Seguici su:

Attualità

Il Governatore della Sicilia in fondo alla classifica

Pubblicato

il

Un sondaggio cobdotto da Affariitaliani.it colloca Schifani in fondo alla classifica dei presidenti di Regione: sedicesimo su venti.

Il primo classificato è Luca Zaia (Lega) del Veneto, il secondo Stefano Bonaccini (Pd) dell’Emilia Romagna, il terzo Massimiliano Fedriga (Lega) del Friuli Venezia Giulia e il quarto Attilio Fontana (Lega) Lombardia.

In fondo in ordine decrescente: Michele Emiliano (Pd) Puglia, Renato Schifani ( FI) SMarco Marsilio (FdI) Abruzzo, Eugenio Giani (Pd) Toscana e Christian Solinas (Partito Sardo d’Azione) per la Sardegna.

Quello che si nota subito è che la Lega sta facendo molto bene a livello locale avendo piazzato ben tre governatori su quattro in vetta alla classifica con le Regioni chiave di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Lombardia. In pratica è ribadito che il nord –est è in mano sua e con Alberto Cirio (FI), governatore del Piemonte al sesto posto si delinea poi una assoluta supremazia del centro – destra nel settore più produttivo dell’Italia.

Questi dati premiano governatori che i cittadini hanno percepito a loro vicini soprattutto nel periodo difficile della pandemia Covid, ma che, inoltre, hanno attenzione al tema fondamentale del lavoro e dell’economia, che viene contestato invece alla Meloni dal sondaggio svolto a livello nazionale sul governo.

Dall’analisi dei risultati emerge anche che per trovare il primo governatore di Fratelli d’Italia bisogna scendere al settultimo posto con Francesco Acquaroli governatore delle Marche, escludendo Francesco Rocca, governatore del Lazio voluto da FdI ma che formalmente si è presentato come indipendente di destra.

Contemporaneamente tengono i governatori di Forza Italia e il Pd piazza, come detto, Bonaccini al secondo posto.

La Lega costituisce lo zoccolo duro dei governatori più amati dagli italiani, che Fratelli d’Italia non ha radicamento sul territorio, che Forza Italia invece ce l’ha e che il Pd ha un solo big.

Tradotto ulteriormente sulla politica questo significa che la Lega è del tutto legittimata nel suo progetto di autonomia differenziata mentre Fratelli d’Italia è molto debole nell’opporvisi e/o nel volere in cambio il presidenzialismo come tenta invece di fare Giorgia Meloni.

L’alto gradimento di cui gode Stefano Bonaccini fa riflettere poi sulla debolezza strutturale dell’attuale segretaria del Pd Elly Schlein, eletta con la sorprendente formula delle “primarie aperte” che hanno visto l’afflusso delle truppe cammellate dei Cinque Stelle.

Un segnale forte per la sua segreteria del tutto avulsa dalle tematiche sociali e tutta centrata sui diritti delle minoranze che interessano appunto pochissimi elettori.

Coglie al balzo il M5S.

“Leggiamo di un sondaggio realizzato in questi giorni per Affariitaliani.it che colloca Schifani in fondo alla classifica dei presidenti di Regione: sedicesimo su venti. Non ci meraviglia, anzi, a giudicare di quello che ha fatto, o meglio non ha fatto, gli è andata pure bene. In quasi un anno di amministrazione non ha portato in aula neppure una riforma degna di nota, raccogliendo solo flop colossali nei principali ambiti in cui si è cimentato, mi riferisco ad esempio al caro voli, alla gestione della sanità e del turismo, agli incendi, favoriti certamente anche da una quasi inesistente politica di prevenzione”.
Lo afferma il capogruppo del M5S all’Ars Antonio De Luca
“Apprendiamo pure – continua il capogruppo, che è anche coordinatore della sottocommissione sui pronto soccorso – della volontà del governo di accorpare reparti ospedalieri uguali per fare fronte alla carenza di personale. Da sempre noi siamo per la razionalizzazione e per evitare gli sprechi, occhio però a come questa delicata operazione va fatta per non fare un regalo ai privati e anche perché le vere carenze sono soprattutto nei pronto soccorso, che sono alla canna del gas, e non in corsia. Prima di prendere decisioni così delicate, Schifani si confronti con la commissione Salute dell’Ars, anche se dubitiamo fortemente che lo farà, visto che finora ha snobbato quasi sistematicamente il Parlamento regionale”.

clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Al via con la rassegna ‘Incontriamoci Venerdì’

Pubblicato

il

Il gruppo di lettura Incontriamoci Venerdì ha salutato l’estate ieri sera presso l’atelier dello scultore Carlo Sillitti. “Abbiamo festeggiato la prima serata d’estate – dice la professoressa Grazia Visconti – con una carrellata di grande musica e letteratura, con il contributo di tanti artisti nisseni.”

