Seguici su:

Politica

I porti di Gela all’attenzione dell’Autorità portuale

Pubblicato

il

Gela – Stamattina al Palazzo di Città, il Sottosegretario alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri ha presieduto alla Conferenza stampa dedicata alle novità che interessano  il Porto di Gela in seguito all’approvazione del DL di ieri dal Consiglio dei Ministri in cui il Porto Rifugio e il Porto Isola di Gela sono stati ricompresi nella circoscrizione di competenza dell’Autorità di sistema portuale del Mare di Sicilia Occidentale . All’incontro hanno partecipato i deputati Di Paola, Arancio , Damante, il senatore Lorefice , i consiglieri comunali Farruggia e Romano, il vicesindaco Di Stefano. “Sono felice oggi di portare al Sindaco Greco notizie così importanti. L’inserimento del Porto di Gela all’interno della giurisdizione del Ministero, contribuirà alla crescita dell’intero tessuto economico-industriale che gravita intorno all’attività del porto, compresa l’attrazione di nuove realtà produttive o la riconversione di quelle ormai in crisi. Finalmente Gela, a livello portuale entra all’interno di una strategia Nazionale dei Porti e soprattutto sotto la governance di una Autorità Portuale snella burocraticamente che, ha la possibilità di immettere nei progetti e nelle opere ingenti somme di denaro” dichiara entusiasta il Sottosegretario Giancarlo Cancelleri. Inoltre, grazie alle ZES ed alla conseguente politica fiscale, alle spalle del polo di Gela si creerà un’area industriale fortemente interconnessa con le altre aree del Mezzogiorno.“Un risultato fortemente voluto e per il quale lavoro ininterrottamente ed in piena sinergia da mesi, in stretta collaborazione con il Presidente Pasqualino Monti dell’ AdSP, con il sostegno della deputazione del territorio ed il Sindaco di Gela Lucio Greco. Certo che questo passaggio è il primo passo per dare una spinta importante non solo alla città di Gela e all’indotto del Porto, ma all’intera rete portuale siciliana e del Sud” sottolinea Cancelleri.

E’ arrivato ieri l’importante ok del Consiglio dei Ministri al DL del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile che prevede che il Porto Rifugio e il Porto Isola di Gela vengano ricompresi nella circoscrizione di competenza dell’Autorità di sistema portuale del Mare della Sicilia Occidentale. Lo ha reso noto il Sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e delle mobilità sostenibili, Giancarlo Cancelleri, che questa mattina è arrivato a Gela e ha portato sul tavolo del Sindaco Lucio Greco il risultato storico, frutto di un lungo e intenso lavoro svolto in sinergia con l’amministrazione comunale.

Tutti, nei loro interventi, hanno ribadito la necessità di mettere da parte i colori dei partiti e al primo posto gli interessi della città.

“Esprimo tutta la mia soddisfazione per gli importanti risultati ottenuti grazie alla visione chiara che questa amministrazione comunale ha per la crescita della città, nonostante qualche detrattore si ostini ad affermare il contrario. Noi – ha dichiarato Greco – abbiamo messo mano sin da subito ad una programmazione strategica seria, e oggi dimostriamo con i fatti che chi dice il contrario sbaglia di grosso. Chiediamo solo tempo e fiducia, perché la burocrazia ha tempi lunghi. Nonostante la pandemia abbia bloccato tutto, abbiamo saputo portare avanti un lavoro che oggi inizia a dare i suoi frutti. Far parte di una autorità nazionale vuol dire che la portualità di Gela non sarà più governata a livello locale, ma che subentra direttamente lo Stato a governarne i processi di cambiamento e di sviluppo. Questa è la strada giusta per l’hub del Mediterraneo, ma non ci fermiamo. Andiamo avanti – ha poi aggiunto – anche con i nostri ambiziosi progetti energetici, non a caso ci siamo candidati a diventare centro nazionale per l’idrogeno e sono stato il primo a parlare del Contratto Istituzionale di Sviluppo e a intravederne le potenzialità. In tal senso, con il Ministro Carfagna abbiamo già stabilito cosa serve per andare avanti, e anche questo sarà uno strumento fondamentale per il territorio. Queste sono tutte conferme di un percorso di sviluppo virtuoso che cambierà la storia della città, partendo dalle ricchezze e dalle risorse che il territorio ha. Sono ottimista e fiducioso, vorremmo fare tutto subito ma non è possibile. Quello che posso garantire è che accelereremo questi processi e li governeremo bene”.

