Seguici su:

Attualità

Il sindaco interviene sul caso di Zelia

Pubblicato

il

Zelia Guzzo aveva solo 37 anni ed era una gran bella persona, brava insegnante, moglie fedele e ottima madre. E’ giusto che il marito, il figlioletto e i familiari sappiano perchè è stata loro strappata. Sto seguendo con attenzione questa delicata vicenda, oltre che in qualità di Sindaco, anche come uomo e come avvocato, e mi piacerebbe che la famiglia sapesse che le sono vicino, col cuore. 

Zelia non aveva patologie quando si è sottoposta alla vaccinazione anticovid. Le è stato iniettato il siero anglosvedese Astrazeneca e, come accertato dall’esame autoptico, è deceduta, dopo alcuni giorni di agonia, a causa di una trombosi. 

Non voglio addentrarmi negli aspetti tecnici della vicenda; non è questa la sede e rischierei anche di essere frainteso. La vaccinazione resta, ad oggi, l’unica strada per uscire dall’incubo della pandemia, e nessuno può sottrarsi a quello che oggi rappresenta un vero e proprio gesto di responsabilità civile. 

Ma le cose devono essere fatte bene, le persone devono arrivare alla vaccinazione completamente consapevoli dei rischi di possibili reazioni avverse, e per Zelia Guzzo pare non sia stato così. 

Questa confusione non fa bene a nessuno, e potrebbe scoraggiare e spaventare molti. Non è ammissibile annunciare open day in pompa magna e poi, dopo pochi giorni, assistere a disarmanti dietrofront con tanto di sequestri di lotti o divieto di somministrazione agli over 60 di ben 2 vaccini dei 4 disponibili in Italia. E’ davvero inconcepibile tutto ciò, quando già una buona parte della popolazione ha ricevuto la propria dose, e tra questi anche molti dei nostri ragazzi. Urgono la massima cautela e la massima chiarezza perchè nessuno dev’essere vittima sacrificale sull’altare della sperimentazione.

Il fatto che le reazioni avverse gravi si possano avere solo in casi sporadici non significa nulla: ogni vita vale ed è preziosa. Zelia aveva il diritto ad essere informata sui rischi reali che correva e, come lei, tutte le altre vittime, sia quelle per le quali la correlazione con il vaccino è stata dimostrata (come nel caso di specie e in quello del militare di Augusta) sia per quelle per le quali resta il dubbio. 

Anch’io, quindi, chiedo verità e giustizia per Zelia Guzzo e, a nome di tutta la città, mi stringo al dolore di questa famiglia per la gravissima perdita subita. 

Il Sindaco Lucio Greco

Advertisement
clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Il manager Caltagirone vicepresidente della FIASO

Pubblicato

il

Il Direttore Generale dell’ASP di Caltanissetta e Commissario Straordinario del Policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo, Alessandro Caltagirone è stato nominato vice presidente del nuovo comitato di Presidenza della FIASO: la Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie. Una nomina giunta ieri in occasione dell’assemblea ordinaria durante la quale sono stati rinnovati gli organi statutari.

“Ringrazio il presidente della FIASO, Giovanni Migliore per la fiducia – ha sottolineato Alessandro Caltagirone – sono consapevole dell’importanza e del significato che tale incarico determina soprattutto perché consente di poter rappresentare a livello nazionale istanze e necessità di chi vive, sul piano gestionale e manageriale, la sanità dall’interno. Un’opportunità che farò in modo di cogliere al meglio nel corso dei tre anni di mandato per poter dare un contributo concreto”.

Nel comitato di Presidenza insieme ad Alessandro Caltagirone anche Pasquale Chiarelli, Direttore generale della Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni, Eva Colombo, Direttore generale della Asl di Vercelli, Antonio D’Amore, Direttore generale della ASL Napoli 2 Nord, Antonio D’Urso, Direttore generale della Azienda Usl Toscana Sud Est, Carlo Nicora, Direttore generale della Fondazione Irccs Policlinico San Matteo, Paolo Petralia, Direttore generale Asl 4 Liguria, Angelo Tanese, Direttore generale della ASL Roma 1.

L’ Assemblea ha proceduto anche al rinnovo del Collegio Sindacale e del Collegio dei Probiviri.

Continua a leggere

Attualità

“Art flow”, i deputati regionali del M5S finanziano il progetto di Smaf

Pubblicato

il

Il gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle all’Ars finanzierà la rassegna culturale “Art flow” ideata dall’associazione Smaf. Il contributo sarà di 10mila euro e corrisponde ad una parte degli stipendi dei deputati del M5S al parlamento siciliano, che in questo modo sosterranno una iniziativa di livello proprio a Gela dopo averlo fatto in altre città dell’isola. Un’idea dell’on. Nuccio Di Paola, deputato pentastellato che da gelese ed ex assessore comunale ben conosce la realtà di Smaf.

Grande soddisfazione da parte del presidente dell’associazione Gaetano Arizzi e di tutti i ragazzi, che adesso si apprestano ad ultimare il programma della rassegna: proprio domattina è previsto in municipio un incontro per ricevere dall’amministrazione le ultime autorizzazioni in grado di sbloccare l’organizzazione del palinsesto. La cifra servirà inoltre per ripulire e valorizzare le aree del quartiere Canalazzo ed installare in maniera permanente uno skate park presso una zona delimitata del parcheggio di Caposoprano.

Continua a leggere

Attualità

Coronavirus: 52 guariti e 37 nuovi positivi

Pubblicato

il

Caltanissetta – Nelle ultime 24 ore riscontro di 79 pazienti positivi al SARS CoV-2, tutti in isolamento domiciliare: 37 pazienti di Gela, 15 di Niscemi, 10 di Caltanissetta, 9 di Mazzarino, 6 di Santa Caterina Villarmosa, 1 di Serradifalco e 1 di Riesi. Ricoverato in degenza ordinaria 1 paziente di Riesi, già in isolamento domiciliare. Dimesso dalla degenza ordinaria 1 paziente di Riesi. Guariti da Covid-19: 55 pazienti di Mazzarino, 52 di Gela, 18 di Riesi, 2 di Caltanissetta, 2 di Vallelunga Pratameno, 2 di Butera e 1 di Santa Caterina Villarmosa.

Continua a leggere

Più letti

Testata giornalistica: G. R. EXPRESS - Tribunale di Gela n° 188 / 2018 R.G.V.G.
Publiedit di Mangione & C. Sas - P.iva: 01492930852