi del tutto in rosso scuro e quindi interessata in larga parte dal massimo rischio epidemiologico.

I dati di oggi in Italia

Le persone che hanno contratto il virus in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 8.155.645. Di queste 140.188 sono morte, mentre 5.691.939 sono guarite o sono state dimesse. L’ultimo bollettino registra 316 persone positive decedute (36 delle quali risultano da conteggi relativi ai giorni scorsi) e 184.615 nuovi casi accertati. I pazienti positivi al virus attualmente ricoverati in terapia intensiva sono 1.668 (1 in meno rispetto al giorno precedente, i nuovi ingressi sono 156). I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono 1.181.179. La Lombardia è la Regione con il maggior incremento di positivi in 24 ore: sono 39.683.

Le ultime dall’Italia

In Italia arrivano i dati della Fondazione Gimbe sull’andamento del contagio. Dal 5 all’11 gennaio, si legge nel report, cresce ancora la pressione su ospedali e nei reparti di area medica e di terapia intensiva. Salgono infatti del 31% i ricoveri di pazienti Covid-19 con sintomi (passati da 12.912 della settimana precedente a 17.067) e del 20,5% le terapie intensive (passate da 1.392 a 1.677). Ma a crescere del 35,4% sono anche i decessi. Aumentano anche i casi: sono 1,2 mln in 7 giorni, +49%, e di questo passo, ha dichiarato il presidente della Fondazione Cartabellotta, alcune Regioni rischiano presto la zona rossa

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lotta alla pandemia

Coronavirus con parabola in discesa

Pubblicato

il

CALTANISSETTA: Il numero dei contagiati di ieri è di 4250. Nelle ultime 24 ore riscontro di 558 pazienti positivi al SARS CoV-2, tutti in isolamento domiciliare: 173 pazienti di Gela, 92 di Caltanissetta, 77 di Niscemi, 49 di San Cataldo, 46 di Mazzarino, 33 di Riesi, 22 di Vallelunga Pratameno, 12 di Mussomeli, 11 di Santa Caterina Villarmosa, 10 di Sommatino, 9 di Butera, 6 di Delia, 5 di Villalba, 4 di Serradifalco, 4 di Marianopoli, 2 di Milena, 2 di Montedoro e 1 di Sutera. Ricoverati in degenza ordinaria: 2 pazienti di San Cataldo, 2 di Caltanissetta, 1 di Gela, 1 di Mussomeli, 1 di Vallelunga Pratameno e 1 proveniente da fuori provincia. Dimessi dalla degenza ordinaria: 1 paziente di Caltanissetta e 1 di Gela. Trasferito dalla degenza ordinaria alla UOC Anestesia e Rianimazione 1 paziente di Caltanissetta. Dimessi da fuori provincia: 2 pazienti di Caltanissetta, 2 di Mussomeli, 1 di Campofranco, 1 di San Cataldo e 1 di Serradifalco. Deceduto 1 paziente di Caltanissetta positivo al SARS CoV-2. Guariti: 50 pazienti di Caltanissetta, 25 di Riesi, 24 di Gela, 16 di Niscemi, 8 di Mazzarino, 3 di Serradifalco, 2 di Montedoro, 2 di Mussomeli e 1 di Milena.

Continua a leggere

Lotta alla pandemia

Coronavirus: a Gela 240 pazienti e 552 guariti

Pubblicato

il

Caltanissetta: Scende a 4101 il numero complessivo dei contagiati di Gela. Nelle ultime 24 ore riscontro di 714 pazienti positivi al SARS CoV-2, tutti in isolamento domiciliare: 240 pazienti di Gela, 147 di Caltanissetta, 72 di San Cataldo, 71 di Niscemi, 25 di Mussomeli, 22 di Mazzarino, 20 di Vallelunga Pratameno, 17 di Sommatino, 17 di Riesi, 15 di Santa Caterina Villarmosa, 12 di Delia, 11 di Butera, 11 di Serradifalco, 8 di Campofranco, 5 di Milena, 5 di Montedoro, 5 di Resuttano, 4 di Acquaviva Platani, 4 di Marianopoli, 2 di Villalba e 1 di Bompensiere. Ricoverati in degenza ordinaria: 2 pazienti di Riesi, 1 di Gela, 1 di Santa Caterina Villarmosa, 1 di Vallelunga Pratameno e 1 di Mussomeli. Dimessi dalla degenza ordinaria: 4 pazienti di Caltanissetta e 3 pazienti di Gela. Deceduto 1 paziente di Serradifalco positivo al SARS CoV-2. Guariti: 552 pazienti di Gela, 168 di Caltanissetta, 88 di San Cataldo, 68 di Niscemi, 22 di Mussomeli, 18 di Campofranco, 15 di Serradifalco, 13 di Santa Caterina Villarmosa, 12 di Mazzarino, 12 di Riesi, 11 di Resuttano, 9 di Butera, 7 di Delia, 7 di Villalba, 3 di Vallelunga Pratameno, 3 di Marianopoli, 2 di Sommatino, 2 di Sutera, 2 di Montedoro, 1 di Milena e 1 di Acquaviva Platani.

Continua a leggere

Lotta alla pandemia

Il coronavirus e la solita flessione del fine settimana, con numeri modesti

Pubblicato

il

Caltanissetta – Week – end meno pesante in fatto di coronavirus. Boom di guariti con 218 persone negative. Il numero scende a Gela dai 4571 di sabato ai 4415 dell’ultimo report che si riferisce ad ieri. Nelle ultime 24 ore riscontro di 199 pazienti positivi al SARS CoV-2, tutti in isolamento domiciliare: 62 pazienti di Gela, 33 di Niscemi, 22 di Mazzarino, 17 di Riesi, 14 di Caltanissetta, 10 di Butera, 10 di Vallelunga Pratameno, 9 di San Cataldo, 7 di Mussomeli, 4 di Montedoro, 3 di Resuttano, 3 di Sutera, 2 di Santa Caterina Villarmosa, 1 di Marianopoli, 1 di Milena e 1 di Sommatino. Ricoverati in degenza ordinaria 5 pazienti: 1 di Caltanissetta, 1 di San Cataldo, 1 di Mussomeli, 1 di Gela e 1 proveniente da fuori provincia. Dimesso dalla degenza ordinaria 1 paziente proveniente da fuori provincia, guarito virologicamente. Deceduto 1 paziente di Milena positivo al SARS CoV-2. Guariti: 218 pazienti di Gela, 90 di Caltanissetta, 47 di Niscemi, 26 di San Cataldo, 17 di Mussomeli, 16 di Delia, 13 di Serradifalco, 11 di Santa Caterina Villarmosa, 9 di Sommatino, 7 di Butera, 5 di Riesi, 4 di Campofranco, 2 di Mazzarino, 2 di Villalba, 1 di Acquaviva Platani e 1 di Marianopoli.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852