Hanno arricchito la serata il maestro Davide Di Vendra, con il suo magico sax e le musiche ( fra gli altri ) di Morricone. Inoltre il quartetto Qlat ( composto da Giusy Brancato, Noemi Ciulla, Elio Lombardo e Salvatore Palumbo ) ha proposto splendidi brani dalla Carmen di Bizet e un pezzo del chitarrista Roland Dyens. Emozionanti sono state le proposte musicali della clarinettista Sofia Salomone, accompagnata al piano dal maestro Fabrizio Aquilina, con le quali hanno anche accompagnato un tango ballato da Ausilia MArtorana e Domenico Di Vincenzo. 

La scrittrice Nunzia Fausciana ha presentato il suo romanzo ” L’urlo del silenzio ” e l’attore Luigi Bartolomeo ha recitato due brani della Divina Commedia, fra i quali quelli dedicati a Paolo e Francesca.  “La passione celebrata  in tutte le sue forma artistiche – conclude Gianfranco Cammarata – per dare un senso ai colori dell’estate, alle sue vampate, alla sua vitalità” 

Continua a leggere

Attualità

Il Santa Barbara hospital celebra la Prima Giornata della Salute

Pubblicato

il

Anche il Santa Barbara Hospital di Gela ha la sua giornata della salute. L’evento è stato celebrato ieri nei locali di Villa Peretti .
Sulla scia della Giornata mondiale della salute (World Health Day) che cade ogni anno il 7 Aprile ,la storica struttura sanitaria, ha riunito decine e decine di medici che-tra l’altro- hanno ottenuto gli E.C.M. di accredito il cui obiettivo è stato quello di acquisire competenze tecnico- professionali ,di processo e di sistema, fondamentali per svolgere la propria professione medica .
È stata anche un’importante occasione per far conoscere le prestazioni della struttura le corrispettive metodiche mediche e/o chirurgiche utilizzate al fine di creare una collaborazione interdisciplinare.


Ad aprire i lavori il Dottor Francesco Crimaldi, Presidente della So.ge.sa., che ha parlato dell’importanza del Santa Barbara in un’area periferica della provincia nissena e nel Sud dell’isola, puntando i riflettori sulle liste d’attesa e sulle novità apportate dal Ministero in merito al numero di prestazioni garantite e monitorate, sui tempi massimi di erogazione, sul ruolo delle strutture che hanno il paziente in carico, oltre che sulle tecnologie messe a disposizione dei cittadini per usufruire dei servizi di prenotazione di visite, esami e ricoveri.
Subito dopo l’intervento del Direttore Sanitario, Dottor Emanuele Giarrizzo, con un certosino e preciso excursus storico del Santa Barbara il cui insediamento risale agli anni ’60 , con l’avvento del petrolchimico, e con la felice visione di Enrico Mattei che destino’ la clinica ad accogliere i lavoratori del polo chimico.Oggi è una struttura accreditata con il SSN eccellenza ospedaliera siciliana.
Interessante l’intervento del Dottor Fabio Bernetti ,ortopedico, che ha trattato i temi riguardanti le avanzate tecniche mininvasive della branca ortopedica, con focus sull’innovazione
dei processi.

Continua a leggere

Attualità

Popolo della Famiglia, si dimette il coordinatore provinciale Nalbone

Pubblicato

il

“In coerenza con i propri principi ispiratori, mi dimetto dalla carica di Coordinatore Provinciale, assicurando l’immediata convocazione dei tesserati provinciali per l’elezione di un nuovo Coordinatore”. Lo annuncia Fabio Nalbone, Coordinatore per la Provincia di Caltanissetta de “Il Popolo della Famiglia”, che alle recenti elezioni comunali di Gela ha sostenuto il progetto civico “Franzone Sindaco”.

“Prendendo atto che i 79 voti ricevuti per l’elezione di un nostro tesserato al Consiglio Comunale rappresentano un risultato ampiamente inferiore alle aspettative e la manifesta volontà della maggior parte degli elettori gelesi a non riconoscersi nei valori de “Il Popolo della Famiglia”, non essendo abituato a far finta di niente, mi assumo personalmente la piena responsabilità di questo esito”.

Nalbone ringrazia Filippo Franzone per la fiducia accordata e si auspica che lo stesso raggiunga tutti gli obiettivi a favore di Gela per cui si è candidato ma, considerando palesemente insufficiente il contributo apportato al progetto civico “Franzone Sindaco”, dichiara concluso il percorso comune intrapreso.

Continua a leggere

Più letti

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia
Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852