Seguici su:

Flash news

Greco:”c’è il dissesto ma pensiamo al rilancio”

Pubblicato

il

La giunta comunale ha approvato la delibera di presa d’atto della Relazione sulla fattibilità del piano di riequilibrio del Comune. Atto che apre, de facto, la fase di dissesto finanziario dell’Ente.

«Ritengo – dice il sindaco, Lucio Greco – di potere dire serenamente di aver portato avanti il lavoro necessario per fare definitivamente chiarezza su tutta la situazione economico – finanziaria dell’ente, in coerente applicazione alle direttive imposte dalla Corte dei Conti, in ossequio alla normativa vigente e seguendo l’indirizzo della giurisprudenza sulla materia. In linea di principio l’ente doveva verificare la fattibilità dell’adozione di un piano di riequilibrio sostenibile, e solo dopo aver verificato l’impossibilità di procedere, in seconda istanza avrebbe dovuto considerare l’alternativa, ovvero, il dissesto. Questo abbiamo fatto e motivato».

Già a partire dal 2015 era emerso un forte disequilibrio dei conti. Il commissario, nominato dagli Enti locali, in prima battuta si era impegnato ad adottare una serie di correttivi che, però, nel tempo, non hanno generato gli effetti sperati.

«Al contempo – si legge nelle motivazioni della delibera adottata oggi –  l’amministrazione ha dovuto fare fronte ad alcune esigenze organizzative derivanti dalle volontarie dimissioni del dirigente del settore Bilancio, il quale, pur valido e competente nell’esercizio delle sue funzioni, non è evidentemente riuscito a coinvolgere –  come avrebbe dovuto – i propri collaboratori nella piena conoscenza delle situazioni che avevano determinato quelle criticità solo tardivamente poi poste in evidenza».

A questo – rimarca sempre la giunta – vanno assommate le risapute carenze di dirigenti e personale amministrativo a cui l’amministrazione comunale non ha potuto sopperire a causa del blocco della spesa pubblica e del divieto di assunzioni imposto dalla legge.

«Oggi – dice Greco – ritengo che ai sentimenti di rammarico debba fare subito seguito un’azione di impegno e di rilancio. Ho sempre creduto nel potenziale di questa città. Ogni mattina, con gli assessori, i tanti consiglieri comunali responsabili, i collaboratori, il personale, siamo al lavoro per garantire i servizi e progettare un futuro sostenibile. Da questo punto di vista molti sono i progetti che ci confortano. Tanti i cantieri aperti o prossimi all’apertura. Un miglioramento della città dal punto di vista economico, sociale, occupazionale».

«Abbiamo – afferma – raggiunto un obiettivo fondamentale: dopo circa 10 anni c’è una nuova società che si occupa dell’igiene urbana e della raccolta differenziata. È un cambiamento che definirei epocale. I primi risultati sono sotto gli occhi di tutti. Un servizio porta a porta efficace, più controlli, strade spazzate e finalmente anche lavate dai mezzi della Impianti Srr. Personale a sufficienza per le esigenze del servizio. Serve, però, uno sforzo anche da parte dei cittadini, ai quali rivolgo un costante e accorato appello: collaborate».

«Siamo al lavoro – dice il primo cittadino – su una progettualità di ampio respiro. Mi riferisco, ad esempio, al turismo. Attendiamo con ansia l’apertura del museo del Mare, del museo regionale Eschilo. Speriamo di poter dare, insieme al Parco archeologico e alla Soprintendenza, un definitivo assetto al parco delle Mura Timoleontee. Seguiamo con attenzione i processi industriali e i nuovi insediamenti nell’area dell’ex petrolchimico.Con la Raffineria di Gela e la Fondazione Mattei speriamo presto di poter avviare il progetto Macchitella Lab, ormai in dirittura d’arrivo».

«Non mi fermo qui – argomenta Greco – stiamo lavorando anche su altri settori nevralgici della vita pubblica e per un miglioramento dei servizi al cittadino. Abbiamo ripreso con forza la battaglia a difesa e tutela dell’ospedale Vittorio Emanuele e della Medicina del territorio, fornendo indicazioni su come meglio fronteggiare l’emergenza sanitaria che viviamo a Gela».

Il primo cittadino, lunedì mattina, sarà a Palermo per l’apertura di un tavolo tecnico voluto dall’assessore regionale alla Salute, Giovanna Volo, dopo i pressanti appelli dello stesso sindaco. Confronto al quale prenderanno parte i componenti della direzione strategica dell’Asp.

«Pure sui trasporti – dice il sindaco – abbiamo avviato una serie di sollecitazioni all’assessore regionale. Confidiamo al più presto di potere avviare un confronto per avere più mezzi, autisti e corse per il trasporto urbano ed extra urbano».

Infine la sicurezza, altro tema del programma di governo, sul quale il sindaco e la giunta hanno lavorato sin dalle prime settimane del loro mandato elettivo.

