Seguici su:

Attualità

Farm cultural park approda a Mazzarino: Gela la prossima tappa?

Pubblicato

il

Da Favara a Mazzarino, dalla provincia di Agrigento a quella di Caltanissetta. Farm cultural park amplia il proprio progetto sociale e culturale, consolidando il suo epicentro a Favara dove tutto nacque undici anni fa ma esportando lo stesso modello di riqualificazione urbana attraverso l’arte anche in altri territori. Nei giorni scorsi l’avvio ufficiale del progetto a Mazzarino, una “nuova era” come l’hanno definita sui social gli stessi fondatori di Farm, Florinda Saieva e Andrea Bartoli. Una famiglia che ha consacrato la propria vita al rilancio della storia e della cultura in Sicilia mettendoci la faccia e l’impegno personale, creando nel cuore di Favara un centro culturale indipendente di caratura internazionale da decine di migliaia di visitatori l’anno. Con ovvie e importantissime ripercussioni per tutto il comparto socioeconomico del territorio.

Dopo Mazzarino, Gela potrebbe essere la prossima tappa. Già durante la sindacatura di Domenico Messinese i contatti furono avviati, ma negli ultimi due anni con l’amministrazione guidata dal sindaco Lucio Greco la trattativa si è fatta serrata. Farm in città andrebbe a gestire l’area dell’Orto fontanelle, collaborando insieme al Movimento giovanile San Francesco che da sempre realizza in quella struttura le proprie attività ludiche e formative rivolte a bambini e ragazzi. Ci sarebbe solo da firmare una delibera di giunta già pronta.

Ma l’Orto fontanelle potrebbe beneficiare anche di un importante finanziamento da 4 milioni di euro nell’ambito del Programma nazionale sulla qualità dell’abitare, che permetterebbe alla struttura di trasformarsi secondo i nuovi obiettivi. I tempi in questo caso potrebbero essere lunghi, si parla di almeno un anno da oggi, quindi l’idea dell’amministrazione è di procedere con l’affido da subito per permettere l’approdo in città di Farm cultural park e procedere così all’organizzazione dei primi importanti eventi culturali. Per Gela sarebbe un grosso passo in avanti.

(Nella foto d’archivio, un’immagine dell’ingresso di Farm a Favara)

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Sul porto insabbiato la Regione convoca una riunione

Pubblicato

il

Porto rifugio insabbiato:ogni tanto da Palermo si svegliano.Martedì prossimo si svolgerà un incontro indetto presidenza della Regione, con il capo di gabinetto l’assessore regionale alle infrastrutture, il sindaco Lucio Greco, i vertici di Enj, management di Eni, il presidente dell’Autorità portuale della Sicilia occidentale.

È un incontro in videoconferenza nel corso del quale bisognerà completare l’iter, con la sottoscrizione del protocollo per l’opera.

Un’altra tappa di una storia infinita.

Continua a leggere

Attualità

Diabete e nutrizione nell’incontro con la dott.Scerra

Pubblicato

il

È stato partecipato e molto apprezzato l’incontro organizzato stasera dall’associazione Odv Diabete 3 presieduta da Glenda Paci.

Nella sede della libreria Orlando di via Cairoli si è svolto un confronto con la nutrizionista dott.Roberta Scerra che ha dato informazioni sui pasti dei diabetici.

È la seconda iniziativa, dopo la screening diabetologia, a supporto di malati e famiglie di diabetici organizzata dall’associazione nata a dicembre.

Continua a leggere

Attualità

A Roma Schifani conferma a Mancuso che l’ospedale si farà

Pubblicato

il

Rientro in Sicilia con il morale alto per la delegazione di forzisti nisseni capeggiata dall’onorevole Michele Mancuso.

Con lui, tra gli altri, il candidato a sindaco di Caltanissetta Walter Tesauro ed esponenti storici del partito come il gelese Carlo Varchi. Tra una pausa e l’altra del congresso nazionale, il primo senza il fondatore Berlusconi, c’è stata la possibilità di confrontarsi con il presidente Schifani sui temi locali. A cominciare dal caso del definanziamento del nuovo ospedale di Ponte Olivo.Schifani ha confermato pubblicamente a Mancuso ciò che gli aveva detto privatamente nel giorni scorsi e cioè che l’ospedale a Gela si farà.

“Ora dobbiamo occuparci delle elezioni a Gela” – ha detto Mancuso che punta ad avere in città un centrodestra unito che possa presentare un progetto alternativo a Greco.L’attuale sindaco è per Mancuso una storia chiusa da tempo.Nel 2019 lo sostenne ma i rapporti si sono incrinati molto presto.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852