Seguici su:

Attualità

Eni ha contribuito alla realizzazione della Mostra

Pubblicato

il

Eni ha contribuito alla realizzazione della Mostra
“Ulisse in Sicilia, i luoghi del mito”, allestita dal 22 luglio al 10 ottobre 2022 all’interno del
parco archeologico “Bosco Littorio” di Gela.
Il percorso espositivo racconta il passaggio dell’eroe greco in Sicilia attraverso l’esposizione
di numerosi reperti archeologici e presenterà, per la prima volta in Sicilia, il relitto della Nave
arcaica di Gela, risalente al IV a.C. e considerata uno dei ritrovamenti di archeologia marina
più importanti d’Europa. Scoperta casualmente nel 1988 nel mare vicino al pontile della
raffineria, venne recuperata nel 2008 grazie alla collaborazione tra la Soprintendenza e Eni,
attraverso operazioni di sollevamento e trasporto molto delicate e complesse. La nave è
stata successivamente restaurata e restituita alla comunità locale anche con il contributo di
Eni, che ha provveduto inoltre alla realizzazione di una struttura di climatizzazione che ne
conserva lo stato e ne valorizza le caratteristiche tramite appositi sistemi di illuminotecnica,
impianto di allarme e antincendio.
Giuseppe Ricci, Direttore Generale Energy Evolution di Eni ha dichiarato: «Coniugare gli
obiettivi economici con gli obiettivi ambientali, sociali e culturali sono valori nel dna di
Eni, che poniamo al centro dei nostri percorsi di sviluppo. Gela è il nostro “laboratorio” della
transizione, che ci ha portato a riconvertire le produzioni tradizionali con processi di
economia circolare, avviando nel 2019 la nuova bioraffineria, tra le più innovative al mondo.
Rientra in questo percorso di riconversione anche il contributo che Eni ha messo a
disposizione per la riqualificazione ambientale e del patrimonio archeologico dell’area
demaniale di Bosco Littorio e per l’allestimento di questa mostra. Armonizzare passato e
futuro, far convivere la storia con lo sviluppo, accrescere la capacità economica e tutelare il
patrimonio culturale di una comunità sembrano imprese difficili, ma a volte riescono, come
oggi qui a Gela».
Un percorso che vede Eni parallelamente portare avanti un’imponente attività di
risanamento ambientale e riqualificazione delle ex aree industriali, che fanno di Gela un
esempio virtuoso di trasformazione di un sito industriale in grado di coniugare il recupero
ambientale e la creazione di opportunità per lo sviluppo del territorio.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

La Verga di Caltanissetta prima al concorso di comunicazione

Pubblicato

il

Caltanissetta- Si sono classificati primi nel loro girone con uno spot di comunicazione sociale intitolato «La città di tutti … una città per tutti».

Sono cinque tra alunne e alunni della sezione E del primo anno della scuola media Giovanni Verga dell’Istituto Comprensivo Antonino Caponnetto di Caltanissetta.

Superata la fase interregionale dell’edizione 2024 del Digital Changemaking Contest che si è svolta lo scorso marzo al Real Collegio di Lucca, gli alunni della scuola Verga guidata dal Dirigente Maurizio Lomonaco, ritorneranno nella cittadina toscana il 29 e il 30 maggio prossimo per partecipare alla fase nazionale del contest che decreterà i Best Digital Changemakers 2024.

Continua a leggere

Attualità

A Ragusa lutto cittadino per la morte di Leone

Pubblicato

il

Ragusa – Dalle 15:30 alle 16:30 di domani, venerdì 19 aprile, in concomitanza con la celebrazione dei funerali del maestro Giuseppe Leone che si svolgeranno nella Cattedrale di San Giovanni, Ragusa sarà in lutto cittadino. Ad annunciarlo il sindaco Peppe Cassì.

“In segno di rispetto per le esequie, è stato stabilito di esporre le bandiere a mezz’asta in tutti gli edifici pubblici e di sospendere le manifestazioni pubbliche eventualmente in programma in quell’arco di tempo. Invito inoltre tutti i ragusani, le attività commerciali, le organizzazioni di qualsiasi tipo e le scuole attive a sospendere le proprie attività in quella fascia oraria per unirsi simbolicamente in un piccolo momento di raccoglimento”.

Continua a leggere

Attualità

Comune di Butera mette all’asta borgo Guttadauro

Pubblicato

il

Butera – C’è tempo fino al 26 aprile per presentare l’offerta al Comune per acquistare il borgo fantasma.

L’amministrazione municipale, guidata dal sindaco Giovanni Zuccalà,ha messo all’asta con un prezzo di base di 716 mila euro il borgo Guttadauro dedicato ad un capitano fascista gelese.

Il borgo fu costruito nel 1940 ( con la piazza centrale, la chiesa, la scuola,la caserma dei carabinieri e varie strutture) ma è stato subito abbandonato e tutto è un rudere.

Il Comune di Butera ne ha avuto la proprietà nel 1970 ma non ci sono fondi per un intervento massiccio. La decisione presa è di vendere.

 

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852