«L’amministrazione – dice – ha tanto lavorato e investito sulla sicurezza e sull’ambizioso progetto di una rete di videosorveglianza. Abbiamo impegnato fondi comunali per realizzarlo. Grazie all’impegno della macchina amministrativa, sostenuti dall’attenzione e dalle direttive del Prefetto, siamo riusciti a completare il progetto. Entro poche settimane le telecamere di sicurezza e le sale operative delle forze di polizia saranno in funzione. Costituiranno un ausilio fondamentale nella prevenzione dei reati. Nell’ottica di una Gela sempre più pulita, accogliente e soprattutto sicura».

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Presentata la prima edizione del premio artistico-letterario “Federica Psaila”

Pubblicato

il

Al via la prima edizione del premio artistico-letterario “Federica Psaila”. Sarà dedicata alla promozione della “cultura dell’unità e della fraternità dei popoli” la manifestazione promossa dall’Associazione Ex Allievi del Liceo classico “Eschilo” e dedicata alla giovane dottoranda gelese, prematuramente scomparsa nel dicembre 2022.

Una ragazza innamorata dello studio, della cultura, della sua terra d’origine e del viaggio, inteso come strumento per conoscere e accogliere, scoprire e amare. Proprio il tema del viaggio e del multiculturalismo dovrà essere approfondito dai partecipanti attraverso le due sezioni proposte dal premio, quella dedicata alla narrativa e un’altra dedicata al fumetto.

«L’impegno e la dedizione di Federica meritano di essere conosciuti da tutti – ha detto la presidente dell’associazione Ex Allievi del Liceo classico, Maria Grazia Falconeri -, ed è per questo che abbiamo deciso di istituire il premio che avrà cadenza biennale». A presiedere le due giurie saranno il preside Corrado Ferro, dirigente del Liceo classico dal 2005 al 2012, e il maestro Giovanni Iudice, pittore di fama internazionale.

Di Valentino Granvillano il lavoro di coordinamento tecnico e inserimento del bando nelle piattaforme dedicate ai concorsi nazionali. La prima edizione del premio è stata presentata questa mattina nei locali del Liceo classico, diretto da Maurizio Tedesco, alla presenza dei familiari di Federica Psaila che hanno partecipato con commozione, sostenendo l’iniziativa e le sue finalità.

(Nella foto d’apertura, da sinistra: Giovanni Iudice, Valentino Granvillano, Maria Grazia Falconeri e Corrado Ferro. Nella foto sotto: i familiari di Federica Psaila presenti alla conferenza stampa; nell’ultima foto, Federica Psaila)

Continua a leggere

Attualità

Schifani nominato commissario straordinario per nuovi impianti dei rifiuti

Pubblicato

il

Il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani è stato nominato, con decreto del presidente del Consiglio dei ministri, commissario straordinario per il completamento della rete impiantistica integrata del sistema di gestione dei rifiuti. L’incarico avrà una durata di due anni ed è prorogabile o rinnovabile.

La nomina arriva dopo l’approvazione della relativa norma nell’ambito del “decreto energia”.

Tra gli obiettivi previsti “la riduzione dei movimenti di rifiuti e l’adozione di metodi e di tecnologie più idonee a garantire un alto grado di protezione dell’ambiente e della salute pubblica”, oltre alla realizzazione e localizzazione di nuovi impianti di termovalorizzazione.

Continua a leggere

Cronaca

Dimessa due volte dall’ospedale, presentato esposto per la morte di una paziente

Pubblicato

il

Chiedono che si faccia piena luce sui fatti i familiari di Silvana Perticone, 56 anni di Niscemi, deceduta lo scorso 21 febbraio all’ospedale Guzzardi di Vittoria. I congiunti hanno presentato un esposto indirizzato all’autorità giudiziaria attraverso una denuncia ai Carabinieri.Per due volte, nell’arco di ventiquattr’ore, lunedì 19 e martedì 20 febbraio, la donna è stata condotta all’ospedale di Caltagirone in preda a forti dolori intestinali e vomito e per due volte è stata rimandata a casa, dimessa con la prescrizione di una cura domiciliare, che tuttavia non ha dato alcun effetto: la donna continuava a vomitare e a stare male. Non sortendo alcun risultato i medicinali prescritti, la donna e i suoi cari hanno deciso di rivolgersi al pronto soccorso dell’ospedale di Vittoria, da dove la paziente, dopo le prime visite, è stata indirizzata al nosocomio di Ragusa per effettuare una Tac, al momento non funzionante a Vittoria.L’esame ha dato esiti allarmanti: la cinquantaseienne com’è stato spiegato ai suoi congiunti, è stata riportata subito nel nosocomio di Vittoria per essere operata d’urgenza presso il reparto di Chirurgia.Un intervento chirurgico d’urgenza che però non è bastato a salvarla: il giorno dopo è deceduta.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852