Seguici su:

Flash news

Dopo il patto tra Musumeci e la Meloni, bocche cucite nella Lega

Pubblicato

il

Bocca cucita e silenzio della Lega siciliana sulla ricandidatura di Nello Musumeci alla presidenza della Regione. Si a proseguire l’esperienza al governo fino al termine del mandato: questo il segretario regionale della Lega  Nino Minardo lo ha detto chiaramente al governatore impegnato a Roma ( nelle pause delle votazioni per il Presidente della Repubblica) a cucire alleanze per la ricandidatura con un centrodestra unito. I leghisti frenano e non negano l’ambizione di poterlo esprimere loro il candidato presidente. Perciò la risposta a Musumeci di Minardo (in pole position come candidato presidente) è stata: veditela con Salvini perché spetta a lui l’ ultima parola. Ma il leader leghista al momento non ha intenzione di posare gli occhi sulle elezioni siciliane. A settembre ha incontrato Musumeci garantendogli solo l’impegno dei ministri leghisti a curare le istanze che vengono dalla Sicilia. Poco più di un atto dovuto. La Sicilia diventerà terra di uno scontro a due tra FdI e Lega? Giorgia Meloni vuole frenare l’avanzata della Lega in Sicilia ed ha già scelto di allearsi con Musumeci affidando all’on. La Russa l’organizzazione della federazione tra FdI e Diventerà bellissima con una lista comune cui Musumeci se vorrà potrà affiancare quella del Presidente. Musumeci deve però prima tirare dalla sua parte Forza Italia e Lega e a seguire i partiti minori. Non sarà facile, neanche con la Meloni a fianco.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cucina

Lo chef Totò Catania propone: L’uovo dello chef versione seconda

Pubblicato

il

Si fa presto a fare un uovo al tegamino, ma a volte basta davvero qualche piccolo accorgimento per trasformare una pietanza ordinaria in qualcosa di straordinario. Partiamo da un paio di spicchi di aglio schiacciati in un tegame per fare insaporire dell’olio. Dopo apposito sfrigolamento tuffate degli spinaci freschi ben lavati ed asciugati, aggiungete un pizzico di sale e fate appassire le foglie col calore vivace, sono sufficienti due o tre minuti.

Strizzate per benino gli spinaci, tritateli a coltello e incorporateli a della freschissima ricotta di bufala, condite ancora con un pizzico di sale, una macinata di pepe nero ed una bella grattugiata di noce moscata. Passiamo all’uovo. In un tegamino facciamo fondere una noce di burro, tuffiamo l’uovo e saliamo leggermente. Con l’ausilio di una sache-a-poche sull’albume che si inizia a rapprendere create dei cerchi attorno al tuorlo con il composto di ricotta e spinaci in modo da ricoprire tutto l’albume. È preferibile tenere la fiamma bassa.

A questo punto spolverate con della tuma persa, formaggio pregiato di cui abbiamo parlato in più occasioni, in alternativa anche del parmigiano reggiano grattugiato va benissimo. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere appena un minuto. Il risultato che vogliamo ottenere è un albume perfettamente cotto, leggermente colorito, ed un tuorlo ancora liquido. Lontano dal fuoco una bella grattugiata di tartufo nero. E poi dicono che l’uovo al tegamino è un piatto banale…

Chef Totò Catania

Continua a leggere

Flash news

Il Pd non partecipa al “battesimo” di Di Stefano:ecco perchè

Pubblicato

il

Non sarà presente il Pd domattina al Lido Controcorrente per la presentazione della candidatura di Terenziano Di Stefano.

I Dem sono fuori dall’Agorà? Sarà Lillo Speziale il loro candidato sindaco? A svelare l’arcano è il commissario del partito on. Giuseppe Arancio.

“Non abbiamo mai lasciato l’Agorà ma solo chiesto tempo.Vogliamo stare in una coalizione vincente perciò stiamo cercando di trovare l’unità interna e di convincere chi è andato via a a rientrare”;queste le motivazioni date da Arancio.Che su Speziale candidato a sindaco dice:”al momento non c’è una candidatura di Speziale ma che si stia muovendo sondando il gradimento della gente , questo non posso negarlo”.

Insomma: non cӏ la candidatura di Speziale oggi ma potrebbe esserci domani.

Continua a leggere

Cronaca

Donazioni false per centro bimbi sordi, “è una truffa!”

Pubblicato

il

Nei pressi dell’ospedale, sul lungomare ed in centro storico, una o più persone (spesso una coppia di un ragazzo e una ragazza), fingendosi membri di un’associazione, stanno raccogliendo firme e “donazioni” per un fantomatico centro per bambini sordi. Sono provviste di tesserino (falso) e millantano una collaborazione con Croce Rossa Italiana e altre associazioni. Si tratta di una truffa. La denuncia pubblica arriva direttamente dall’associazione “Non una di meno” di Gela che ha raccolto numerose segnalazioni.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852