Cancelleri, oltre che di portualità, ha parlato anche di un altro importante progetto per la riqualificazione delle aree periferiche della città che sta seguendo il proprio iter, attentamente monitorato proprio da Greco e Di Stefano, ossia “Qualità dell’abitare” con i suoi trenta milioni di euro. Il vicesindaco, nel prendere la parola, ha ricordato il lavoro svolto insieme alle commissioni sviluppo economico e urbanistica. “Stiamo seguendo insieme, passo dopo passo questa linea di finanziamento, grazie alla quale cercheremo di fare rivivere alcune aree degradate della nostra città. Ma non è tutto. Per quanto riguarda ‘Rigenerazione Urbana’, abbiamo presentato il progetto del parco di Montelungo e attendiamo l’esito fiduciosi. Proprio ieri, infine, come amministrazione comunale abbiamo presentato un altro progetto, cioè quello della transizione ecologica per 500mila euro. Anche in questo caso aspettiamo risposta”

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash news

Motori accesi per le primarie regionali: si profila una dura battaglia

Pubblicato

il

C’è Caterina Chinnici che partecipa alle primarie siciliane come candidata proposta dal PD e c’è anche Claudio Fava. Entro il 30 giugno si conoscerà il nome del candidato del Movimento Cinquestelle.Sarà ancora e per la terza volta l’on. Giancarlo Cancelleri oggi sottosegretario ai trasporti? O la bandiera pentastellata la porterà il deputato gelese Nuccio Di Paola? Non sono escluse sorprese. In un momento storico difficilissimo , gli eredi di Grillo oggi fedeli a Conti , nella Sicilia in cui la fuga verso Di Maio è stata minima, si potrebbe ipotizzare una scelta diversa dai nomi che circolano da mesi per catturare altre fette di elettorato. In città si scaldano già i motori per le primarie. È’ già in azione il segretario provinciale Peppe Di Cristina con il suo zainetto. Pronto alle primarie per la Chinnici ma anche alla sua corsa personale per un posto all’Ars. È in campo anche l’ex deputato Miguel Donegani.che sostenendo Fava rientra ufficialmente nella politica attiva e misura anche la sua forza. I riflettori locali sono puntati su quello che sarà il dato dei Cinquestelle che a Gela ha Di Paola ormai big del movimento in Sicilia, l’on Ketty Damante e il senatore Pietro Lorefice.Un tris che dovrà garantire i risultati e portarli al tavolo del leader nazionale. Si profila una dura battaglia alle primarie

Continua a leggere

Politica

Il M5S di Caltanissetta sta con Conte

Pubblicato

il

Grande partecipazione di iscritti al M5S alla riunione tenuta alla biblioteca Scarabelli di Caltanissetta in vista della scelta del candidato 5stelle in corsa per le presidenziali22 del fronte progressista. Una trentina gli interventi all’assemblea coordinata dal referente M5S per la Sicilia Nuccio Di Paola. Alla fine è stata approvata una mozione in tre punti che prevede: 1) pieno sostegno al presidente Giuseppe Conte, 2) dare mandato al presidente Conte nel trovare il metodo (compresa la votazione interna) o la sintesi tra tutte le disponibilità avanzate alla candidatura alle presidenziali 2022; 3)pieno impegno nella partecipazione alle presidenziali 2022, dando sostegno al candidato unico del Movimento 5 Stelle.
La mozione impegna il referente regionale a dare seguito ed attuazione a quanto sopra entro il 30 giugno 2022

Continua a leggere

Politica

Musumeci: ” Non mi dimetto”

Pubblicato

il

È durata un paio di giorni l’ incertezza del Governatore della Sicilia. «Non mi dimetto, ho un impegno che ho assunto quando sono stato eletto 5 anni fa e lo farò fino all’ultimo giorno. Servirò il popolo siciliano nei suoi legittimi interessi rimanendo con la schiena dritta, con la stessa integrità morale e con lo stesso entusiasmo fino all’ultimo giorno». Il governatore Nello Musumeci ha ribadito il suo impegno alla guida della Regione Siciliana nella conferenza stampa convocata per annunciare di essere pronto «al passo di lato» alle prossime regionali, se la sua candidatura dovesse essere divisiva o un ostacolo per l’unità del centrodestra

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852